Venerdì 16 Aprile 2021 | 04:53

NEWS DALLA SEZIONE

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 
Serie C
Verso Bari-Palermo: De Laurentiis all'allenamento dei biancorossi

Verso Bari-Palermo: De Laurentiis all'allenamento dei biancorossi

 
la preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
la sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Dati nazionali
Covid in Italia, quasi 17mila nuovi positivi e 380 vittime: cresce indice positività, calano i ricoveri

Covid in Italia, quasi 17mila nuovi positivi e 380 vittime: cresce indice positività, calano i ricoveri

 
sanità
Emergenza Covid, Regione Puglia amplia rete laboratori per tamponi

Emergenza Covid, Regione Puglia amplia rete laboratori per tamponi

 
La polemica
Puglia, giornalisti contro Emiliano: «Non scarichi su di noi responsabilità che non abbiamo»

Puglia, giornalisti contro Emiliano: «Non scarichi su di noi responsabilità che non abbiamo»

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia contagi in aumento: 1867 su 13mila test (13,9%). Altri 39 decessi

Covid Puglia, contagi in aumento: 1867 su 13mila test (13,9%). Altri 39 morti. Somministrati oltre 870mila vaccini

 
Serie B
Lucioni guarda in alto: «Lecce, sei da serie A»

Lucioni guarda in alto: «Lecce, sei da serie A»

 
A Taranto
ArcelorMittal, precipita porta-lance in Acciaieria 2, nessun ferito

ArcelorMittal, precipita porta-lance in Acciaieria 2, nessun ferito

 

Il Biancorosso

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli guardia costiera
Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due persone denunciate

Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due denunciati

 
Potenzala preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
Barila sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Foggiala nomina
Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

 
Batla video-denuncia
Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

 
LecceMotori
Casarano, da domani il 27esimo rally

Casarano, da domani il 27esimo rally

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 

i più letti

Le dichiarazioni

«La destra perde? È debole a Bari», parla Caroppo

L’eurodeputato: «I leader dei partiti devono avviare una riflessione post-regionali»

«La destra perde? È debole a Bari», parla Caroppo

Il centrodestra ha il «mal di Bari»: è questa la provocazione che lancia Andrea Caroppo, eurodeputato eletto nella Lega ed ora passato nel gruppo misto a Bruxelles (tra i non iscritti). Il politico salentino fu il più votato in Puglia nel 2019 nelle fila del Carroccio, partito che ha abbandonato per dissidi con la dirigenza regionale.

«Non mi aspettavo una sconfitta di queste proporzioni per il centrodestra nelle ultime regionali - attacca Caroppo -. Di sicuro si percepiva, al di là dei sondaggi, la complessità della sfida. Poteva finire punto a punto. La campagna elettorale limitata dal Covid presentava un contesto sui generis». Cosa è mancato ai conservatori? «Tanti fattori. Chi ha gestito il Covid è uscito rafforzato sia alle regionali che nei comuni; Emiliano è stato spregiudicato nella gestione del governo e del sottogoverno. L’atteggiamento poco collaborativo di alcune forze politiche ha contribuito a indebolire il messaggio della nostra coalizione (il riferimento è alla Lega, che ha promosso solo un evento con il candidato presidente Raffaele Fitto in tutta la campagna elettorale, ndr)». Il discorso ha poi una declinazione operativa: «A questo punto va fatta una riflessione più serena. In che sede? Bella domanda - chiosa Caroppo -. Il centrodestra non ha ancora discusso le ragioni della sconfitta, procedendo con poca collegialità, come nella fase di scelta del candidato. Qui gli eletti da Bruxelles a Roma passando per il Consiglio regionale non sono tanti: ci vorrebbe un raccordo della coalizione per avere una proposta più corale».
L’eurodeputato poi chiama in causa i vertici dei partiti e tocca il tasto «Bari», ovvero il territorio trasformato da Emiliano e Decaro in un “feudo rosso”: «Chi ha responsabilità di partito dovrebbe avviare questa riflessione. Il centrodestra con le liste in cinque province su sei, esclusa Bari, è in parità con i progressisti. Il vero problema è sul dato del presidente e sulla voragine che c’è a Bari e provincia a vantaggio della sinistra». La debolezza nel capoluogo regionale ha un peso determinate: «È un dato che viene da lontano, determinato dall’atteggiamento predatorio di Emiliano, basta vedere quanti portatori di consenso sono passati da destra a sinistra, come Cassano e Maurodinoia, ma c’è anche altro. La debolezza del centrodestra nella città simbolo della regione è consolidata e bisogna lavorare per invertire la rotta». L’immobilismo potrebbe essere una condanna? «Se i partiti da qui al 2023 faranno solo una corsa per blindare le posizioni ridotte rimaste dopo il taglio dei parlamentari, la strada sarà ancora una volta sbagliata».

Il futuro di Caroppo? «Il mio orizzonte? Lavoro con il network meridionalista “Sud in testa”: l’attivismo sudista e civico può contribuire a fornire uno shock positivo alla alleanza. Con la Lega divorzio consensuale? Non siamo alle carte bollate. Ho conservato un rapporto di stima con i colleghi del Carroccio a Bruxelles. La mia situazione di disagio era stata segnalata per tempo a Salvini, ma non ci sono stati incontri sul caso. Lamentavo a livello territoriale una serie di difficoltà: ero nella Lega per l’autodeterminazione territoriale di un progetto federalista, ma tutto è stato vanificato dalla presenza di commissari esterni. In una prima fase si puntava a valorizzare gruppi dirigenti e amministratori che si erano distinti nei territori. Fino alle Europee questa linea è passata, poi tutto è cambiato e non c’è stato il vero rinnovamento di cui Lega doveva essere portatrice». In Europa c’è chi lo indica in viaggio verso l’approdo con Fratelli d’Italia: «Non faccio previsioni. Ho un buon rapporto con Carlo Fidanza, capo delegazione dei meloniani. Per ora sono impegnato a lavorare perché i pugliesi possano avere in futuro una visione alternativa di governo del centrodestra». A Bruxelles, intanto, il Covid sta rendendo digitali le sedute: «In Belgio la situazione è preoccupante - conclude Caroppo - e la partecipazione alla prossima riunione avverrà via web. La presenza in aula sarà riservata ad occasioni eccezionali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie