Lunedì 22 Aprile 2019 | 08:43

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
Inchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
Nel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
Il caso
Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

 
Lite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 
Il caso
Parabita, dopo le minacce arriva lo scudo dello Stato

Parabita, dopo le minacce arriva lo scudo dello Stato

 
La decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
Verso il voto
«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

 
Nel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
Nel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
A campi Salentina
Intrappolato con auto nel passaggio a livello: paura per anziano

Intrappolato nel passaggio a livello: paura per anziano

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
BariL'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 
LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Nel canale di Otranto

Barca si riempie d’acqua e rischia di affondare: salvati tre imprenditori

Tratti in salvo dai finanzieri tre noti imprenditori leccesi, nel cuore del Canale d’Otranto. Carlo Quarta, Simone Acquaviva ed Emiliano Inguscio

Barca si riempie d’acqua e rischia di affondare: salvati tre imprenditori

LECCE - La barca si riempie d’acqua e la gita sull’isola greca si trasforma in incubo: tratti in salvo tre noti imprenditori leccesi, nel cuore del Canale d’Otranto. Carlo Quarta, Simone Acquaviva ed Emiliano Inguscio sono i tre passeggeri soccorsi nella serata di sabato dai finanzieri della sezione Navale di Otranto.

Di ritorno da una giornata ad Othoni, isolotto vicino a Corfù anche conosciuto come Fanò, il primo in cui si imbatte partendo dall’Italia, hanno riscontrato un improvviso guasto al natante e lanciato il messaggio di sos.
Tutt’intorno, cielo e mare, ormai il buio: i tre hanno notato che l’indicatore del consumo di carburante si stava muovendo sempre più velocemente, segno di un’anomalia del motore. L’imbarcazione, lunga circa otto metri, si stava infatti riempiendo via via di acqua. Dapprima è partita la telefonata agli altri amici rimasti sull’isola per la notte. Poi, però, nel completo panico, hanno lanciato i grossi salvagente autogonfiabili in mare, in un disperato tentativo di mettersi in salvo.
Fortuna ha voluto che un elicottero delle fiamme gialle stesse sorvolando quel tratto, a circa venti miglia dalla costa salentina, in acque internazionali.

I finanzieri, infatti, erano operativi per la consueta attività di repressione del narcotraffico dai Balcani. I tre salentini hanno anche attivato i “razzi” di emergenza, per attirare l’attenzione dei militari.
Raggiunti da una motovedetta, sono stati soccorsi e fatti salire a bordo, mentre l’imbarcazione stava per affondare.

I finanzieri sono riusciti a “salvare” anche il natante, trainandolo fino al porticciolo della Città dei Martiri, dove si trova tuttora ormeggiato nei pressi degli uffici della capitaneria di porto.

Partita da San Foca e presa in prestito per essere provata prima di un eventuale acquisto, la barca sarà recuperabile. Per i passeggeri – Acquaviva è noto perché titolare di una concessionaria d’auto in città – non è scattata alcuna sanzione.
Al momento, infatti, i militari non hanno ravvisato violazioni al Codice della navigazione, né anomalie nei dispositivi di sicurezza. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400