Sabato 24 Agosto 2019 | 15:46

NEWS DALLA SEZIONE

Preso dai Cc
Spocchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta

Specchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta: in cella

 
Le celebrazioni
Lecce, via alla festa di Sant'Oronzo: il programma, i bus e i parcheggi

Lecce, via alla festa di Sant'Oronzo: il programma, i bus e i parcheggi

 
L'arresto
Ugento, persecuzioni al vicino di casa con aggressioni e minacce: in cella 40enne

Ugento, persecuzioni al vicino di casa con aggressioni e minacce: in cella 40enne

 
Tentato omicidio
Palmariggi, lite tra fratelli finisce a coltellate: uno è grave

Palmariggi, lite tra fratelli finisce a coltellate: uno è grave

 
L'evento
Notte Taranta: grande attesa per il Concertone con Elisa e Gué Pequeno

Notte Taranta: grande attesa per il Concertone con Elisa e Gué Pequeno

 
La decisione
Nardò, sindaco vieta pesca e balneazione alla Palude del Capitano

Nardò, «troppi turisti» e il sindaco vieta i bagni alla Palude del Capitano

 
Le caretta caretta
Fiocco «rosa» sulla spiaggia di Pescoluse: 25 tartarughine si tuffano in mare

Fiocco «rosa» sulla spiaggia di Pescoluse: 25 tartarughine si tuffano in mare

 
A Gallipoli
Fugge per godersi l’estate: i cc si fingono scaricatori di birra e lo stanano a Baia Verde

Fugge per godersi l’estate: i cc si fingono scaricatori di birra e lo stanano a Baia Verde

 
L'operazione
San Foca, sequestrato lido abusivo: restituiti circa 300 mq di spiaggia libera

San Foca, sequestrato lido abusivo: restituiti circa 300 mq di spiaggia libera

 
Il dramma
Xylella in Salento. bruciano gli ulivi malati: devastato anche il paesaggio

Xylella in Salento, bruciano gli ulivi malati: devastato anche il paesaggio

 
L'evento il 23 e il 24 agosto
Con Circular Music Afro Festival il Salento incontra l’Africa

Con Circular Music Afro Festival il Salento incontra l’Africa

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaUn 49enne
Incendi, arrestato piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

Incendi, preso piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

 
FoggiaArrestato 22 enne
Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

 
LeccePreso dai Cc
Spocchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta

Specchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta: in cella

 
MateraCarabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
BariDalla Polizia
Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
BatUn 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 

i più letti

Il personaggio

Nardò, un militare 23enne correrà sulle piste di Formula X

Andrea Zollino coltiva la passione per le auto da corsa sin dalla tenera età di quattro anni, quando iniziò a guidare i go-kart in un centro sportivo della sua città

Nardò, un militare 23enne correrà sulle piste di Formula X

Andrea Zollino

Un militare in mimetica te lo immagini a bordo di un carro armato, al massimo sopra una jeep. Il 23enne Andrea Zollino, invece, indossa una tuta da pilota con la grande stella dell’Esercito sul petto: è l’unico soldato italiano impiegato su una monoposto di Formula X, anticamera delle categorie dei più grandi piloti di tutti i tempi, la Formula 3, che è la vera palestra per arrivare fino all’olimpo della Formula 1.

Giovanissimo, ed un veloce futuro davanti. Lui è pronto ad inseguirlo coronando i due sogni della vita. Andrea coltiva la passione per le auto da corsa sin dalla tenera età di quattro anni, quando iniziò a guidare i go-kart in un centro sportivo della sua città, Nardò. E poi la divisa, come quella da carabiniere indossata fino a qualche mese fa dal papà Mimino, da poco in pensione. «Volevo fortemente dimostrare le mie capacità ed il mio potenziale come pilota. Ho iniziato giovanissimo, a pochi anni, perché un giorno papà mi accompagnò a vedere i kart a noleggio in un impianto della mia città, al Gioppo. Fu amore a prima vista. Da allora ho percorso migliaia di chilometri su ogni genere di mezzo a motore. Ma non pensavo che sarei andato oltre un garage pieno di trofei».

Infatti arriva il momento della scelta, quella che sembrava dovesse escludere i motori dalla sua vita: l’Arma. Ma dopo essersi arruolato nell’Esercito, quel tarlo ha piano piano ricominciato a fare rumore. Tanto rumore, come il rombo di un dodici cilindri. Il curriculum del giovane Zollino, così, è arrivato sulle scrivanie dei suoi superiori e poi negli uffici dello Stato maggiore dell’Esercito. E il sogno è presto diventato realtà: il pilota neritino sarebbe diventato il primo in Italia ad indossare la divisa e correre su una monoposto. I primi test vengono svolti nell’ottobre dello scorso anno e alcuni talent-scout adocchiano quel giovane così spigliato alla guida. Arriva, così, una scuderia privata, la Storm Drive Academy di Bergamo (dei team manager Maurizio e Max Colombo che ingaggia il neritino: la monoposto viene “griffata” con il tricolore, la stella e la grande scritta “Esercito” così come la tuta del pilota. Per Andrea è come toccare il cielo con un dito: «felicità infinita – dice – e grandissimo rispetto per i miei superiori che hanno creduto in me». I risultati non mancano. La prima gara lo premia con una prestigiosa pole e si conclude con il secondo posto. La seconda gara è ancora più significativa: a causa di un banale incidente la vettura di Andrea precipita fino al ventiduesimo posto ma con un recupero avvincente – davanti a piloti italiani, spagnoli ed inglesi - il neritino chiude al sesto posto. La stoffa, insomma, c’è tutta. E si può guardare con ottimismo al futuro ed al resto della stagione.

E adesso? «Vorrei far sempre bene, con rispetto e sportività nei confronti di tutti. Sono consapevole che tanti ragazzi vorrebbero essere al mio posto e per questo mi ritengo molto fortunato. Intendo essere da esempio dentro e fuori dalla pista perché rappresento sicuramente in questo sport, e lo dico con grande orgoglio, l’Esercito italiano ed i colori della mia grande Patria. Sarebbe straordinario, allora, portare un atleta tricolore fino in F3, vera palestra dei piloti emergenti». Il resto del racconto riguarda un ragazzo “casa e famiglia”: fortissimo legame con i genitori ed il fratello, anch’egli militare, e tante regole e severità con se stesso.

Oltre al “rigore” da soldato, infatti, Andrea associa anche alimentazione e vita da sportivo così da essere sempre in forma. Infine l’impegno civile e sociale. Andrea è seguito in pista e sui social da centinaia di giovani. E la sua voce, come “testimonial” durante convegni e incontri sulla sicurezza stradale di cui è convinto sostenitore, diventa preziosissima per i coetanei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie