Martedì 28 Giugno 2022 | 17:47

In Puglia e Basilicata

Nel basso Salento

Santa Maria di Leuca, discoteca abusiva chiusa dopo il blitz: denunciato il titolare

Santa Maria di Leuca, blitz nella discoteca abusiva: denunciato il titolare

foto d'archivio

I vicini avevano chiamato le forze dell’ordine per il volume alto: bloccata la festa e locale sgomberato

21 Aprile 2022

Redazione Lecce

SANTA MARIA DI LEUCA - La polizia locale spegne la musica di una discoteca abusiva e denuncia il gestore. L’attività di vigilanza è stata condotta dagli agenti di Castrignano del Capo diretti dal comandante Antonio Panzera, che su segnalazione di alcuni cittadini che avevano lamentato musica diffusa ad alto volume nel pomeriggio di Pasqua, sono intervenuti all’interno di un bar della marina. Una volta giunta all’interno, la polizia locale (coadiuvata dai carabinieri della caserma di Giuliano di Lecce coordinati dal maresciallo Giovanni Torino), hanno trovato circa 150 persone intente a ballare, una postazione per il disk-jockey ottenuta allargando i tavoli e le sedie, un servizio di security e l’assenza di autorizzazione per le attività di pubblico spettacolo.

Le pattuglie intervenute avevano avuto riscontro di quanto stava accadendo, anche attraverso i social, visto che l’appuntamento musicale era stato pubblicizzato su Instagram, mentre all’interno del locale hanno trovato una postazione con sistema di pagamento Pos e documentazione cartacea che attestava l’elenco delle prenotazioni già effettuate. Dall’analisi del locale, disposto su due piani e autorizzato solo per la somministrazione di alimenti e bevande, è invece emersa la presenza di un unico ingresso privo di porta antincendio e un’unica uscita. Su richiesta degli agenti, il titolare del locale ha provveduto a interrompere lo spettacolo e a far defluire fuori le persone, mentre il comandante Panzera ha firmato un’ordinanza immediata di cessazione dell’attività di pubblico spettacolo e intrattenimento (quella di somministrazione cibi e bevande prosegue regolarmente).

Alla fine il titolare, un 37enne residente a Castrignano del Capo, è stato denunciato per attività di pubblico spettacolo in assenza di agibilità ai sensi dell’articolo 80 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e dell’articolo 681 del codice penale.
Un fenomeno che appare piuttosto diffuso quello delle sale da ballo abusive. Non è la prima volta, infatti, che le forze dell’ordine scoprono discoteche abusive sparse soprattutto lungo la fascia costiera.Per questa ragione, sono stati intensificati controlli. Al di là dei problemi (come nel caso segnalato) ai vicini per la musica ad alto volume, ci sono anche ragioni di sicurezza che impongono a carabinieri, poliziotti e vigili di intervenire per evitare che possa accadere qualcosa di grave in strutture non adeguate e senza alcuna autorizzazione. I controlli in questo senso, pertanto, continueranno per tutta l’estate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725