Venerdì 20 Maggio 2022 | 00:01

In Puglia e Basilicata

L'intervista

Treni veloci e Tap, parla la Bellanova: «È la sfida per il Sud»

Bellanova: «I fondi Ue non sono un fatto privato»

La viceministra alle infrastrutture Teresa Bellanova: «Tap strategico, molti ora dovrebbero scusarsi»

06 Maggio 2022

Mimmo Mazza

«La grande sfida della sostenibilità e della riduzione della dipendenza dai combustibili fossili si affronta progressivamente e in modo determinato, diversificando fonti e vettori, come era stato già indicato nella strategia energetica nazionale, sostenendo il mix fonti di transizione e rinnovabili, velocizzando i processi autorizzativi, e valorizzando gli straordinari passi in avanti che ricerca e tecnologia ci mettono a disposizione».

Parole di Teresa Bellanova, senatrice di Italia Viva e Viceministra alle Infrastrutture e alle mobilità sostenibili che ha accettato di rispondere alle domande della Gazzetta.

E sul fronte trasporti cosa si può fare?

«Ridurre significativamente le emissioni di gas a effetto serra è la sfida più importante che il settore deve affrontare. Il nostro sistema della mobilità sconta carenze, ritardi e forti distorsioni strutturali con effetti profondi sulla transizione ecologica e sul potenziale di crescita e di sviluppo della competitività dell’intero sistema-Paese. La decarbonizzazione è un fattore chiave, per questo sono necessari interventi trasversali, lungo più linee di azione. Significa rafforzare gli investimenti in nuove tecnologie per rendere più efficienti gli attuali vettori energetici green, abbattendone i costi di produzione. Stiamo potenziando i sistemi di trasporto sostenibili, lo shift modale verso il ferro, l’intermodalità e, soprattutto per gli spostamenti di ultimo miglio, la micro-mobilità elettrica. Stiamo intervento in modo determinante sulla quota di trasporto pubblico locale con il rinnovo, il potenziamento e la decarbonizzazione della flotta dei veicoli, abbattendo anche le emissioni necessarie alla loro produzione. Tutte scelte che implicano una gestione più efficiente della domanda di mobilità ed una maggiore omogeneità territoriale dei servizi offerti, e rispondono alla domanda di qualità ed efficienza dei servizi che i cittadini esprimono. Sostenibilità ed accessibilità passano da qui».

Continua a leggere sull'edizione cartacea o sulla nostra edicola digitale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725