Venerdì 19 Aprile 2019 | 06:18

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
Nel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
A campi Salentina
Intrappolato con auto nel passaggio a livello: paura per anziano

Intrappolato nel passaggio a livello: paura per anziano

 
Giovedì Santo
Lecce, mons. Seccia laverà piedi a detenuti in carcere Lecce

Lecce, mons. Seccia lava i piedi a detenuti in carcere

 
La vertenza
San Cesario, sigilli a Mercatone Uno a vigilia dello sciopero

San Cesario, sigilli a Mercatone Uno a vigilia dello sciopero

 
Preso dai Cc
Matino, minacciava la madre per avere i soldi: in cella 37enne

Matino, minacciava la madre per avere i soldi: in cella 37enne

 
Il caso
Parabita, lettera di minacce in Comune nel mirino i tre commissari

Parabita, lettera di minacce in Comune nel mirino i tre commissari

 
L'incidente
Lecce, contro un muro con la Porsche: muore imprenditore 40enne

Lecce, contro un muro con la Porsche: muore imprenditore 40enne

 
Il caso
Omicidio Noemi, fissato al 22 maggio il processo d'appello per fidanzato killer

Omicidio Noemi, fissato al 22 maggio il processo d'appello per fidanzato killer

 
All'Università del Salento
Da Lampedusa alla laurea: storia di Sajjad, neoingegnere

Da Lampedusa alla laurea: storia di Sajjad, neoingegnere

 
Nel leccese
Botte all'anziano zio disabile di cui era tutore: arrestato 63enne a Surbo

Botte all'anziano zio disabile di cui era tutore: arrestato 63enne a Surbo

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Operazione della Polizia

Lecce, traffico di droga e minacce a famiglia di un pentito: arresti e perquisizioni

Gli arrestati fanno parte di un gruppo criminale che aveva acquisito il controllo di parte del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, nel capoluogo leccese

polizia

La Polizia di Lecce sta eseguendo numerosi arresti per associazione a delinquere di stampo mafioso, nonché per traffico di sostanze stupefacenti e spaccio. Le indagini dei poliziotti della Squadra Mobile in collaborazione con quelli della Squadra Mobile di Ravenna, dei Reparti Prevenzione Crimine di Lecce, Potenza e Pescara, del Reparto Cinofili di Brindisi e del Reparto Volo di Bari hanno accertato che gli arrestati fanno parte di un gruppo criminale che aveva acquisito il controllo di parte del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, nel capoluogo leccese attraverso una serie di sodali storicamente legati alle loro persone.
Il procedimento, avviato dopo attività di indagine per individuare gli autori di una serie di atti intimidatori attuati nei confronti di congiunti di un collaboratore di giustizia, è stato, poi, ulteriormente implementato dalle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia che ha, di fatto, dato conferma dell’intero quadro probatorio acquisito nell’ambito dell’attività investigativa.

Gli elementi acquisiti hanno dimostrato come il gruppo criminale avesse ormai raggiunto nel territorio leccese, approfittando anche dello stato di detenzione delle figure di riferimento dei menzionati clan della Sacra Corona Unita, una relativa autonomia criminale mantenendo peraltro trasversali rapporti con personaggi di rilevante spessore criminale i quali, in più occasioni, si sono fatti da intermediari nella vendita di grossi quantitativi di stupefacenti.
Le indagini, che si sono protratte per oltre un anno e sono state supportate dalle preziose dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, hanno consentito di ricostruire centinaia episodi di spaccio di forti quantitativi di sostanze stupefacenti, cocaina, eroina, hashish e marijuana, attuati dai vari indagati sul territorio di questa provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400