Domenica 17 Novembre 2019 | 07:46

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Bari, venditore abusivo aggredisce agenti: arrestato

Bari, venditore abusivo aggredisce agenti: arrestato

 
Serie C
Bari calcio, Vivarini: «Contro Paganese voglio personalità»

Bari calcio, Vivarini: «Contro Paganese voglio personalità»

 
Sul lavoro
Grottaglie, infortunio alla Leonardo: operaio con trapano si ferisce alla mano

Grottaglie, infortunio alla Leonardo: operaio con trapano si ferisce alla mano

 
Social news
Ex Ilva, «Sono di Taranto e per tutta la vita ho visto gente morire di tumore»: il post diventa virale

Ex Ilva, «Sono di Taranto e per tutta la vita ho visto gente morire di tumore»: il post diventa virale

 
Il caso
Taranto, in fiamme un'ambulanza della Croce Rossa in servizio 118

Taranto, in fiamme un'ambulanza della Croce Rossa in servizio 118

 
nel Foggiano
Lucera, figlio disabile escluso da corso di nuoto a scuola: mamma denuncia

Lucera, figlio disabile escluso da corso di nuoto a scuola: mamma denuncia

 
riqualificazione
Bari, ospedale pediatrico inaugura nuovo accesso riservato ai mezzi di soccorso

Bari, ospedale pediatrico inaugura nuovo accesso riservato ai mezzi di soccorso

 
dalla polizia
Foggia, spintonarono e derisero anziano: identificati 7 ragazzini tra gli 11 e i 14 anni

Foggia, spintonarono e derisero anziano: identificati 7 ragazzini tra gli 11 e i 14 anni

 
lavora nel Tarantino
Putignano, carabiniere con la cocaina nell'auto fermato dai colleghi a posto di blocco: arrestato

Putignano, carabiniere con droga in auto fermato dai colleghi a posto di blocco: arrestato

 

Il Biancorosso

verso il match
Bari, Sigarini ricorda la trasferta a Pagani

Bari, Sigarini ricorda la trasferta a Pagani

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl siderurgico
Caso Mittal, Peacelink Taranto: «Aiuti Stato vietati, sì a riconversione»

Caso Mittal, Peacelink Taranto: «Aiuti Stato vietati, sì a riconversione»

 
BariIl caso
Bari, venditore abusivo aggredisce agenti: arrestato

Bari, venditore abusivo aggredisce agenti: arrestato

 
Foggianel Foggiano
Lucera, figlio disabile escluso da corso di nuoto a scuola: mamma denuncia

Lucera, figlio disabile escluso da corso di nuoto a scuola: mamma denuncia

 
LecceL'appuntamento
Scorrano, torna il presepe di sabbia: vicino alla Natività anche Don Tonino Bello e Gandhi

Scorrano, torna il presepe di sabbia: vicino alla Natività anche Don Tonino Bello e Gandhi

 
Materaconta dei danni
Maltempo, serve un piano straordinario per Metaponto

Maltempo, serve un piano straordinario per Metaponto

 
BrindisiNel Brindisino
Oria, rifiuta il test antidroga e ha eroina negli slip: denunciata una 31enne

Oria, rifiuta il test antidroga e ha eroina negli slip: denunciata una 31enne

 
BatLa sentenza
Giro di droga ad Andria: 23 condanne, confiscati campi da calcio e case

Giro di droga ad Andria: 23 condanne, confiscati campi da calcio e case

 
Potenzal'indagine
Potenza, parrucchiere 58enne violenta giovane dipendente: ai domiciliari

Potenza, parrucchiere 58enne violenta giovane dipendente: ai domiciliari

 

i più letti

Ad Apricena

Agguato nel Foggiano
uccisi due pregiudicati

carabinieri

Il luogo del duplice omicidio ad Apricena (foto Maizzi)

APRICENA (FOGGIA) - Due pregiudicati, Antonio Petrella, di 54, e Nicola Serrelli, di 43 anni, zio e nipote, sono stati uccisi nel tardo pomeriggio in un agguato compiuto alla periferia di Apricena, nel Foggiano, con colpi sparati da un kalashnikov, da un fucile a canne mozze e da una pistola. Si pensa a un regolamento di conti nell’ambito della malavita locale o garganica. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di San Severo e i colleghi del Reparto operativo di Foggia con le indagini coordinate dalla Procura della repubblica di Foggia.

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, le due vittime percorrevano la strada provinciale per San Nazario a bordo di un Fiat “Doblò” bianco con cui erano soliti muoversi in paese. Alla guida del mezzo c’era Ferrelli, mentre lo zio Petrella sedeva sul lato passeggeri.

Il mezzo delle due vittime sarebbe stato affiancato da un’auto con a bordo tre, forse quattro persone. Ne è nato un inseguimento mentre dalla macchina dei killer sarebbero partiti alcuni colpi che avrebbero ferito zio e nipote. Ad attestarlo il fatto che il furgone – forse perché senza guida o perché Ferrelli potrebbe averne perso il controllo – ha finito la sua corsa contro il palo di una rotatoria.

A questo punto i sicari sono scesi dall’auto, hanno raggiunto i due feriti per finirli. I loro corpi sono stati trovati vicini, quasi l’uno sull’altro.

Antonio D’Amico

L'articolo completo nell'edizione del 21 giugno de La Gazzetta del Mezzogiorno. Clicca qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie