Sabato 08 Ottobre 2022 | 01:10

In Puglia e Basilicata

il caso

La replica del cantante neomelodico a Decaro: «Sono un bravo ragazzo»

La replica del cantante neomelodico a Decaro: «Sono un bravo ragazzo»

Andrea Zeta dopo il caos per lo show al quartiere Libertà

22 Luglio 2021

Redazione online

Bari - Aveva intonato una serenata per una futura sposa nel cuore del quartiere Libertà. La folla aveva bloccato la strada e la polizia era intervenuta. E il sindaco Antonio Decaro aveva ancora una volta gridato alla legalità violata.

Ora il cantante neomelodico Andrea Zeta risponde al primo cittadino di Bari. Qui di seguito la sua risposta.

«Caro Sindaco di Bari Antonio Decaro, la reputo una persona per bene, educata e molto intelligente. Sicuramente come dice lei mi sono fatto prendere dall’entusiasmo anche perché da due anni non mi esibisco in pubblico... Comunque sia era una serenata
improvvisata e non un concerto... Mi dispiace che lei punti il dito contro di me anche se l’ha fatto in modo educativo e rispettoso. Non era un concerto. Avrebbe dovuto fare l’intervista quando Bari per la semifinale e per la finale di coppa era stracolma di gente. Io chiedo scusa lo stesso perché mi reputo intelligente e buono, ma far ricadere la colpa su di me non mi sembra giusto. La settimana scorsa tutta l’Italia era assembrata e tutti in silenzio. Non sono un ragazzo che dà brutti esempi e chi mi segue. Lo sa benissimo... avete trovato un pilastro su cui attaccarvi, ma va bene così. Sono abituato a subire torture mediatiche. L’unica colpa che ho è la gente che mi ama, forse questo non fa piacere a qualcuno. Io sono un semplice ragazzo che cerca di portare onestamente il pane a casa. Grazie a tutta la gente che mi ama. Antonio Decaro mi sembrava giusto rispondere al suo commento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725