Domenica 14 Agosto 2022 | 11:53

In Puglia e Basilicata

Città

Lecce, mura urbiche gratis: prenotazioni già sold out

Lecce, mura urbiche gratis: prenotazioni già sold out

Solo con ingressi gratuiti, dunque, le mura riescono ad essere tappa delle scelte dei turisti ma anche dei leccesi. Almeno sino ad ora, che, complice anche il periodo di emergenza, non sono state inserite in una programmazione culturale più vasta e completa

30 Giugno 2022

Emanuela Tommasi

Le visite gratuite alle mura urbiche sono una scelta praticamente obbligata, almeno per il momento, per far conoscere il monumento non solo ai turisti ma anche ai leccesi. I quali, diversamente, non hanno dimostrato interesse verso una struttura storica così importante. Lo dice senza mezzi termini Paolo Babbo, presidente della cooperativa sociale Artwork che dal 23 giugno scorso si occupa degli ingressi e delle visite guidate alle mura antiche della città.

L’affidamento alla cooperativa era stato l’argomento della commissione consiliare Controllo, l’altro ieri. «L’assessore e la dirigente alla Cultura hanno comunicato che, viste le tempistiche del bando di gara e volendo assicurare la fruizione del bene monumentale per la stagione estiva, hanno inteso accettare la proposta pervenuta, senza che nessuno l’avesse richiesta, da Artwork - dice il presidente della Commissione, Gianpaolo Scorrano - Hanno sviscerato anche i dati contabili della scorsa stagione forniti da Mediafarm, la società che ha gestito in precedenza le mura urbiche e che collabora con Artwork. L’analisi di tali dati, 918 biglietti venduti per un incasso di circa 8.295 euro, a fronte di circa 20.000 euro di spese sostenute, avrebbe evidenziato un disavanzo di gestione tale da spingere il Comune, che ricordiamo essere in predissesto - sottolinea Scorrano - a concedere un contributo di diecimila euro ad Artwork a copertura delle spese, pur di “valorizzare e far conoscere” le mura della città vecchia».

Il presidente di Artwork aggiunge altri dati per illustrare la situazione. «Abbiamo proposto al Comune di Lecce un servizio di visite guidate gratuite per raggiungere il più ampio numero di visitatori che ancora non hanno avuto modo di conoscere le mura urbiche, in mancanza di una gestione stabile - ribadisce Paolo Babbo - Le azioni di promozione e valorizzazione di qualunque sito turistico, infatti, necessitano di tempi più lunghi, così come ha testimoniato l’esperienza passata: meno di 15 visitatori al giorno. I dati di queste 2 settimane, al contrario, confermano la bontà della scelta presa quest’anno, con 90 visitatori al giorno e turni sold-out anche nel prossimo weekend».

Solo con ingressi gratuiti, dunque, le mura riescono ad essere tappa delle scelte dei turisti ma anche dei leccesi. Almeno sino ad ora, che, complice anche il periodo di emergenza, non sono state inserite in una programmazione culturale più vasta e completa.

Tra le altre osservazioni critiche emerse l’altro ieri in Commissione, Scorrano rammenta un interrogativo, chiedendosi «perché, una volta che è pervenuta la proposta di Artwork, non si è cercato di predisporre una manifestazione di interesse, dal momento che per il bando sembrerebbe che non ci fossero più i tempi, in modo da consentire a tutti gli attori interessati di partecipare, magari anche a condizioni economiche più vantaggiose per il nostro ente già in predissesto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725