Martedì 28 Settembre 2021 | 07:38

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

turismo

In vacanza con «Salentoinbus» tra mare, relax e mete religiose

Potenziato il servizio di trasporto con autobus messo in campo dalla Provincia di Lecce, che assicurerà ai vacanzieri (ma anche ai residenti) di raggiungere le mete salentine grazie a collegamenti che saranno garantiti sette giorni su sette

«Salentoinbus» sarà attivo dal primo giugno al 30 settembre

Salento in bus

Il servizio «Salento in bus» è pronto ad entrare in funzione il prossimo 1° giugno, durerà quattro mesi esatti e avrà tre “anime” a seconda degli itinerari desiderati. Turismo balneare, mete religiose e luoghi di relax sono i tre pilastri su cui quest’anno è stato pensato e strutturato il servizio di trasporto su gomma messo in campo dalla Provincia di Lecce, che assicurerà ai vacanzieri (ma anche ai residenti) di raggiungere le mete salentine grazie a collegamenti che saranno garantiti sette giorni su sette.

LE NOVITA’ - Verranno introdotte corse che puntano a favorire i collegamenti con alcune mete religiose divenute importantissime per una fetta sempre più sostanziosa di turisti. Dopo la visita di Papa Francesco ad Alessano dello scorso 20 aprile, la richiesta di raggiungere questa meta per visitare la tomba di don Tonino Bello ha portato Palazzo dei Celestini a stringere un accordo con il Comune per inserire questa tappa (con sosta davanti al cimitero) come una delle mete da appuntare sulle cartine e sulle brossure che saranno in distribuzione tra qualche giorno, a partire dal prossimo 30 maggio quando a Lecce sarà convocata una conferenza stampa a Palazzo Adorno per illustrare l’iniziativa nei dettagli; accanto a questa un’altra meta potenziata sarà Santa Maria di Leuca, in particolare nel mese di agosto. Per questo motivo nei giorni scorsi un altro accordo è stato sottoscritto tra Provincia e Diocesi di Ugento per mirare a un incremento delle corse tra il 5 e il 10 quando giungeranno 600 ragazzi da tutto il mondo che avranno bisogno di muoversi alla scoperta del territorio prima di incontrare il Papa a Roma l’11 e il 12 di quel mese.

LE CONFERME - Saranno garantiti come l’anno scorso quattro mesi pieni di servizio, visto che è stata stabilita al 30 settembre la fine di queste corse speciali. Per tutto il periodo sarà attivo un call center multilingue ininterrottamente dalle 7 alle 22.30, insieme ai due info point leccesi di viale Gallipoli (piazzale della Camera di commercio) e al City terminal dell’ex Foro Boario in viale d’Europa, aperti dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 20. Ci saranno su strada non meno di 70 pullman e tra questi si potranno nuovamente rivedere quelli doppi con rimorchio, specie nelle mete estive più affollate come Gallipoli e Otranto. Chi non ha un mezzo proprio potrà quindi raggiungere le principali località turistiche e balneari del Salento (Otranto, Gallipoli, Leuca) e le aree costiere ad alta densità abitativa stagionale (Porto Cesareo, Torre dell’Orso, litoranea Gallipoli Sud, litoranea Santa Cesarea, Castro, Ciolo e Leuca) con punto di snodo su Maglie e Copertino. Gli orari delle corse sono stati studiati per essere integrati con i mezzi a lunga percorrenza da Lecce e verso lo stesso capoluogo provinciale, garantendo la concomitanza di arrivi e partenze di treni e aerei (grazie ai bus navetta) verso gli aeroporti di Brindisi e Bari.

GLI OBIETTIVI - Nelle intenzioni dichiarate della Provincia c’è quella di superare il milione di passeggeri come accaduto nel 2017, oltre a coprire eventuali tratte lasciate scoperte a causa delle mancate corse domenicali dei treni su cui si sta discutendo in queste ore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie