Martedì 22 Gennaio 2019 | 19:47

NEWS DALLA SEZIONE

il salvataggio
Foggia, bimba in pericolo di vita trasportata d'urgenza con Falcon 50 Aeronautica

Foggia, bimba in pericolo di vita trasportata d'urgenza con Falcon 50 Aeronautica

 
IL BARLETTANO DAGOSTINO
Fatture false, il «re degli outlet» valuta se usare pace fiscale

Fatture false, il «re degli outlet» valuta se usare pace fiscale

 
Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
Il caso
Bari, nuovo «no» della Procura al salvataggio di Interporto

Bari, altro «no» della Procura al salvataggio di Interporto

 
Capitale della Cultura
Matera 2019, la Fondazione: «Bilancio dell'inaugurazione fantastico»

Matera 2019, la Fondazione: «Bilancio dell'inaugurazione fantastico»

 
Il riconoscimento
Xylella, ingegnere di Conversano premiato: ecco la macchina per uccidere la sputacchina

Xylella, ingegnere di Conversano premiato: ecco la macchina per uccidere la sputacchina

 
Truffa aggravata
Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

 
Operazione dei Cc
Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

 
Elezioni
Regionali, Basilicata al voto il 23 marzo: firmato il decreto

Regionali, Basilicata al voto il 24 marzo: firmato il decreto

 
Il Tribunale
Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

 

a lecce

Procuratore De Raho
«Le mafie oggi radicate
in politica ed economia»

Federico Cafiero de Raho

Federico Cafiero de Raho

LECCE - «Le mafie ormai sono diventate delle holding. Hanno consulenti economici, commerciali, industriali attraverso i quali individuano di volta in volta i settori più redditizi. L’operazione di oggi a Palermo lo conferma. Le mafie continuano ad essere forti perché ricche e riescono a reinvestire nell’economia attraverso, di volta in volta, intestatari fittizi che sono molto spesso soggetti economici apparentemente affidabili e credibili. Nella politica riescono addirittura formare i loro esponenti quando non si limitino ad inquinare il tessuto politico o a infiltrarsi nelle pubbliche amministrazioni». Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho a Lecce.
«Le mafie oggi - ha continuato - sono tutte strutturate, al di là dei gruppi camorristici, o di quelli che operano nella provincia di Foggia, che sono ancora gruppi molto sanguinari e più 'fluidi' e non radicati sul territorio, altrove le mafie sono ormai radicate e molto forti perché riescono a strutturarsi sia nel settore economico sia in quello politico, mantenendo poi un controllo sul territorio con una struttura militare che consente di continuare ad esercitare estorsioni, usura e scommesse on line, settore questo tra i più floridi perché consente di aggirare la normativa, il controllo e vigilanza sul riciclaggio».

«Il nostro primo obiettivo è individuare il canale finanziario attraverso il quale le mafie reinvestono i propri guadagni», ha sottolineato de Raho, «E questo è molto difficile - ha proseguito - perché le mafie ormai si sono costituite in società costituite da professionisti che sulla base di sondaggi di mercato che operano al pari di qualsiasi altro soggetto economico, diversificano gli investimenti, individuando di volta in volta il settore più redditizio in cui investire. Le ultime indagini ci hanno dimostrato come le organizzazioni malavitose del Sud Italia finiscano per reinvestire poi i profitti nel Centro e nel Nord Italia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400