Martedì 04 Agosto 2020 | 10:48

NEWS DALLA SEZIONE

l'allarme
Coldiretti: da metà giugno 1400 incendi in Salento, a fuoco ulivi malati di Xylella

Coldiretti: da metà giugno 1400 incendi in Salento, a fuoco ulivi malati di Xylella

 
nel leccese
Coronavirus, anziano positivo in Rsa a Campi Salentina: tamponi a tappeto

Coronavirus, anziano positivo in Rsa a Campi Salentina: tamponi a tappeto

 
Il caso
Città del Vaticano, Emanuela Orlandi: a Lecce l'esame di ossa trovate nel Vaticano

Emanuela Orlandi: a Lecce l'esame di ossa trovate nel Vaticano

 
Ambiente
Lecce, il mare della sua provincia tra i migliori d'Italia

Lecce, il mare della provincia tra i migliori d'Italia

 
Il caso
Gallipoli, maxi rissa tra 20 ragazzi in vacanza: due feriti

Gallipoli, maxi rissa tra 20 ragazzi in vacanza: due feriti

 
L'incidente
Melendugno, moto contro auto: centauro morto sul colpo. Un ferito

Melendugno, moto contro auto: centauro morto sul colpo. Ferita una donna

 
IL REPORTAGE
Lecce, la vita a Borgo San Nicola

Lecce, la vita dietro le mura di Borgo San Nicola

 
l'emergenza
Lecce, attenzione il virus continua a viaggiare

«Attenzione il virus continua a viaggiare sulle nostre gambe»: il monito del direttore Asl Lecce

 
UNIVERSITÀ
Unisalento pronta alla sfida

UniSalento pronta a sfidare i big degli atenei del Nord

 

Il Biancorosso

serie C
Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariSERVIZI
Bari, truffe agli anziani: c'è il telefono amico

Bari, truffe agli anziani: c'è il telefono amico

 
Foggial'episodio
Foggia, affiancano bracciante e gli sparano: ferito, indaga la polizia

Foggia, affiancano bracciante e gli sparano: ferito, indaga la polizia

 
PotenzaIL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 
BrindisiL'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido: grave 52enne, arrestata moglie

 
TarantoA Torricella
Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

 
Materal'emergenza
Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

 
BatBarriere architettoniche
Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

 

i più letti

Nel canale di Otranto

Barca si riempie d’acqua e rischia di affondare: salvati tre imprenditori

Tratti in salvo dai finanzieri tre noti imprenditori leccesi, nel cuore del Canale d’Otranto. Carlo Quarta, Simone Acquaviva ed Emiliano Inguscio

Barca si riempie d’acqua e rischia di affondare: salvati tre imprenditori

LECCE - La barca si riempie d’acqua e la gita sull’isola greca si trasforma in incubo: tratti in salvo tre noti imprenditori leccesi, nel cuore del Canale d’Otranto. Carlo Quarta, Simone Acquaviva ed Emiliano Inguscio sono i tre passeggeri soccorsi nella serata di sabato dai finanzieri della sezione Navale di Otranto.

Di ritorno da una giornata ad Othoni, isolotto vicino a Corfù anche conosciuto come Fanò, il primo in cui si imbatte partendo dall’Italia, hanno riscontrato un improvviso guasto al natante e lanciato il messaggio di sos.
Tutt’intorno, cielo e mare, ormai il buio: i tre hanno notato che l’indicatore del consumo di carburante si stava muovendo sempre più velocemente, segno di un’anomalia del motore. L’imbarcazione, lunga circa otto metri, si stava infatti riempiendo via via di acqua. Dapprima è partita la telefonata agli altri amici rimasti sull’isola per la notte. Poi, però, nel completo panico, hanno lanciato i grossi salvagente autogonfiabili in mare, in un disperato tentativo di mettersi in salvo.
Fortuna ha voluto che un elicottero delle fiamme gialle stesse sorvolando quel tratto, a circa venti miglia dalla costa salentina, in acque internazionali.

I finanzieri, infatti, erano operativi per la consueta attività di repressione del narcotraffico dai Balcani. I tre salentini hanno anche attivato i “razzi” di emergenza, per attirare l’attenzione dei militari.
Raggiunti da una motovedetta, sono stati soccorsi e fatti salire a bordo, mentre l’imbarcazione stava per affondare.

I finanzieri sono riusciti a “salvare” anche il natante, trainandolo fino al porticciolo della Città dei Martiri, dove si trova tuttora ormeggiato nei pressi degli uffici della capitaneria di porto.

Partita da San Foca e presa in prestito per essere provata prima di un eventuale acquisto, la barca sarà recuperabile. Per i passeggeri – Acquaviva è noto perché titolare di una concessionaria d’auto in città – non è scattata alcuna sanzione.
Al momento, infatti, i militari non hanno ravvisato violazioni al Codice della navigazione, né anomalie nei dispositivi di sicurezza. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie