Martedì 23 Ottobre 2018 | 22:08

NEWS DALLA SEZIONE

Puglia
Regione, nuove accuse sugli appaltiLiviano: ai soliti. Capone: ora querelo. Pugliapromozione: smentito dai dati

Regione, nuove accuse sulle gare. Liviano: ai soliti. Capone: querelo. Pugliapromozione: ecco i dati

 
Protestano i grillini
Puglia, la battaglia delle poltroneScontro sulla commissione antimafia al M5S

Puglia, la battaglia delle poltrone ed è scontro sulla commissione antimafia al M5S

 
In Cassazione
Riti satanici in casa famiglia nel Salento, otto anni a due educatori

Lacce, riti satanici in casa famiglia
Condannati a 8 anni due educatori

 
L'Italia a due velocità
Treni veloci, ok gara a primo lottoper doppio binario Termoli-Lesina

Treni veloci, ok gara a primo lotto per doppio binario Termoli-Lesina

 
Dopo il maltempo
«Casarano, domani scuole chiuse», ma il post del sindaco è un fake sgrammaticato

«Casarano, domani scuole chiuse», ma il post del sindaco è un fake sgrammaticato

 
Durante un'esercitazione
Taranto, botto e fumo da nave militare straniera: «manutenzione»

Taranto, botto e fumo da nave militare straniera: «manutenzione»

 
L'annuncio
Bari, per il ministero: «Giustizia più rapida con gestione digitale delle pratiche»

Palagiustizia, Ministero: «Processi più rapidi con le pratiche digitali»

 
Dopo due anni di indagini
Taranto, contrabbandavano gasolio agricolo: in 7 ai domiciliari

Taranto, contrabbandavano gasolio: 7 arresti, sequestrati 55 mln beni

 
A Barletta
Rapinato in stazione, arrestata donna rumena: si cercano 2 complici

Rapinato in stazione, arrestata donna rumena: si cercano 2 complici

 
A canosa di Puglia (Bt)
Fermato al posto di blocco con 30kg di droga in auto: arrestato un barese

Fermato al posto di blocco con 30kg di droga in auto: arrestato un barese

 
Il rapporto
Puglia, resta un «buco» da 372 milioni nell’efficienza degli ospedali

Puglia, resta un «buco» da 372 milioni nell’efficienza degli ospedali

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

allarme sociale

Foggia, furti nel sonno
caso numero 7 in un mese

In due circostanze le vittime si sono trovate faccia a faccia con i ladri gridando e mettendoli in fuga, negli altri 4 casi i derubati invece sono resi conto delle intrusioni quando dei «topi d’appartamento» non c’era più traccia

ladri in casa

FOGGIA - Ancora un furto in appartamento in città messo a segno di notte mentre le vittime dormono. Con il colpo della scorsa notte in un’abitazione al secondo piano di uno stabile di via Bonghi, salgono a 7 i furti compiuti e/o tentati nell’ultimo mese nonostante la presenza dei padroni di casa: in due circostanze le vittime si sono trovate faccia a faccia con i ladri gridando e mettendoli in fuga, negli altri 4 casi i derubati invece sono resi conto delle intrusioni quando dei «topi d’appartamento» non c’era più traccia.

Come successo per l’ultimo colpo: alle 5 di ieri uno dei componenti del nucleo familiare si è svegliato e si è reso conto che qualcuno nella nottata si era introdotto nell’appartamento, con successiva telefonata al «113» che ha mandato in via Bonghi una «volante» per il rituale sopralluogo di furto. Colpo che peraltro avrebbe fruttato poco, visto che secondo una prima ispezione chi si è introdotto nell’appartamento (forse forzando la porta d’ingresso) e muovendosi con circospezione senza svegliare le vittime, ha rubato una quarantina di euro e le chiavi dell’auto parcheggiata sotto casa, che però non ha poi rubato: la macchina è stata ritrovata con le chiavi inserite nel quadro d’accensione. Indagini in corso per risalire ai «topi d’appartamento»: nei 6 precedenti casi non si è arrivati all’individuazione dei responsabili delle intrusioni.

Sempre nella nottata la «volante» ha invece sventato un furto all’interno di un supermercato nella zona tra via Lucera e viale Giotto. Quando la pattuglia è intervenuta sul posto alle 3.30 in seguito ad una segnalazione giunta alla sala operativa della Questura, ha verificato che i ladri - ad agire sono state più persone - erano penetrate nel market, forzando la grata di protezione di una finestra sul retro, per poi dirigersi nell’ufficio dove c’era la cassaforte che però non sono riusciti ad aprire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400