Giovedì 09 Luglio 2020 | 12:27

NEWS DALLA SEZIONE

la tragedia
Lecce, ripescato cadavere in mare: potrebbe essere quello di un 58enne allontanatosi da casa

Lecce, ripescato cadavere in mare: forse è un 58enne allontanatosi da casa

 
Il provvedimento
Dl semplificazioni, esclusa ma ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

Dl semplificazioni, esclusa la ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

 
Incendio
Tricase, fuoco e paura: intervengono i Canadair, case evacuate

Tricase, fuoco e paura: intervengono i Canadair, case evacuate

 
Sanità
Asl Lecce, bilancio in rosso: c'è una perdita di 19 milioni

Asl Lecce, bilancio in rosso: c'è una perdita di 19 milioni

 
al castello
Arte: per i 99 anni del maestro Pietro Guida le sue sculture arrivano in mostra a Copertino

Arte: per i 99 anni del maestro Pietro Guida le sue sculture arrivano in mostra a Copertino

 
nel salento
Bimbo scomparso nel 1977 a Racale: individuato presunto sequestratore

Bimbo scomparso nel 1977 a Racale: individuato presunto sequestratore

 
Nettezza urbana
Lecce, Rifiuti, annullato l’appalto aggiudicato a Ecotecnica-Axa

Lecce: rifiuti, annullato l’appalto aggiudicato a Ecotecnica-Axa

 
Operazione dei Cc
Tricase, preso con due etti di cocaina: in cella 33enne

Tricase, preso con due etti di cocaina: in cella 33enne

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Raffaele Bianco: «Cresce la tensione per i playoff»

Bari, Raffaele Bianco: «Cresce la tensione per i playoff»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzail bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 426 tamponi: 3 restano i positivi

Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 426 tamponi: 3 restano i positivi

 
BariSanità
Policlinico Bari, in piedi e sotto il sole, così l'attesa al pronto soccorso

Policlinico Bari, in piedi e sotto il sole, così l'attesa al pronto soccorso

 
FoggiaIndagini Gdf
Alberona, gestione familiare appalti comunali: sospesi 2 funzionari Ufficio tecnico

Alberona, gestione familiare appalti comunali: sospesi 2 funzionari Ufficio tecnico VIDEO

 
BatControlli polizia ferroviaria
Trani, sottrae da un vagone del treno martelletti frangivetro: denunciato 17enne insospettabile

Trani, sottrae da un vagone del treno martelletti frangivetro: denunciato 17enne insospettabile

 
TarantoLa firma
Taranto, intesa su corso Medicina in ex sede della Banca d'Italia

Taranto, intesa su corso Medicina in ex sede della Banca d'Italia

 
Brindisinel Brindisino
Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

 
MateraLa battaglia Legale
Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

 

i più letti

Furbetti in Salento

Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

Fatta la legge, trovato l'inganno. Ecco come si evitano le multe in centro

Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

Fatta la legge, trovato l’inganno. E c’è chi, per evitare la multa e circolare liberamente nel centro di Porto Cesareo, dove vige la zona a traffico limitato, è disposto a spingere la propria automobile davanti ai passanti esterrefatti. E sia che si tratti pure di un Mercedes, cioè un macchinone da decine di migliaia di euro. Chiamatela astuzia o furbizia allo stato puro. Oppure spirito di adattamento. E’ l’approccio che alcuni cittadini, non è dato sapere se siano cesarini o visitatori, hanno avuto nell’affrontare il «problema» della Ztl, una misura adottata dall’Amministrazione comunale per salvaguardare il commercio ed i visitatori nel cuore della località. A causa delle vetture il libero transito, infatti, era diventato pericoloso persino passeggiare. Tra aprile e maggio, dunque, la giunta retta da Salvatore Albano ha messo in piedi questo sistema di tutela: varchi elettronici che scattano le foto ai non autorizzati.

Il 23 giugno scorso si è conclusa la fase di pre-esercizio degli «occhi elettronici» che immortalano i trasgressori per poi inviare una salata multa a casa: da almeno ottanta euro più spese di notifica. Ma qualcuno, infischiandosene di fare la figura di spingere l’auto a piedi, ha già trovato l’inganno. La prova è in alcune foto scattate dai cittadini che hanno visto, più volte, l’inedita scenetta: il guidatore, o il passeggero, che scende dalla vettura in prossimità del varco e la spinge, lento lento, fino a superare il rilevatore della targa. Sapendo che una volta all’interno potrà circolare liberamente senza subire altri controlli. La velocità, si procede ovviamente a passo d’uomo, non farebbe scattare il rilevatore. Ma anche succedesse, la macchinetta fotografica immortalerebbe il posteriore dell’uomo che spinge la vettura. E in tal caso la beffa sarebbe definitivamente servita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie