Lunedì 13 Luglio 2020 | 13:47

NEWS DALLA SEZIONE

la mostra
L’epico Laboratorio di Renzo Piano dedicato a Otranto

L’epico Laboratorio di Renzo Piano dedicato a Otranto

 
batterio Killer
Il secolare “albero del diavolo”

Salice Salentino, il secolare “albero del diavolo” ucciso dalla Xylella dopo 400 anni

 
il caso in salento
Otranto, «È un lupo oppure un cane inselvatichico?. Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»

«È un lupo o un cane inselvatichito? Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»: parla l'esperto

 
Il gasdotto
Melendugno, «Il gas di Tap arriverà a Ferragosto? Sono pronto  a presentare una denuncia»

Sindaco Melendugno, «Il gas di Tap a Ferragosto? Sono pronto a presentare denuncia»

 
L'intervista
Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

 
lo sbarco
Migranti, 36 pakistani rintracciati sul litorale del Salento

Migranti, 36 pakistani rintracciati sul litorale del Salento

 
Opera pubblica
San Foca, Tap, lavori ultimati. Presto il collaudo

Tap a San Foca, lavori ultimati: presto il collaudo

 
Il giallo
Racale, caccia ai complici del rapitore di Mauro

Racale, caccia ai complici del rapitore di Mauro

 
Il Caso
«Nessun focolaio a Copertino. La famiglia ha seguito i protocolli»

Coronavirus, nessun focolaio a Copertino: famiglia contagiata ha seguito i protocolli

 
nel leccese
Lido Marini, tartaruga deposita uova in mezzo alla musica assordante: è il terzo nido salentino

Lido Marini, tartaruga deposita uova in mezzo alla musica assordante: è il terzo nido salentino

 
sport
Ciclocross, sarà Lecce ad ospitare il campionato italiano nel 2021

Ciclocross, sarà Lecce ad ospitare il campionato italiano nel 2021

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari cerca una notte rock nel labirinto dei playoff

Bari cerca una notte rock nel labirinto dei playoff

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barinel barese
Monopoli, riuscita la simulazione di soccorso nel lago sotterraneo

Monopoli, riuscita la simulazione di soccorso nel lago sotterraneo

 
Foggiatruffa
Da Cerignola in Campania per vendere olio extravergine contraffatto: denunciato imprenditore

Da Cerignola in Campania per vendere olio extravergine falso: denunciato imprenditore

 
Leccela mostra
L’epico Laboratorio di Renzo Piano dedicato a Otranto

L’epico Laboratorio di Renzo Piano dedicato a Otranto

 
TarantoIl caso
Crispiano, Ippoterapia scomparsi due cavalli

Crispiano, scomparsi due cavalli per l'ippoterapia, sospetto furto

 
Materain zona san pardo
Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

 
BrindisiTrasporti
Brindisi, «Disservizi per navi e passeggeri. Si apra tavolo di concertazione»

Brindisi, stagione crocieristica: dopo luglio cancellati anche attracchi di agosto

 
Potenzanel Potentino
Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti

Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti. Pusher anche davanti alle scuole

 

i più letti

L'intervista

Giovanni Ciacci a Lecce: «Così bacchetto i look delle star»

L'esperto di stile ha partecipato al Detto Fatto Tour al Centro Commerciale Mongolfiera

Giovanni Ciacci a Lecce: «Così bacchetto i look delle star»

Schietto, diretto, cordiale, sorridente. E alto, altissimo. Giovanni Ciacci, costumista senese noto per aver curato il look di moltissime star, dal vivo è proprio come appare nella trasmissione «Detto Fatto», che va in onda ogni giorno alle 14 su RaiDue. Ieri era a Lecce, per presenziare al «Detto Fatto tour», evento che si è svolto al centro commerciale Mongolfiera. Alle tante presenti Ciacci ha dispensato consigli di stile, senza sottrarsi alle sue severissime quanto simpatiche pagelle.
«È un progetto al quale tengo tantissimo - spiega - Abbiamo tante tappe, domani (oggi ndr) saremo a Catanzaro, poi a Senigallia. Si tratta di un esperimento che porta la tv in mezzo al pubblico. Noi vendiamo sogni, per un giorno facciamo sognare la gente. È questo il nostro successo».


Il suo libro «La Contessa», ispirato alla vita di Giò Stajano, è andato in ristampa più volte. Come mai ha deciso di scriverlo?
«Avevo voglia di raccontare una storia che secondo me non era conosciuta al grande pubblico, o per lo meno ai ragazzi della generazione attuale. Mi sono divertito, era un personaggio curioso, che ha lottato per la sua libertà e secondo me, inconsapevolmente, per i diritti di tutti noi. Se oggi due ragazzi o due ragazze si possono baciare per strada, è anche grazie alla vita scandalosa di Giò Stajano».


Cosa è per te l’eleganza? Eleganti si nasce o si diventa?
«L’eleganza si può anche imparare, però se ce l’hai è un dono straordinario. Ci sono donne che lotteranno per tutta la vita e non la potranno mai avere. L’eleganza prescinde da quello che si indossa, è un qualcosa di innato».


Durante la tua rubrica a «Detto Fatto» spesso dai giudizi impietosi sui look di tante celebrità. Qualcuno si è mai lamentato?
«Certo! Anche oggi, mi chiamano sempre quando le tratto male. Ero qui a Lecce a pranzo e mi è arrivato un messaggio di Serena Grandi, che simpaticamente si lamentava di un due che le avevo dato. Sono messaggi ironici, succede spessissimo, specie durante le dirette. Poi io ho lavorato davvero con tutte, mi mancano solo la De Filippi e la Carrà».


Che rapporto hai con la popolarità?
«Sono timidissimo, a volte la popolarità mi dà ansia e angoscia. Spesso non me ne rendo conto, anche perché ho passato 25 anni della mia vita dietro le quinte degli spettacoli. Quando mi chiedono l’autografo io mi guardo sempre intorno per capire se sono con qualcuno dei miei amici famosi, invece poi mi rendo conto che si rivolgono a me. Questa cosa mi fa sorridere. Sento tanto l’affetto del pubblico, poi negli ultimi anni si è creato proprio un rapporto fisico: la gente ti chiede il selfie, ti tocca, ti bacia, non c’è più la distanza di un tempo».


Meglio la televisione di ieri o quella di oggi?
«Non rimpiango la televisione di ieri. Secondo me quella di oggi è di un livello altissimo. Certo, è divisa in generi, che possono piacere oppure no. In quella spagnola si picchiano, in quella americana si insultano, la nostra tv invece è di grande qualità. Noi ancora viviamo dei fasti del varietà: quello è nel nostro Dna e non cambierà mai».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie