Giovedì 20 Giugno 2019 | 15:54

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Porto Cesareo, 20enne ucciso da un colpo di fucile alla testa

Porto Cesareo, 20enne ucciso da un colpo di fucile alla testa

 
Ferrovie Sud Est
Trepuzzi, il climatizzatore in treno è rotto: malore per un disabile

Trepuzzi, il climatizzatore in treno è rotto: malore per un disabile

 
Enoturismo
Suoni e Sapori del Salento: a Otranto premi e degustazioni

Suoni e Sapori del Salento: a Otranto premi e degustazioni

 
Morti bianche
Salento, infortuni e tumori: crescono le malattie professionali

Salento, infortuni e tumori: crescono le malattie professionali

 
Salento
Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

 
Ha 2 anni
Lecce, bimba con esofago ricostruito mangia normalmente

Lecce, bimba con esofago ricostruito mangia normalmente

 
Concerti
Lecce vuole Il Volo: il progetto di sicurezza per Piazza Duomo

Lecce vuole Il Volo: il progetto di sicurezza per Piazza Duomo

 
Energia
Fotovoltaico, Puglia da record: primi in Italia per potenza

Fotovoltaico, Puglia da record: primi in Italia per potenza

 
Il ritrovamento
San Cesario, passanti trovano gatto senza testa: è caccia ai colpevoli

San Cesario, passanti trovano gatto senza testa: è caccia ai colpevoli

 
In Salento
Paura a Porto Cesareo, si tuffa e batte la testa sul fondale: grave 22enne

Paura a Porto Cesareo, si tuffa e batte la testa sul fondale: grave 22enne

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Dazn e il Bari anche in serie CFunziona l'accordo in televisione

Dazn e il Bari anche in serie C: funziona l'accordo in televisione

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariA partire dalle 23
Bari, ponte di viale Traiano in attesa del collaudo: prova da carico nella notte

Bari, ponte di viale Traiano in attesa del collaudo: prova da carico nella notte

 
TarantoOperazione prestito col cuore
Taranto, estorcevano denaro a 2 imprenditori arrestati in 4

Taranto, estorcevano denaro a 2 imprenditori: 4 arresti

 
FoggiaElezioni
Università Foggia, si ritira candidato corsa a due per il rettore

Università Foggia, si ritira candidato corsa a due per il rettore

 
HomeCalcio
Frode sportiva: la finanza nella sede del Bitonto e del Picerno

Frode sportiva: la finanza perquisisce la sede del Bitonto e del Picerno

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, in giro con la droga nei pantaloni: arrestato 27enne

Carovigno, in giro con la droga nei pantaloni: arrestato 27enne

 
MateraSanità
Matera contro Policoro per il servizio di psichiatria

Matera contro Policoro per il servizio di psichiatria

 
BatShock in città
Tragedia ad Andria, sedicenne leccese si impicca in comunità

Tragedia ad Andria, sedicenne leccese si impicca in comunità

 

i più letti

Senza lavoro

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Dal 2012 a oggi i volontari della Comunità Emmanuel hanno distribuito 847mila chili di prodotti

Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Continua a crescere il numero delle famiglie che fanno ricorso all’Emporio della solidarietà della Comunità Emmanuel. “Nuove povertà” legate sempre più a disoccupazione, perdita del lavoro, ad un contesto socio economico indebolito dalla crisi e dalla mancanza di prospettive. Nel 2018 l’Emporio ha servito 1.102 famiglie rispetto alle 1.050 dello scorso anno, sebbene sia diminuito il numero e la quantità dei prodotti distribuiti, una circostanza giustificata solo dal minor numero dei componenti dei nuclei familiari.


I dati del bilancio sociale 2018 dell’Emporio della solidarietà sono stati presentati ieri mattina nel corso dell’annuale incontro tenutosi nel centro “La Sorgente” della Comunità Emmanuel, alla presenza di padre Mario Marafioti (fondatore della Comunità), Daniele Ferrocino (direttore dell’Emporio) e Salvatore Esposito (coordinatore). Assieme a loro, autorità, rappresentanti delle istituzioni, esponenti della Curia leccese, del mondo dell’agricoltura e della grande distribuzione. Ma c’erano anche molti studenti, protagonisti assieme alle scuole ed ai volontari dell’indispensabile rete di supporto alle attività dell’Emporio per la raccolta alimentare e la distribuzione delle merci (l’anno scorso ben 30 scuole hanno partecipato ai progetti di raccolta alimentare anche attraverso progetti di alternanza scuola-lavoro).


Al centro dell’incontro il tema della lotta agli sprechi, che ha trovato nella “legge Gadda” del 2016 e nella legge regionale “Mennea” del 2017, efficaci strumenti per il recupero dei prodotti altrimenti destinati allo smaltimento (in Puglia il cibo gettato via supera ogni anno le 310mila tonnellate).
Dall’entrata in vigore di queste normative, l’Emporio leccese ha recuperato complessivamente 97.419 chili di eccedenze che ha redistribuito alle famiglie bisognose del territorio. Ed attraverso il progetto “Stop allo spreco” intende ora promuovere una piattaforma online (www.stopallospreco.thcs.it) in grado di mettere in contatto i centri della grande distribuzione con le associazioni del terzo settore attive nell’aiuto agli indigenti. Alleata dell’Emporio in questa crociata contro gli sprechi è la “Rete solidale”costituita in Prefettura assieme a Camera di commercio, Comune e Provincia di Lecce, Università, Ufficio scolastico, Asl, Comunità Emmanuel,Croce Rossa, Coldiuretti, Interfrutta e Csv Salento. Lo scopo è consentire agli enti iscritti sulla piattaforma di recuperare le eccedenze alimentari in tempi più rapidi. Ed in questa direzione il Comune di Lecce, grazie ad un’attivià sperimentale messa in campo dal’Ufficio tributi, ha anche previsto sgravi fiscali del 15% della Tari per quelle aziende virtuose che saranno in grado di combattere lo spreco recuperando i prodotti altrimenti destinati al macero.


Complessivamente, dal 2012 ad oggi, l’Emporio della solidarietà - che ha sede sulla provinciale Lecce-Novoli - ha servito ben 6.458 famiglie del distretto sociale di Lecce, distribuendo 847.679 chilogrammi di prodotti per un valore di 2 milioni e 190mila euro. Il dato più evidente riguarda i beneficiari del servizio: il 78,85% è rappresentato da disoccupati, il che dimostra come sia la mancanza di lavoro la principale causa delle nuove povertà. Inoltre, l’80-85% di chi si rivolge all’Emporio è costituito da nuclei familiari italiani mentre il restante 19,15% da nuclei familiari stranieri, soprattutto provenienti da Sri Lanka, Marocco, Albania, Senegal, Repubblica Dominicana e Romania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie