Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 08:30

NEWS DALLA SEZIONE

La nomina
Apulia film commission, l'architetta Dellomonaco è la nuova presidente

Apulia film commission, l'architetta Dellomonaco è la nuova presidente

 
Il vicepremier
Migranti, Salvini annuncia chisura del Cara di Borgo Mezzanone

Migranti, vicepremier: chiuderà Cara Borgo Mezzanone a Foggia

 
Il leader della lega in città

Salvini a Bari, in visita alla villa sequestrata alla mafia La diretta

 
A Gallipoli
Nigeriano sventa rapina in supermercato: Emiliano lo premia

Nigeriano sventa rapina in supermercato: Emiliano lo premia

 
L'analisi
Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
Le dichiarazioni
Confindustria, Boccia: «Economia rallenta, dati devono far riflettere»

Confindustria, Boccia: «Economia rallenta, dati devono far riflettere»

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 
L'emergenza
Xylella, conclusa l'inchiesta alla Camera: «Si può solo eradicare, non ci sono cure»

Xylella, conclusa l'inchiesta alla Camera: «Si può solo eradicare, non ci sono cure»

 
L'iniziativa
Le strade di Bari si colorano con i murales dei Lego, grazie allo street artist Pao

Le strade di Bari si colorano con i murales dei Lego, grazie allo street artist Pao

 
Accoltellato un libico
Non vuole pagare uno dei suoi lavoratori e tenta di ucciderlo: arrestato sudanese nel Tarantino

Non vuole pagare uno dei suoi lavoratori e tenta di ucciderlo: arrestato sudanese nel Tarantino

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceComponente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
MateraNel Materano
Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

 
BariInaugura il 21 febbraio
Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

 
TarantoAl Teatro Fusco
La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

 
BrindisiA Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
FoggiaLa storia
«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 

della Cisal

Esposto in procura: amianto
in centrale Enel di Brindisi

Polveri carbone Enel: pm chiede  13 condanne e 2 prescrizioni

BRINDISI - Un esposto in procura è stato presentato da un sindacalista della Cisal di Brindisi che denuncia la presenza di amianto all’interno della centrale Federico II di Brindisi. A formulare la denuncia è stato Angelo Petraroli, vice segretario generale provinciale dell’organizzazione sindacale e segretario regionale della Cisal Federenergia con delega al settore elettrico della Puglia che ha anche allegato diversi documenti per supportare la propria tesi e chiedere quindi che «vengano fatti gli opportuni accertamenti e venga valutata la sussistenza di profili penalmente rilevanti».

Secondo quanto riportato nell’esposto «nel rilascio dei curriculum ai dipendenti della centrale Federico II, Enel sostiene di non aver esposto in nessun caso i lavoratori a rischio amianto».

Nel documento depositato oggi in procura c'è anche un elenco di alcune delle parti dell’impianto «con certificata presenza di amianto».

LA RISPOSTA DELL'ENEL - Alle contestazioni mosse, la società ha risposto che: "Enel ha sempre adottato in tema di amianto ogni precauzione derivante dalla normativa vigente in completa aderenza alle conoscenze tecniche e scientifiche».

«Negli anni - prosegue l'azienda - sono state eseguite, sempre in applicazione della normativa vigente, campagne di misura in tutti gli impianti, ed anche presso la Centrale di Brindisi Sud, che hanno escluso la presenza di fibre aerodisperse. Peraltro per la realizzazione della Centrale di Brindisi Sud non sono stati utilizzati materiali contenenti amianto di qualunque tipologia». Enel in conclusione ha ribadito: «La massima attenzione sulla tematica confermando il costante monitoraggio e l’applicazione di ogni misura di prevenzione e protezione prevista per interventi su fibre pericolose».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400