Venerdì 17 Settembre 2021 | 06:21

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Dal 6 maggio fino al 4 giugno 2017

In Pinacoteca Bari mostra
tele dedicata a San Nicola

In Pinacoteca Bari mostra tele dedicata a San Nicola

BARI - In occasione delle celebrazioni dedicate a San Nicola, la Pinacoteca ha curato la mostra «San Nicola in cinque opere della Pinacoteca», un percorso iconografico che presenta cinque opere che fanno parte della collezione della Pinacoteca metropolitana Giaquinto. La mostra - informa un comunicato - rimarrà aperta al pubblico dal 6 maggio fino al 4 giugno 2017.

«Abbiamo voluto omaggiare uno dei Santi più venerati della Cristianità orientale con opere che non hanno solo carattere devozionale, - afferma Francesca Pietroforte, consigliera metropolitana delegata ai Beni culturali - ma che sono anche una testimonianza storica delle tradizioni e dei luoghi della città di Bari che con il tempo sono cambiati come, per esempio, l'opera di Raffaele Armenise che mostra il Molo di Sant'Antonio all’epoca in cui non era ancora stato costruito l’attuale lungomare Imperatore Augusto».

Il percorso si apre con l’icona più antica del museo, la Pala raffigurante il santo e storie della sua vita, risalente al XIII secolo, una tempera dipinta su tavola lignea di autore pugliese proveniente dalla chiesetta di Santa Margherita a Bisceglie. Impostato secondo la tradizionale iconografia bizantina, il dipinto raffigura il Santo benedicente in posizione frontale, circondato da una cornice di piccole scene che raccontano episodi della sua vita e miracoli post-mortem. Uno dei suoi miracoli più famosi è anche illustrato nella tela di Corrado Giaquinto, San Nicola salva i naufraghi, del 1746.

L’opera costituisce un modelletto che il maestro molfettese realizzò per la grande pala perduta nella chiesa romana di San Nicola dei Lorenesi. Il Santo è rappresentato mentre porta in salvo l’intero equipaggio di una barca in balìa delle onde. Il soggetto marinaresco è ripreso anche nel grande lavoro di Raffaele Armenise, la Festa di San Nicola a Bari, del 1920, che descrive l’arrivo delle barche cariche di pellegrini per la festa patronale. Di carattere più devozionale è il Ritratto del Santo di Nicola Mascialino, del 1930, qui accompagnato dalla presenza dei bambini nella botte, riferimento a un altro dei più noti miracoli del vescovo di Mira. A chiusura dell’esposizione, un olio su vetro di Gabriela Desvaldi, pittrice contemporanea specializzata nella rivisitazione delle icone bizantine, con la sua Icona che richiama la pala di Bisceglie. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie