Venerdì 25 Giugno 2021 | 03:52

NEWS DALLA SEZIONE

salute
Quinto congresso «Ame Diabetes Update»: gli appuntamenti in diretta streaming

Quinto congresso «Ame Diabetes Update»: gli appuntamenti in diretta streaming

 
L'allarme
Lecce, due vigili del fuoco ricoverati dopo gli incendi nel Magliese

Lecce, due vigili del fuoco ricoverati dopo gli incendi nel Magliese

 
vita di palazzo
«Noi presidenti di Regione che rispondiamo al telefono ai cittadini»

«Noi presidenti di Regione che rispondiamo al telefono ai cittadini»

 
Covid
Basilicata, vuote le terapie intensive

Basilicata, vuote le terapie intensive

 
sanità
Taranto, asportato tumore al rene con crioablazione

Taranto, asportato tumore al rene con crioablazione

 
Covid
Vaccini, a Bari ripresa campagna a ritmo serrato

Vaccini, a Bari ripresa campagna a ritmo serrato

 
siccità killer
Clima torrido, allarme dal mondo delle campagne

Clima torrido, allarme dal mondo delle campagne

 
Il caso
Brindisi, liberi giudice Galiano, ex moglie e consulente

Brindisi, liberi giudice Galiano, ex moglie e consulente

 
l'emergenza
Covid: in Puglia nessun morto e 42 positivi, lo 0,6% dei test

Covid: in Puglia nessun morto e 42 positivi, lo 0,6% dei test. Regione con più somministrazioni a over 60

 
L'inchiesta
De Benedictis, un fiume in piena: «paroliere» della giustizia svenduta

De Benedictis, un fiume in piena: «paroliere» della giustizia svenduta

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari e il mercato: Polito studia una serie di mosse

Bari e il mercato: Polito studia una serie di mosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'allarme
Lecce, due vigili del fuoco ricoverati dopo gli incendi nel Magliese

Lecce, due vigili del fuoco ricoverati dopo gli incendi nel Magliese

 
PotenzaCalcio
Caiata cede 15% quote ad associazione Potenza 1919

Caiata cede 15% quote ad associazione Potenza 1919

 
Barigli effetti del caldo
Treni, Fal: nessun pericolo nel Barese

Treni, Fal: nessun pericolo nel Barese

 
PotenzaCovid
Basilicata, vuote le terapie intensive

Basilicata, vuote le terapie intensive

 
Tarantosanità
Taranto, asportato tumore al rene con crioablazione

Taranto, asportato tumore al rene con crioablazione

 
BrindisiIl caso
Brindisi, liberi giudice Galiano, ex moglie e consulente

Brindisi, liberi giudice Galiano, ex moglie e consulente

 
FoggiaLa tragedia a gennaio
Foggia, giovane vittima di bulli fu trovato morto sui binari: 6 indagati

Foggia, giovane vittima di bulli fu trovato morto sui binari: 6 indagati

 
BatL'intervista
«Offro la mia musica per aiutare chi soffre»: al TedxBarletta Pietro Morello, pianista e influencer

«Offro la mia musica per aiutare chi soffre»: al TedxBarletta Pietro Morello, pianista e influencer

 

i più letti

Nazionale

Calcio, da oggi l’europeo che ci porterà oltre la paura

C'è voglia di Italia. C'è voglia di stringersi attorno a «qualcosa» che possa contribuire ad allontanare l'ansia da pandemia che da oltre un anno ci fa prigionieri

Calcio, da oggi l’europeo che ci porterà oltre la paura

Un Europeo mai visto prima. Per festeggiare i sessant'anni del campionato. È l'era del calcio itinerante, della competizione globale. Undici città e una Coppa. Idea affascinante e, al tempo stesso, faticosa e rischiosa in questi tempi di Covid. Stadi che riaprono e Nazionali che si infettano, gente che farebbe carte false pur di esserci e calciatori in isolamento. Immagini naturali del calcio al tempo del virus, la straordinarietà che diventa normalità.
E c'è anche l'Italia, la nuova Italia di Mancini. Un paese che riparte, il ritorno dei tifosi, un'atmosfera diversa. Sembra di respirare la stessa aria che animò l'edizione dei Mondiali del 1990, quando impazzavano la Nannini e Bennato, gli Azzurri erano fra i migliori e finirono simpaticamente sconfitti nella semifinale del San Paolo contro l'Argentina di Maradona. Questa volta l'Argentina non c'è e purtroppo neanche Maradona.

C'è voglia di Italia. C'è voglia di stringersi attorno a «qualcosa» che possa contribuire ad allontanare l'ansia da pandemia che da oltre un anno ci fa prigionieri. C'è voglia di abbracciare idealmente un gruppo di calciatori che accompagni tutti noi oltre la paura. Almeno per la durata della partita, per la durata dell'Europeo.

Il rapporto fra l’Italia e gli italiani si era irrimediabilmente compromesso nella notte di San Siro, novembre 2017, quando la Svezia sancì l’esclusione degli Azzurri di Ventura dal Mondiale di Russia. Un’offesa alla storia dell’italico pallone, la Nazionale e i tifosi come separati in casa. A Mancini va dato atto di aver avviato, e portato a termine con successo, l’operazione simpatia. Con pazienza, lungimiranza nelle scelte, il tecnico e i suoi ragazzi hanno avuto il merito di ricostruire il rapporto con il pianeta-tifo. Questa è una squadra che fa simpatia, gioca un calcio gradevole, lontano dalle nostre tradizioni. Ispirato alla proposta più che all’attesa. Certo, il percorso di avvicinamento alle fasi finali non è stato dei più complicati. Molti, forse troppi, gli avversari di terza e quarta fascia incrociati. Ma vincere aiuta a vincere. «Una rivoluzione che non arriva alle sue ultime conseguenze è perduta», amava dire Che Guevara. La sua rivoluzione, l’Italia del calcio l’ha già vinta: è riuscita a far scattare di nuovo la scintilla della passione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie