Martedì 10 Dicembre 2019 | 05:56

NEWS DALLA SEZIONE

San Nicandro Garganico
Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: ricercati due uomini

Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: ricercati due uomini

 
La sentenza
Foggia, ai bambini: «Sgozzate i miscredenti». Condannato per terrorismo un egiziano

Foggia, ai bambini: «Sgozzate i miscredenti». Condannato per terrorismo un egiziano

 
crolli nel salento
San Foca, mareggiata sgretola la falesia: divieto di avvicinamento

San Foca, mareggiata sgretola la falesia: divieto di avvicinamento

 
Lo spostamento
Bari, rinviato al prossimo 4 gennaio il concerto di Massimo Ranieri

Bari, rinviato al prossimo 4 gennaio il concerto di Massimo Ranieri

 
A Taranto
Mittal, volantini dei sindacati in fabbrica, dalle 23 lavoratori in sciopero

Mittal, parte sciopero: mille lavoratori in piazza a Roma. Afo 2, ok da Procura

 
il macchinario
Xylella, Uniba presenta macchinario che elimina dal terreno uova sputacchina

Xylella, un getto di vapore per eliminare la sputacchina: progetto Uniba

 
L'estorsione
Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

Foggia: «Vuoi essere protetto? Dacci 200 euro», 2 arresti

 
nel Salento
Nardò, melograni riprodotti illegalmente: sequestro da un milione di euro

Nardò, melograni riprodotti illegalmente: sequestro da un milione di euro

 
Nuoto
La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSan Nicandro Garganico
Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: ricercati due uomini

Pestano due carabinieri nel Foggiano e fuggono: ricercati due uomini

 
BariLa sentenza
Lecce, condannato pm barese a 4 mesi: rivelò notizie a un prof.

Lecce, condannato pm barese a 4 mesi: rivelò notizie a un prof.

 
Tarantoè ai domiciliari
Taranto, strappa borsa a una vecchietta per strada: arrestata 28enne

Taranto, strappa borsa a un'anziana per strada: arrestata 28enne

 
PotenzaSanità
«San Carlo» Potenza, c'è la copertura finanziaria 2020 per tutto il personale

«San Carlo» Potenza, c'è la copertura finanziaria 2020 per tutto il personale

 
Leccecrolli nel salento
San Foca, mareggiata sgretola la falesia: divieto di avvicinamento

San Foca, mareggiata sgretola la falesia: divieto di avvicinamento

 
Batnordbarese
Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

 
BrindisiPub Ciporti
Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

 
MateraOperazione dei Cc
Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

 

i più letti

Trasporti

Marozzi chiude linee e licenzia:
«Flixbus ci ha distrutto»

A casa 85 su 92 dipendenti. Vinella, amministratore di Sita sud che controlla Marozzi: non possiamo competere con un algoritmo

Bus Marozzi assaltato interrogazione ad Alfano

MASSIMILIANO SCAGLIARINI

BARI - La concorrenza di Flixbus ha prodotto «una forte contrazione di clienti e quindi di fatturato», che rende necessaria la chiusura delle linee interregionali. Una crisi definita «irreversibile»: per questo ieri il colosso pugliese Marozzi ha comunicato ai sindacati l’avvio delle procedure di licenziamento collettivo per 85 dei 92 dipendenti diretti, con la cessazione dei collegamenti su gomma dalla Puglia verso Roma, Siena, Firenze e Pisa.

«Per stare al passo con i competitor dobbiamo purtroppo attivare le procedure di mobilità», dice Giuseppe Vinella, amministratore delegato di Sita Sud (la società del gruppo che controlla Marozzi, 14 milioni di euro di fatturato annuo) e presidente regionale dell’Anav. L’associazione di categoria negli scorsi mesi ha portato la battaglia in Parlamento, con una norma anti-Flixbus poi cancellata a furor di popolo. «Lo Stato - dice Vinella - ritiene in sostanza che dobbiamo tutti diventare una piattaforma, e ci trasformeremo in piattaforma».

Il riferimento è ai costi di esercizio. Flixbus, nata in Germania e ben presto diventata il riferimento assoluto per i viaggi low-cost su gomma, è un portale di vendita di biglietti che non ha mezzi: organizza il servizio e riconosce all’operatore che lo svolge 65 centesimi a km. Una cifra che secondo Anav non è sufficiente a coprire i costi derivanti dall’applicazione dei contratti nazionali e dall’osservanza delle varie norme a tutela della sicurezza e dei viaggiatori: «La media nazionale - secondo Vinella - è di un euro e 60 centesimi a chilometro».

Il mercato delle linee a medio-lunga percorrenza è concentrato al Sud, come conseguenza della minor efficienza dei collegamenti ferroviari. Ed ecco perché l’impatto di Flixbus è particolarmente forte in Puglia e in Basilicata, dove già altri operatori hanno ridotto le linee statali. «Servirebbe un intervento regolatorio a livello europeo - commenta Maria Teresa De Benedictis, segretario regionale della Filt Cgil -. Le autorizzazioni per le linee di competenza statale devono essere date agli operatori che abbiano la proprietà di almeno un mezzo, e non invece a una piattaforma informatica che vende semplicemente servizi accessori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianfrancofiore

    15 Novembre 2017 - 21:50

    Mancano le linee per le ferrovie e, gli aereoporti tipo Matera Bari aereoporto Bari Stazione.Inoltre i Flixbus sono tutti nuovi.

    Rispondi

  • lucianoq

    15 Novembre 2017 - 11:15

    "Vinella, amm di Sita sud che controlla Marozzi: non possiamo competere con un algoritmo" Ottimo. Licenziate Vinella. Che faceva Marozzi quando Flixbux investiva nell'"algoritmo"? Come se fosse una cosa sleale. L'Uni di Bari produce decine di informatici specializzati in intelligenza artificiale ogni anno, tutti costretti ad emigrare perché l'"algoritmo" è ancora visto come una concorrenza sleale.

    Rispondi

  • Ale70

    15 Novembre 2017 - 08:48

    Con la chiusura di Marozzi finisce una parte della mia vita. Quante notti in pullman per raggiungere la mia famiglia in occasioni felici o tristi, quanta emozione quando vedevo sorgere l'alba sui "miei" ulivi, quante lacrime quando dovevo salutarli! Il mio pensiero va anche a chi ci ha lavorato con professionalità e umanità, "traghettandoci" su e giù per l'Italia, e ora ha davanti a sé solo incertezze. Oggi è un giorno triste davvero.

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie