Mercoledì 05 Ottobre 2022 | 03:57

In Puglia e Basilicata

scuola

È guerra sul «docente esperto», contrari prof e presidi pugliesi

Bitritto, dipendente di una scuola positivo: istituto annulla attività in presenza

banchi di scuola

La petizione online che boccia la novità raccoglie già 20mila firme

08 Agosto 2022

Antonella Fanizzi

BARI - Una petizione online, lanciata da un docente siciliano che ha scritto al premier Mario Draghi, in poche ore ha raccolto 20mila firme. Il numero è destinato a salire. Perché da Nord a Sud, e anche in Puglia, la novità del «docente esperto» che rientra nel decreto Aiuti bis (non ancora pubblicato in Gazzetta ufficiale) è stata bocciata sia da maestri e professori, sia dai presidi. Una polemica che però non appassiona Rocco Fazio, coordinatore regionale dei dirigenti scolastici della Cisl-scuola Puglia: «Sarà l’ennesima novità destinata ad essere affossata perché non condivisa con le parti sociali. Nessun sindacato è stato interpellato. Il provvedimento è stato approvato dall’esecutivo lo scorso 4 agosto e deve essere convertito entro il 4 ottobre. Però siamo all’oscuro dei contenuti...».

CONTINUA A LEGGERE SULL'EDIZIONE CARTACEA O SULLA NOSTRA DIGITAL EDITION

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mm.salvagno

    08 Agosto 2022 - 08:20

    Naturalmente quelli inesperti dovranno essere licenziati. Poi, ad avvenuta istituzione di una nuova figura di docenti super esperti, saranno licenziati quelli esperti. Roba da pazzi.

    Rispondi

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725