Giovedì 13 Agosto 2020 | 15:54

NEWS DALLA SEZIONE

il bollettino
Coronavirus, in Puglia 16 nuovi casi su 1746 tamponi. Le Asl: «Fondamentale autosegnalazione al rientro»

Coronavirus, in Puglia 16 nuovi casi su 1746 tamponi. Le Asl: «Fondamentale autosegnalazione al rientro»

 
nel barese
Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

 
La polemica
Fase 3, Fitto all'attacco: «Vale l'ordinanza di Emiliano o quella di Speranza?»

Fase 3, Fitto all'attacco: «Vale l'ordinanza di Emiliano o quella di Speranza?»

 
per atti osceni
Monopoli, durante il film al cinema si abbassa i pantaloni: denunciato

Monopoli, durante il film al cinema si abbassa i pantaloni: denunciato

 
L'INTERVISTA
Lottieri: Il Sud può correre da solo

«Il Sud può correre da solo»: il giurista Lottieri, la fiscalità di vantaggio solo un primo passo

 
il siderurgico
Acqua allo stabilimento ex Ilva: Regione e Aqp a muso duro

Acqua allo stabilimento ex Ilva: Regione e Aqp a muso duro

 
SERIE B

Liverani-Lecce, avanti. Ma i big fanno la valigia

 
NUOTO
La stella barese del nuoto sogna già le Olimpiadi

De Tullio, la stella barese del nuoto sogna già le Olimpiadi

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata un nuovo positivo a Calvello su 329 tamponi

Coronavirus, in Basilicata un nuovo positivo a Calvello su 329 tamponi

 
l'emergenza
Coronavirus: a Bari medico in terapia intensiva e 2 bambini contagiati

Coronavirus: a Bari medico in terapia intensiva e 2 bambini contagiati

 
FASE 3
Ruvo, la protesta di 9 turisti rientrati da Creta

Ruvo, la protesta di 9 turisti rientrati da Creta: «Obbligati all'isolamento, ma sull'isola era tutto tranquillo»

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLa curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 
Barinel barese
Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

 
Tarantoguardia costiera e polizia
Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

 
Foggiain mattinata
Foggia, auto contro vespa: un ferito al pronto soccorso

Foggia, auto contro vespa: un ferito al pronto soccorso

 
Materaestate
Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

 
BrindisiCORONAVIRUS
Brindisi, esposto all'Ordine medici: «Contagiato dal primario»

Covid-19, Brindisi, esposto all'Ordine dei medici: «Contagiato dal primario»

 
PotenzaL'ESTATE DEL COVID
Matera, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

Basilicata, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 

i più letti

Malata di fibrosi cistica partorisce due gemelli

POTENZA - Le avevano consigliato di lasciar perdere il suo sogno di diventare mamma e di concentrarsi sulla sua malattia. Ma lei non ha mai perso la speranza e alla fine è riuscita a raggiungere il suo obiettivo nonostante fosse affetta da fibrosi cistica. Come lei altre cinque donne che hanno dato alla luce un bambino grazie alle cure e al sostegno del Centro regionale fibrosi cistica, interno al centro pediatrico Bambino Gesù Basilicata
Malata di fibrosi cistica partorisce due gemelli
POTENZA - Le avevano consigliato di lasciar perdere il suo sogno di diventare mamma e di concentrarsi sulla sua malattia. Ma lei non ha mai perso la speranza e alla fine è riuscita a raggiungere il suo obiettivo nonostante fosse affetta da fibrosi cistica. Come lei altre cinque donne che hanno dato alla luce un bambino grazie alle cure e al sostegno del Centro regionale fibrosi cistica, interno al centro pediatrico Bambino Gesù Basilicata, nell’ospedale San Carlo di Potenza.

«Non ho mai pensato alla malattia, sono 4 anni che cerco di avere un figlio e adesso ce l’ho fatta». Sono queste le parole di gioia di una neo mamma. Lo scorso mese ha dato alla luce i suoi due gemelli, stanno bene entrambi, e «il merito - come ha affermato la signora - è del sostegno e delle cure offerte dal Centro e soprattutto della pazienza e della grande disponibilità, esperienza e umanità del direttore Donatello Salvatore. Il dottore ha da sempre sostenuto il mio desiderio di maternità, non mi ha mai scoraggiata come invece è stato fatto altrove; 5 anni fa presso un Centro Universitario del Centro Italia mi hanno detto di lasciar perdere e di pensare solo a curare la mia malattia».

Le donne affette da fibrosi cistica hanno una ridotta fertilità, nel senso che non riescono facilmente a restare naturalmente incinte. A tutto questo si aggiungono i problemi respiratori, nutrizionali e metabolici tipici della fibrosi. Per questo motivo la maggior parte delle gravidanze nelle donne con questa patologia avviene grazie alle tecniche della procreazione medicalmente assistita, applicate da centri specializzati, come quello afferente alla Unità di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale San Carlo, diretto da Sergio Schettini. «Alla base del nostro lavoro c’è in ogni caso un attento studio della situazione clinica individuale - ha dichiarato il medico - e un livello massimo di umanizzazione delle cure e degli approcci psicologici».

Inoltre è possibile valutare la sequenza genetica sul Dna del padre allo scopo di calcolare le probabilità esistenti circa la salute del feto. «Il mio consiglio - ha proseguito Salvatore - è sempre quello di intraprendere un attento percorso di follow-up attraverso la collaborazione e la sinergia di vari specialisti, dal medico esperto in fibrosi cistica, al ginecologo, dal dietista al fisioterapista, al neonatologo. Quanto è più stretta la collaborazione tanto più la gravidanza è sotto controllo». «Spero che la mia esperienza - è la neo mamma che parla - possa essere di esempio per molte altre donne affette da fibrosi cistica. Non abbiate paura, non lasciatevi prendere dal panico. A me è successo 5 anni fa quando una dottoressa di un altro Centro distrusse con una frase i miei sogni di mamma. Grazie al centro regionale di Potenza adesso sono mamma e per tutto il periodo della gravidanza non ho mai avuto panico o paura. Mi sono affidata alla loro esperienza, a quella di Salvatore sempre pronto ad ascoltarmi.

Un’esperienza che si basa in primis su un’attenta valutazione. «La capacità del nostro gruppo di seguire con dedizione queste pazienti è dovuta all’esperienza già maturata. È ragionevole che chi non abbia esperienza di questi casi sia in difficoltà nel valutare correttamente le problematiche della gravidanza in una donna fibrosi, ma se c’è una valutazione seria e multidisciplinare, un ascolto adeguato riguardo al volontà della coppia di avere un bambino, ci si può assumere la responsabilità condividendola sempre con gli altri specialisti, ognuno per la sua competenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie