Giovedì 28 Gennaio 2021 | 07:31

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
a S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
Il documento
Scuola e Covid in Puglia, ecco le linee guida della Regione per la ripartenza in presenza

Scuola e Covid, ecco le linee guida pugliesi per la ripartenza in presenza da lunedì. Lopalco: «Sono 12 punti»

 
Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 15.204 nuovi casi e 467 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 15.204 nuovi casi e 467 morti nelle ultime 24 ore. Puglia al primo posto per ricoveri in Terapia intensiva

 
Il caso
Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

 
Il bollettino regionale
Covid Puglia,

Covid Puglia, su 11802 test 1233 nuovi positivi, 30 i morti: positività al 10,4%. Regione: attivazione immediata ospedale in Fiera

 
Il virus
Covid, appello Fimmg Puglia: «118 non può "servire" ospedale Fiera Bari». Allarme per i lavoratori delle Rsa

Covid, appello Fimmg Puglia: «118 non può "servire" ospedale Fiera Bari». Allarme per i lavoratori delle Rsa

 
Il caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
Il caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
Maltempo
Neve imbianca il Gargano e i Monti Dauni, scuole chiuse a Monte Sant'Angelo

Neve imbianca il Gargano, i Monti Dauni e la Murgia: scuole chiuse a Monte Sant'Angelo

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

Politica

Puglia, faida interna ai grillini. Laricchia su Crimi: «Mente, M5S già in maggioranza»

La consigliera: «Traditi gli elettori, non possiamo stare in giunta con gli imputati»

Regionali M5s in Puglia, candidata più votata su Rousseau è Antonella Laricchia

Antonella Laricchia

Antonella Laricchia, lei si è schierata contro l’intesa dei 5S con Emiliano. Che succede nel Movimento in Puglia?
«La scelta di entrare in maggioranza - possiamo raccontare quello che vogliamo, ma Casili è già in quota Emiliano - ha spaccato il fronte degli attivisti che si stanno confrontando in maniera dura nelle chat e sui social: sono straziati da una scelta che non possono accettare, avendo garantito per noi e fatto propaganda su una proposta netta di opposizione a Emiliano e Fitto. E in tutto questo conservano affetto per noi cinque consiglieri 5S».

Rosa Barone, assessore in pectore, sostiene che lei si è autoesclusa dalle trattative.
«Il gruppo dei consiglieri uscenti non ha mai avuto dubbi nel respingere le avance di Emiliano. Anzi...».

A che si riferisce?
«C’è una lettera firmata da noi sette a Di Maio per chiudere a ogni intesa con il Pd alle regionali. Poi si pose, alcuni mesi dopo le primarie del centrosinistra, il tema di andare a svelare il bluff dei progressisti, andando a vedere le carte di Emiliano».

Con chi vi siete confrontati?
«Con tanti soggetti, tra cui il facilitatore delle campagne elettorali, Danilo Toninelli: mi disse che una trattativa si apre quando la vuoi portare a termine, non con l’intenzione di farla fallire. Tra i vari suggerimenti ricevuti, trovai convincente quello dell’ex ministro. Altri avevano ipotesi diverse. Tutti i colleghi mi hanno incoraggiato ad andare avanti in autonomia, e sui palchi ripetevano la nostra linea e elogiavano la mia capacità di resistere. Una parte di loro sapeva che se avessimo fatto una scelta diversa non avremmo preso abbastanza voti per tornare in Consiglio regionale. È un dato di cui prendere atto in assoluta buona fede».

Quando c’è stato quello che in Consiglio ha definito «tradimento»?
«Subito dopo le elezioni. La stampa continuava a parlare di un accordo post elettorale. Sul blog avevo preso una posizione contro ogni alleanza: discutemmo di incontrare Emiliano su specifici temi. Volevo la garanzia che se il dialogo fosse stato positivo saremmo rimasti all’opposizione, liberi di votare provvedimento per provvedimento, senza accettare posti».

Come andò a finire?
«Questa garanzia non mi è stata data da tre dei cinque del nostro gruppo».

Lì si è rotto il patto fiduciario?
«Senza questo passaggio non ho voluto partecipare alla trattativa. Marco Galante, che la pensava come me, ci è andato e poi si è allineato, accettando l’accordo sulle poltrone».

La posizione di Crimi?
«Non mi ha sorpreso. È intervenuto per calmare gli animi, troppo accesi nei confronti dei quattro pro Pd: la questione non va personalizzata. Vuole tutelare l’immagine dei quattro che è risultata compromessa».

Cosa non l’ha convinta?
«Ha mentito sui ruoli di maggioranza e opposizione o non li ha capiti. Ha fatto un giro di parole tortuoso, dicendo che il 5S non è in maggioranza, mentre Casili lo è già. Da qui la battuta di Di Battista che lo ha paragonato a Forlani. Ma già nelle nostre chat quel post di Crimi ci era sembrato scritto con un lessico da Prima repubblica».

La Lezzi e Di Battista che fanno?
«Condividono la mia scelta. Non ci sono però solo loro».

Il capogruppo Di Bari dice: voteremo sulla piattaforma e vinceremo noi.
«Lo statuto non norma questa cosa. Rousseau non può sovvertire l’esito di una elezione. Va utilizzato per scelte non definite in campagna elettorale. In caso contrario il Movimento diventa strumento di una oligarchia che usa i voti dei cittadini per altri fini».

Alla fine ci sarà il voto-web?
«Non lo so. Sono abituata a non gestire cose in cui non credo. Rousseau non può intervenire in questo caso: ho al mio fianco su questa tesi autorevoli esponenti del M5S e di Rousseau stesso. Poi non tutti la pensiamo così. Anche chi ha le mie posizioni vorrebbe votare per fermarli».

Il ruolo di Di Maio?
«I miei colleghi dicono che li ha guidati: Sono in ballo due visioni nazionali, e la linea governista vuole segnare un punto in Puglia: loro a parole dichiarano che il M5S non deve fare alleanze strutturali, ma di fatto, ogni volta che c’è l’occasione, le stringono. E in Puglia Emiliano ha già la maggioranza...».

In cosa il M5S è distante dal centrosinistra?
«Non possiamo stare in giunta con gli imputati Pentassuglia e Maurodinoia. Noi vogliamo trasformare Aqp in un pubblico, mentre Emiliano vuole una spa con le azioni ai Comuni. La Capone vuole il Mes, noi no. Bisogna rispettare l’esito delle elezioni. Altrimenti diventa un ricatto. Ci vogliono silenziare. I miei colleghi 5S ormai non parlano dello scandalo scuole, degli assessori imputati…».

Il suo futuro?
«Starò nel Movimento, all’opposizione, senza tradire il voto dei pugliesi. Già dalla prossima settimana sarò in giro nei distretti sanitari baresi: la debolezza della sanità territoriale è stata tra le cause dell’alto numero di decessi in Puglia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie