Domenica 11 Aprile 2021 | 23:06

NEWS DALLA SEZIONE

Le dichiarazioni
Vaccini Puglia, gruppo FI chiede dimissioni Lopalco. Marti (Lega): «Inadeguatezza pericolo per la comunità»

Vaccini Puglia, gruppo FI chiede dimissioni Lopalco. Marti (Lega): «Inadeguatezza pericolo per la comunità»

 
il bollettino
Coronavirus, in Italia oltre 15mila casi su 253mila tamponi (6,2%). Altri 331 morti, dopo giorni tornano a salire i ricoveri in Intensiva

Covid, in Italia 15mila casi su 253mila test (6,2%). Altri 331 morti, dopo giorni tornano a salire i ricoveri in Intensiva

 
Politica
Michele Emiliano e Antonio Decaro, sfida tra i «big» della sinistra

Michele Emiliano e Antonio Decaro, sfida tra i «big» della sinistra

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 1359 nuovi casi su 10mila test. 15 decessi, nuovo aumento ricoveri. Da inizio pandemia 2 milioni di tamponi

Coronavirus, in Puglia 1359 casi su 10mila test. 15 decessi, su i ricoveri. Vaccinate oltre 762mila persone

 
Le linee guida
Vaccinazioni over 60 in Puglia: ecco come funzionerà da domani

Vaccinazioni over 60 in Puglia: ecco come funzionerà da domani

 
Sanità
Giornata della Donazione: in Puglia crescono i trapianti nonostante la pandemia

Giornata della Donazione: in Puglia crescono i trapianti nonostante la pandemia

 
Industria
Stellantis «minaccia» la Basilicata

Stellantis «minaccia» la Basilicata

 
Lecce
Corini e il risultato bugiardo: «Un pari sarebbe stato più equo»

Corini e il risultato bugiardo: «Un pari sarebbe stato più equo»

 
L'intervista
Dal Recovery Fund la risposta alla crisi, ma il piano rischia di restare un mistero

Dal Recovery Fund la risposta alla crisi, ma il piano rischia di restare un mistero

 
Nel Tarantino
Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

 
La circolare
Coronavirus Puglia, da domani vaccino agli over 60 senza prenotazione

Puglia, da domani vaccino a over 60 senza prenotazione «Ma non da subito per tutti» Le linee guida: ecco come funzionerà

 

Il Biancorosso

Il punto
Bari, Carrera a modo suo: «Non tutto da buttare»

Bari, Carrera a modo suo: «Non tutto da buttare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIndustria
Stellantis «minaccia» la Basilicata

Stellantis «minaccia» la Basilicata

 
BrindisiNel Brindisino
Torre Canne, la spiaggia è sempre più accessibile e alla portata di tutti

Torre Canne, la spiaggia è sempre più accessibile e alla portata di tutti

 
TarantoNel Tarantino
Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

 
BariPolizia Locale
Bari, pizzeria accoglie clienti ai tavoli e comitiva organizza festino in un B&B: pioggia di multe

Bari, pizzeria accoglie clienti ai tavoli e comitiva organizza festino in un B&B: pioggia di multe

 
HomeIncidente mortale
Tragedia a Nardò, scontro tra 3 auto: due morti e 4 feriti

Tragedia a Nardò, scontro fra tre auto: morta 75enne, quattro feriti gravi FOTO

 
MateraIl caso
Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 

i più letti

L'intervista

Parola di Massimo Cacciari: diarchia Mattarella-Draghi

Il professore: «Decideranno tutto loro, ministri e sottosegretari non contano niente»

Parola di Massimo Cacciari: diarchia Mattarella-Draghi

Professore Massimo Cacciari (filosofo e politico) conosce Mario Draghi? Che ne pensa?
Non lo conosco, ma a prescindere da quel che penso io, che conta meno del due di merda quando si va a bastoni, quel che è Draghi lo dimostra la sua storia autorevole: da presidente della Bce ha salvato la nostra baracca, ha la fiducia dei mercati, è ascoltato da tutti i leader europei. Farà quel che può fare con questo governo. Ma di certo non le grandi riforme: non si fa la guerra con i tecnici.

Ha saputo? Draghi ha praticamente cacciato Arcuri, commissario straordinario per l’emergenza Covid su cui puntava molto il precedente premier...
Era ora. La gestione della pandemia, sia tecnica che comunicativa è stata infausta e deleteria. Speriamo si cambi marcia.

A proposito del decisionismo del premier. Sarà lui a sostituire Mattarella al Quirinale?
È difficile pensare una carriera diversa per Mario Draghi, non mi pare ci sia altra via. Questa maggioranza non può convergere su altri nomi.

Sì, ma quando? Il prossimo anno o a fine legislatura?
Cambia poco. Può darsi che ci sia una rielezione «a tempo» di Mattarella per dare un anno in più al governo, ma l’esito sarà sempre lo stesso, naturalmente a meno di sconquassi particolari.

Nel frattempo i 5Stelle, con Grillo, si affidano a Conte. La mossa la convince?
Sembra si vada in quella direzione con la speranza, tra i 5Stelle, che alle politiche con Conte si possa ottenere un risultato migliore di quello del Pd e quindi riproporlo come premier. Del resto se i democratici continuano a non dare segni della propria esistenza, lo scenario non è nemmeno tanto improbabile. Conte del resto è abile, tipico rappresentante del trasformismo italiano. I grillini non possono che aggrapparsi a lui, non hanno alternative.

Conte ha il merito di aver portato i miliardi del Recovery in Italia?
Ma no, i soldi sarebbero arrivati comunque, nonostante ci siamo presentati con un programma del cavolo. Non a caso Draghi ora lo sta riscrivendo punto per punto. Il merito del Recovery è legato ai rapporti di stima e di amicizia tra Draghi e le massime autorità europee e a una buona disposizione delle cancellerie nei confronti dell’Italia che con Draghi è moltiplicata per 100.

Della squadra, ministri e sottosegretari del nuovo governo che ne pensa?
Non me ne frega niente. Il governo è Draghi più 4-5 nomi della baracca economica. Con i sottosegretari abbiamo assistito all’ennesimo spettacolo miserabile, ma tanto non contano niente.

Secondo lei, professore, chi è il leader politico più di peso in questo governo?
Non ce ne sono. Draghi e Mattarella decideranno da soli, nella consapevolezza dei propri limiti per esempio sule grandi riforme. Con questa maggioranza se ne parla solo perché la retorica vuole così.

I 5Stelle con Grillo-Conte riusciranno a rifondarsi?
E dove dovevano andare a parare? Mica potevano tornare al «vaffa...». Hanno gestito intelligentemente questa fase e con Conte possono andare lontano, rubando consensi dall’area del Pd e anche qualcosa dal centrodestra. Senza Conte, come ho già detto, sarebbero spariti.

Ora in Europa vogliono aderire al Pse. Condivide questo percorso?
La domanda è seria, ma come posso rispondere seriamente? Ma vuole che Di Maio e il comico Grillo sappiano qualcosa di socialismo, la storia dell’Internazionale socialista. È una mossa politica e tutto sommato è positivo che la facciano. È l’unica carta per tentare di non far vincere Salvini e Meloni.

Nel frattempo nel Pd è in atto l’ennesima guerra per fazioni. La preoccupa?
Il Pd è incredibile. È un anno che non appare. Nel partito si parla di tutti ma non di se stessi. Sappiamo di Berlusconi, Grillo, Conte, Draghi. Non una proposta, va bene il Conte ter, poi no meglio Draghi. Se non ci fosse evviva Franceschini. Non si dimostra governabilità e responsabilità dicendo sempre «ottimo il rancio», ma è vero l’opposto, avere idee e strategie e poi fare i compromessi. Qui invece si parte dai compromessi.

Pd e 5Stelle in Puglia sono nella stessa maggioranza di Michele Emiliano. È la stretegia giusta?
È una via obbligata per cercare di vincere le elezioni, partendo dai territori. Pd e 5Stelle andrebbero, in caso contrario, a un disfatta certa.

Anche il centrodestra appare confuso in questa fase?
Ma no, anzi si stanno organizzando benino. A sinistra da decenni non capiscono un caz.. di niente. negli anni ‘90 con Occhetto e gli altri non hanno capito della discesa di Berlusconi in campo. Nel centrodestra si stanno dividendo per colpire uniti, come hanno sempre ragionato: Salvini e Giorgetti raccolgono soprattutto il malumore del Nord, la Meloni la protesta del Sud, il resto a Berlusconi.

Cacciari, si è vaccinato contro il Covid? Lo farà?
Quando mi chiameranno, quando qualcuno mi dirà dove e quando. Avrei potuto vaccinarmi al San Raffaele, ma è giusto saltare tutti solo perché si conoscono i medici? Piuttosto mi auguro che anche in Italia si parta con un piano vaccinale degno. Abbiamo riso del biondo inglese, l’hanno preso per i fondelli (la parola usata è un’altra, ndr) e quello ora sta dando una lezione al mondo.

Lei ha detto che il Covid privilegia i garantiti e distrugge i precari. Condivide le posizioni «aperturiste» di alcune forze politiche, soprattutto del centrodestra?
Confermo quel che ho detto: è matematica. Soprattutto alcuni settori, il turismo, lo spettacolo, la ristorazione sono falcidiati, con centinaia di migliaia di persone a spasso e disperate. Le aperture perché no, se mirate, fatte bene, con controlli accurati sul rispetto delle norme di distanziamento. Perché un ristorante può aprire a pranzo e non a cena? E il coprifuoco? Non mi risultano grandi affollamenti alle 3 del mattino. È la politica dell’immagine che a me non è mai piaciuta, soprattutto quando limita la libertà a vanvera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Filosofo

    02 Marzo 2021 - 13:28

    A questo cittadino non gli va mai bene niente!

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie