Lunedì 21 Gennaio 2019 | 17:29

NEWS DALLA SEZIONE

A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
In meno di 24 ore
Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

 
Il ritrovamento
Foggia, trovata carcassa delfino in spiaggia: scattano le indagini Asl

Foggia, trovata carcassa delfino in spiaggia: scattano le indagini Asl

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Atto vandalico
Taranto, danneggiano il monumento ai caduti: è caccia ai vandali

Taranto, danneggiano il Monumento ai Caduti: è caccia ai vandali

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura:
in aula anche Governatore Emiliano

 
Il caso
Taranto, organizzavano rapine in posta e gioiellerie: arrestata banda

Taranto, rapinavano uffici postali e gioiellerie: fermati in due

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 

Bari

Operaio ucciso per errore
pm: ergastolo per mandante
«tradito» dalla moglie

La requisitoria contro il clan Di Cosola. Processo bis per Antonio Battista, accusato del delitto di Giuseppe Mizzi avvenuto nel 2011, e ritenuto il mandante: «tradito» dalla moglie

omicidio mizzi

C'è anche la richiesta di ergastolo per il boss Antonio Battista, ritenuto mandante dell'omicidio di Giuseppe Mizzi, l'operaio ucciso per errore a Carbonara il 16 marzo 2011, nella lunga requisitoria fatta dal pm Federico Perrone Capano nel procedimento «Pilastro» celebrato secondo il rito abbreviato ieri davanti al gup del tribunale di Bari, Sergio Di Paola, per 60 dei 79 imputati ritenuti affiliati al clan Di Cosola e accusati di associazione mafiosa, estorsione, traffico di droga e armi.

Si tratta, per il caso Mizzi, di un processo-bis perchè per il delitto sono già stati condannati con rito abbreviato in secondo grado a 20 anni di reclusione i presunti esecutori materiali, Emanuele Fiorentino e Edoardo Bove (pende ricorso in Cassazione). La posizione di Battista era stata inizialmente archiviata dalla Procura di Bari ma le dichiarazioni della moglie, Lucia Masella, e dello zio, il boss Antonio Di Cosola, entrambi pentiti, hanno consentito di riaprire il caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400