Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 08:41

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
L'inchiesta sui giudici
Quell'incontro tra il pm ambizioso e Lotti organizzato dal papà di Renzi

Quell'incontro tra il pm ambizioso e Lotti organizzato da papà Renzi

 
Giudici & mazzette
«Mi parlò di Gladio e servizi, voleva500 euro al giorno per le sue amanti»

«Parlò di Gladio e servizi, voleva
500 euro al giorno per le amanti»

 
La protesta
Gazzetta, altri tre giorni di scioperoI giornalisti: silenzio dei commissariFnsi: non rispettati diritti giornalisti

Gazzetta, altri 3 giorni di sciopero:
«I commissari non rispondono» 
Fnsi: violati diritti dei giornalisti

 
Inchiesta da Lecce
Trani, arrestati due magistrati per corruzione e falso ideologico

Trani, arrestati due magistrati: processi venduti per soldi, Rolex e diamanti.Imprenditore confessa: così pagai milioni

 
Burrasca
Maltempo, vento forte su Puglia, Basilicata e Calbaria

Maltempo, vento forte su Puglia, Basilicata e Calabria

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
L'incontro
Trivelle, Emiliano: «Sospensiva non ci accontenta, serve agenzia per bloccare ricerche in mare»

Trivelle, Emiliano: «Sospensiva non ci accontenta, bloccare ricerche in mare»

 
Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
In una zona di campagna
Foggia, bomba contro villa allevatore di polli: «Mai alcuna minaccia»

Foggia, bomba contro villa allevatore di polli: «Mai alcuna minaccia»

 
La cerimonia
Nadia Toffa è cittadina onoraria di Taranto: «Siete la mia forza»

Nadia Toffa è cittadina onoraria di Taranto: «Siete la mia forza»

 

il caso a torre san giovanni

La scomparsa di Roberta
La Bruzzone: uccisa 19 anni fa
da un amico di famiglia

Roberta martucci

LECCE - «Chi ha ucciso Roberta Martucci è una persona che era molto vicino alla famiglia. Che aveva con lei rapporti personali e che conosceva tutto di lei, la sua vita privata e lavorativa. Non è stato un delitto a sfondo sessuale, l'ha uccisa perché era probabilmente a conoscenza di un segreto inconfessabile e quindi potenzialmente scomoda. Noi, io e l'avvocato Fabrizio Ferilli, legale della famiglia, abbiamo fatto nome e cognome di questa persona alla Procura di Lecce che finora non era stata mai sfiorata dall’inchiesta».
Per la prima volta, dopo aver assunto l’incarico di consulente di fiducia della famiglia Martucci, la criminologa e psicologa forense Roberta Bruzzone, parla del risultato degli approfondimenti condotti in questi mesi su tutti gli atti prodotti dall’indagine sulla scomparsa della giovane di Torre San Giovanni, marina di Ugento, scomparsa all’età di 28 anni, la sera del 20 agosto 1999, dopo essere uscita di casa.

«In questa vicenda - ha detto - ci sono stati almeno nove tentativi di depistaggi operati dal nostro sospettato con messaggi, telefonate e fax inviati anche alla Procura in forma anonima e con l’obiettivo di far ricadere i sospetti sulle due amiche di Roberta, che invece sono estranee ad ogni contesto così come anche l’ex fidanzato di Roberta». La criminologa ha parlato del caso Martucci nel corso di Figilo, Festival dell’informazione locale, in corso a Gallipoli. Presente all’incontro anche Lorella Martucci, sorella di Roberta.
«Spero che ora si lavori nel senso giusto - ha detto Lorella Martucci - perché fino ad ora si è lavorato sempre nella direzione sbagliata».
L’inchiesta sulla scomparsa di Roberta Martucci, più volte archiviata, è stata riaperta nel settembre scorso su sollecitazione della famiglia dal procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone ed è tuttora a carico di ignoti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400