Giovedì 22 Agosto 2019 | 22:53

NEWS DALLA SEZIONE

Salento e movida
Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

 
Dal 27
A Otranto arriva la nave scuola della Marina «Palinuro

A Otranto arriva la nave scuola della Marina «Palinuro

 
Musica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
Dopo 20 anni
Ugento, nuovo giallo sulla scomparsa di Roberta, le sorelle: «Vogliamo verità e giustizia»

Ugento, nuovo giallo sulla scomparsa di Roberta, le sorelle: «Vogliamo verità e giustizia»

 
L'operazione
Lecce, spaccio di cocaina nella "movida": 14 arresti e 4 locali a rischio chiusura

Lecce, spaccio di coca nella "movida": 14 arresti, anche ex portiere giallorosso

 
Lo sbarco
Leuca, intercettata barca a vela: a bordo 70 migranti, di cui 19 minorenni

Leuca, intercettata barca a vela: a bordo 70 migranti, di cui 19 minorenni

 
Musica
Notte Taranta, Mastrangelo: «Il Concertone dalla Puglia vola a Mosca»

Notte Taranta, Mastrangelo: «Il Concertone dalla Puglia vola a Mosca»

 
A Torre Lapillo
Lecce, turismo e prezzi: scoppia la polemica della frisella

Lecce, turismo e prezzi salati: scoppia la polemica della frisella

 
Malendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
a Melpignano
Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

 
Il Blitz
Borgo Piave, cardellini-esca per i bracconieri e partono sequestri e denunce

Borgo Piave, cardellini-esca per i bracconieri e partono sequestri e denunce

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoInquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

 
PotenzaInquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
FoggiaLa condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
BrindisiIl provvedimento
Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker

Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker
A Massafra in cella 46enne

 
LecceSalento e movida
Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

 
MateraDalla Gdf
Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

 

i più letti

La sentenza

Lecce, senza lavoro perché parente del boss: netturbino reintegrato dal giudice

Il Tribunale ha accolto la tesi difensiva dell'avvocato Mario Rossi. Il ricorrente aveva lavorato per molti anni come autista nell'ambito del servizio di smaltimento rifiuti nel Comune di San Donato

Lecce, senza lavoro perché parente del boss: netturbino reintegrato dal giudice

LECCE - Il legame di parentela con un boss non è reato ed il lavoratore può essere assunto. Lo sancisce una sentenza emessa del giudice del lavoro di Lecce, Andrea Basta.
Il Tribunale ha accolto la tesi difensiva dell'avvocato Mario Rossi. Il ricorrente aveva lavorato per molti anni come autista nell'ambito del servizio di smaltimento rifiuti nel Comune di San Donato. Ad aprile del 2019, l'appalto fu aggiudicato da Ecotecnica srl che si era rifiutata di riassumere il lavoratore, per il rapporto di parentela con il boss della Scu Mario Tornese, di Monteroni. Alla base della decisione, il modello di gestione dell'assunzione del personale adottato dall'azienda e il parere espresso dall'organo di vigilanza. La ditta voleva evitare il rischio d'incorrere in una interdettiva antimafia. Nonostante, il regolare inserimento del lavoratore nell'elenco degli aventi diritto al passaggio presso il nuovo appaltatore.
L’avvocato dell'operaio ha così avanzato ricorso d'urgenza al Tribunale del lavoro, che ha accolto l'istanza. Il giudice ritiene che «le previsioni contenute nel modello organizzativo adottato dalla società, potrebbero eventualmente orientare la politica aziendale in materia di assunzioni solo laddove non vi sia una norma di legge o di contrattazione collettiva che imponga l'assunzione di un lavoratore».

Riguardo il rischio interdittiva, il Tribunale sostiene che «non vale a mutare la soluzione raggiunta, essendo pacifico che parte convenuta non sia stata destinataria di alcun provvedimento avente siffatta natura e risolvendosi tale prospettazione, nel pericolo di un pregiudizio meramente eventuale». Infine, nell'accogliere il ricorso d'urgenza, il giudice Basta sottolinea come «lo stato di disoccupazione del ricorrente e di sua moglie lascia presumere che egli non riesca a far fronte alle primarie esigenze di sostentamento del proprio nucleo familiare nel tempo occorrente per far valere il suo diritto in sede ordinaria».
L’avvocato Mario Rossi esprime soddisfazione: «Il giudice ha applicato i principi costituzionali del diritto al lavoro e della personalità della responsabilità penale, affermando che un semplice rapporto di affinità o parentela con soggetti condannati per reati di stampo mafioso non può impedire, di per sé solo, il diritto all'assunzione di un lavoratore estraneo ai fatti criminosi. Un sistema giuridico moderno e garantista - continua - non può consentire che le colpe di un soggetto ricadano su terzi, anche quando vi sia tra di essi un rapporto di parentela o affinità. L’ordinanza del Giudice del Lavoro di Lecce rappresenta un approdo di civiltà giuridica, si distingue per equilibrio e mi sembra faccia corretta applicazione dei principi fondanti del sistema costituzionale del nostro Paese».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie