Domenica 18 Novembre 2018 | 14:09

NEWS DALLA SEZIONE

La coalizione trasversale
Amministrative, sei civiche, otto tavoli: ecco la «traccia per Bari»

Amministrative, sei civiche, otto tavoli: ecco la «traccia per Bari»

 
Serie D
Bari - Palmese: segui la diretta

Bari - Palmese: segui la diretta

 
La polemica sui social
Tutti contro le luminarie di Polignano, i commenti social: «Andate a rubare a S. Nicola»

Tutti contro le luminarie di Polignano, i commenti: «Andate a rubare a San Nicola» VOTA IL SONDAGGIO

 
#APORTEAPERTE
Boccia al mercato di Scampia: «Risolleviamo il PD partendo dalla nostra storia»

Boccia al mercato di Scampia: «Risolleviamo il PD partendo dalla nostra storia»

 
Lotta allo spaccio
Brindisi, nasconde la droga nella stanza giochi del figlio: arrestato

Brindisi, nasconde la droga nella stanza giochi dei figli: arrestato

 
agricoltura
Salento, il maltempo distrugge gli ulivi «anti Xylella»

Salento, il maltempo distrugge gli ulivi «anti Xylella»

 
Ius soli
Margherita, la cittadinanza onoraria a 22 stranieri

Margherita, la cittadinanza onoraria a 22 bimbi stranieri

 
Aria di Natale
Bari, in arrivo un giardino a forma di stella e i mercatini natalizi

Bari, in arrivo un giardino a forma di stella e i mercatini natalizi

 
Condannato: 20 anni e non è finita
Bari, il re del contrabbando Cuomo evita il processo «bis» in Italia

Bari, il re del contrabbando Cuomo evita il processo «bis» in Italia

 
La decisione
Salento, il sindaco di Patù sospeso per effetto legge Severino

Salento, il sindaco di Patù sospeso per effetto legge Severino

 
La contestazione
Lezzi denuncia: «Lanci di uova e volantini No Tap in sede M5s a Lecce»

Lezzi denuncia: «Lanci di uova e volantini No Tap in sede M5s a Lecce»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Due vertenze tarantine

Finmeccanica, ok stabilizzazioni
Cementir, licenziamenti indotto

Ex Alenia: risolta la questione interinali. Cementir, oltre a 47 lavoratori diretti, a rishcio 15 posti Pulisan

Nel corso della riunione odierna tra i rappresentanti di Leonardo Finmeccanica (ex Alenia) e le organizzazioni sindacali, tenutasi nel sito di Grottaglie, l'azienda ha confermato «le stabilizzazioni degli interinali (già dal primo novembre, poi primo dicembre e fino al 2017), come condiviso con le organizzazioni sindacali». Lo rende noto il segretario della Fim Cisl Taranto-Brindisi, Valerio D’Alò, precisando che è emersa anche «la volontà aziendale di proseguire l’insourcing (il trasferimento all’interno di un’azienda di servizi e funzioni precedentemente appaltati a fornitori esterni, ndr) delle attività di lavorazione in essere. La nota positiva riguarda la diminuzione delle perdite di circa 100 milioni di euro». La Fim Cisl ha peraltro «espresso perplessità - aggiunge D’Alò - sulla partita dell’inquadramento professionale, perché sia al più presto riportato all’interno di un sistema di regole contrattuali e non 'ad personam'. A tutela delle ditte di appalto del settore aeronautico, già per il prossimo 24 ottobre siamo stati convocati in Regione Puglia, per discutere del futuro delle aziende in questione e di eventuali coperture in ammortizzatori sociali durante questo difficile percorso transitorio».

La Fisascat Cisl Taranto-Brindisi, invece, in seguito all’annunciato licenziamento, presso la Cementir di Taranto, di 47 dipendenti diretti - sui complessivi 106 previsti in altri siti produttivi nazionali del Gruppo Caltagirone - manifesta preoccupazione e chiede garanzie anche per i 15 dipendenti della Pulisan, azienda titolare di appalto presso lo stesso stabilimento per i servizi di pulizia civile e industriale, che analogamente rischiano il posto di lavoro. "Anche questi lavoratori, inquadrati contrattualmente - sottolinea La Fisascat - nel settore pulizie civili e industriali, hanno la stessa dignità di tutti gli altri per i quali in queste ore si stanno moltiplicando legittime iniziative nazionali e territoriali di mobilitazione tese a scongiurare i preannunciati licenziamenti. Purtroppo, però, a differenza dei lavoratori inquadrati come Edili, essi non potrebbero godere di ammortizzatori, quali cassa integrazione o mobilità, in caso di parziale o totale chiusura del Gruppo alla mediazione governativa». L’organizzazione sindacale auspica che «il Tavolo ministeriale autorizzi a loro favore un ristoro sociale alternativo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400