Domenica 14 Agosto 2022 | 18:05

In Puglia e Basilicata

Elezioni

Puglia e Basilicata, oggi ballottaggi roventi: Barletta col fiato sospeso

Puglia e Basilicata, oggi ballottaggi roventi: Barletta col fiato sospeso

Urne aperte dalle 7 alle 23. Al voto altri 9 comuni pugliesi e Policoro in Basilicata

26 Giugno 2022

Redazione Primo Piano

Occhi puntati sui ballottaggi di oggi per decifrare le manovre in corso nel panorama politico nazionale (nonché pugliese e lucano). In palio non ci sono solo i municipi, ma anche le geometrie delle alleanze in vista delle ormai prossime politiche del 2023.

In quindici giorni, del resto, sono già iniziate le grandi manovre, con la scissione nei 5s e la nascita di«Insieme per il futuro», la cosa centrista di Luigi Di Maio (ora corteggiato da Clemente Mastella).
I leader di centrodestra hanno provato a mettere da parte le divisioni della prima tornata, e hanno sfoggiato una quasi unità in un video appello al voto (soprattutto per mettere una pezza sulla dilaniata questione Verona, dove Fdi e tosiani litigano da anni, e il candidato della sinistra Damiano Tommasi è in vantaggio). Mentre il centrosinistra sta provando a verificare i danni della scissione nel M5s. Il centro, invece, non può che prendere tempo, per capire chi starà con chi per fare cosa. Oggi si tornerà al voto in 13 capoluoghi: in 7 il centrosinistra si presenta ai ballottaggi in vantaggio, in 5 il centrodestra, in uno (Viterbo) una lista civica. Fra le sfide tenute più d'occhio, c'è proprio quella di Verona, con Damiano Tommasi che, per il centrosinistra, sfida il sindaco uscente Federico Sboarina, sostenuto da Lega e FdI, con Berlusconi che lo sostiene e i forzisti locali freddi (non è stato siglato l'apparentamento). Attenzione anche su Parma, dove l'ex assessore di Pizzarotti, Michele Guerra, sostenuto dal centrosinistra ma non dal M5s, se la vede con Pietro Vignali che, presentato da Lega e FI, per il ballottaggio ha ottenuto il sostegno anche di FdI, seppur con qualche incertezza. Gli appelli dei leader sono stati lineari con le coalizioni. «Adesso l'importante è unirsi, anche laddove il centrodestra la settimana scorsa è andato diviso, e scegliere donne e uomini che rappresentano il centrodestra, che unito vince da Nord a Sud», ha detto Matteo Salvini nel videomessaggio. Stesso invito da Giorgia Meloni: «Fratelli d'Italia sostiene e invita a votare il candidato di centrodestra arrivato al ballottaggio. Perché noi combattiamo sempre e solo la sinistra». Diretto Silvio Berlusconi: «Se deciderete di non scegliere, vincerà la sinistra». Se al centrodestra il voto servirà a pesare la coalizione, al centrosinistra sarà utile per capire un po' meglio quale futuro abbia il campo largo, quello a cui sta lavorando il Pd, per riunire le forze che vanno dall'ex Leu a Iv e Calenda, passando per il M5s e, adesso, Ipf. «Noi governiamo 2 su 13 città capoluogo al voto - ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta - Prima di parlare di campo largo che si sfarina, aspetto il risultato delle urne». L'orizzonte poi si sposterà alle politiche del 2023: «Le alleanze che cerchiamo sono le più larghe - ha detto Letta - Chi ci vuol stare starà con noi sulla base dei programmi. Il Pd è il partito più grande, che ha la maggiore responsabilità di mettere parole di unità. Ai cittadini non importa sapere se c'è Tizio o Caio ma se abbiamo un programma vincente».

In Basilicata si vota solo a Policoro, mentre in Puglia i riflettori sono soprattutto su Barletta dove si sfidano il sindaco uscente Mino Cannito (centrodestra) e Santa Scommegna (centrosinistra, con l'apporto dei vendoliani ma non dei 5S). Nel Tacco d'Italia ci saranno ballottaggi anche a Giovinazzo, Molfetta, Castellana, Castellaneta, Galatina, Palagiano, Mottola, Polignano e Santeramo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725