Domenica 19 Settembre 2021 | 17:13

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Dal pm

Lecce, si taglia il polso per il cellulare: ascoltata 12enne

La ragazzina - mandata in una comunità - era stata schiaffeggiata dal papà dopo che le aveva tolto il telefonino suscitando l'atto di autolesionismo

Lecce, padre le toglie cellulare12enne si taglia il polso

LECCE - La Procura per i minorenni del Tribunale di Lecce ha respinto la richiesta di accedere agli atti avanzata dal legale del padre della dodicenne di nazionalità sri lankese allontanata venerdì scorso dai genitori dopo essersi auto inflitta un leggero taglio al polso sinistro dopo che il genitore le aveva dato uno schiaffo e tolto il cellulare col quale si stava distraendo troppo piuttosto che studiare.

Il Procuratore Capo Maria Cristina Rizzo di concerto col giudice titolare dell’inchiesta Silvia Minerva, ha secretato gli atti, rigettando l’istanza di accesso sino all’avvenuto ascolto della minorenne disposto con modalità protetta alla presenza di uno psicologo che precederà quello dei genitori, fissato per il prossimo 24 aprile. Dopodichè i giudici decideranno in merito all’eventuale decadenza della patria potestà. La ragazzina si trova ora presso un istituto di suore di un comune dell’hinterland di Lecce.

Era stata la stessa 12enne a raccontare ad una delle sue insegnanti quanto accaduto e come il padre, a suo dire, altre volte l’avesse schiaffeggiata. Da qui la segnalazione ai servizi sociali e l’allontanamento dai genitori in esecuzione di un provvedimento anticipatorio preso in attesa delle determinazioni dal Tribunale per i Minorenni. Il padre, il cui legale è l'avvocato Paolo Spalluto, gestisce a Lecce un negozio di alimentari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie