Mercoledì 21 Ottobre 2020 | 18:35

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Mafia dei parcheggi a Torre Guaceto: indagato il sindaco di Carovigno

Mafia dei parcheggi a Torre Guaceto: indagato il sindaco di Carovigno

 
Il virus
Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

 
L'incontro
Emergenza Covid, ministra Lamorgese ai sindaci Città metropolitane: «Avrete forze di polizia necessarie»Decaro: «Più agenti per controlli»

Covid, ministra Lamorgese a sindaci Città metropolitane: «Avrete forze di polizia necessarie». Decaro: «Più agenti per controlli»

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 15199 nuovi casi e 127 morti nelle ultime 24 ore. Record di tamponi

Coronavirus Italia, 15199 nuovi casi e 127 morti nelle ultime 24 ore. Record di tamponi

 
La novità
Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

 
I dati regionali
Covid in Puglia, curva contagi stabile: 295 nuovi casi su oltre 5.800 tamponi e altri due decessi nel barese

Covid in Puglia, curva contagi stabile: 324 casi su 5300 tamponi e altri 2 morti nel Barese. Potenziato il Riuniti a Foggia. Otto positivi in Rssa a Taranto

 
Tragedia sfiorata
Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

 
Paura contagio
Bari, presunto caso Covid tra i poliziotti della squadra mobile: sanificati gli uffici

Bari, presunto caso Covid tra i poliziotti della squadra mobile: sanificati gli uffici

 
dati regionali
Covid in Basilicata, 95 positivi su 1200 tamponiBardi: «Sarà operativo ospedale da campo dono del Quatr»

Covid in Basilicata, 95 positivi su 1200 tamponi
Bardi: «Sarà operativo ospedale da campo dono del Quatar»

 
Serie B
Lecce calcio, mister Corini: «Contro la Cremonese squadra d'attacco ma più attenta»

Lecce calcio, mister Corini: «Contro la Cremonese squadra d'attacco ma più attenta»

 
ammortizzatori sociali
Mittal Taranto, chiesta proroga cassa integrazione per 13 settimane

Mittal Taranto, chiesta proroga cassa integrazione per 13 settimane

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, Auteri: «Derby col Monopoli sarà partita tosta»

Bari, Auteri: «Derby col Monopoli sarà partita tosta»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl caso
Mafia dei parcheggi a Torre Guaceto: indagato il sindaco di Carovigno

Mafia dei parcheggi a Torre Guaceto: indagato il sindaco di Carovigno

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

Covid 19 a Taranto, focolaio in Rssa nel quartiere Paolo VI: 8 pazienti positivi

 
Bariemergenza coronavirus
Toritto, troppi contagi Covid: sindaco chiude scuole, parchi e sale gioco sino a fine ottobre

Toritto, troppi contagi Covid: sindaco chiude scuole, parchi e sale gioco sino a fine ottobre

 
Lecce#IoStoconMarilù
Puglia, al via la campagna social a sostegno della giornalista minacciata Mastrogiovanni

Puglia, al via la campagna social a sostegno della giornalista minacciata Mastrogiovanni

 
BatL'impatto
S. Ferdinando di Puglia, scontro tra auto e mezzo Anas: : 2 feriti, SS16 chiusa al traffico

S. Ferdinando di Puglia, scontro tra auto e mezzo Anas: : 2 feriti, SS16 chiusa al traffico

 
FoggiaTragedia sfiorata
Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

Foggia, cassone di camion sbatte contro grosso ramo di albero: illeso il conducente

 
Potenzaintervento dei CC
Rapolla, atti osceni in luogo pubblico e adescamento: 35enne arrestato

Rapolla, atti osceni in luogo pubblico e adescamento: 35enne arrestato

 
MateraLe indagini
Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

 

L'intervista

Giorgetti: «Dal ponte sullo stretto il salvagente per l’ex Ilva»

Il vicesegretario: «Io il Tatarella della Lega? È un complimento»

«Dal ponte sullo stretto il salvagente per l’ex Ilva»

Onorevole Giancarlo Giorgetti, vicesegretario della Lega e responsabile Esteri, quale sfida rappresentano le regionali pugliesi per il partito, prima forza della coalizione alle ultime Europee?
«Le regionali sono un voto di radicamento. Per la Lega, che punta sul rapporto con la propria terra e che rappresenta le istanze che vengono dal basso, è un passaggio fondamentale. Sentiamo l’affetto della gente, le piazze stracolme per le manifestazioni di Salvini lo dimostrano e ci hanno anche sorpreso».

Come interpreterete questa sintonia popolare?
«Con una politica responsabile, nell’esclusivo interesse nei pugliesi».

Il Carroccio, secondo alcune letture, fa il pieno nelle periferie. In questa campagna elettorale avete scelto di dialogare con il mondo produttivo e industriale. Quale visione guida questo percorso?
«Non c’è sviluppo senza lavoro. E il lavoro non lo fanno le leggi e i decreti legge. E tendenzialmente non lo fa lo Stato. Il lavoro lo fanno gli imprenditori, coloro che in qualche modo rischiano mettendosi in gioco, le partite Iva, le nuove partite Iva dei giovani e coloro che non dovrebbero essere scoraggiati dalla burocrazia. Lo sviluppo nasce dal lavoro e il lavoro nasce dall’iniziativa individuale, non da Mamma-Stato».

Il dossier ex Ilva?
«Ascoltiamo roboanti dichiarazioni rispetto alla svolta verde. L’acciaio è strategico e ci vuole una visione sistemica. Se si decidesse davvero di fare il ponte sullo Stretto in acciaio, l’ex Ilva lavorerebbe cinque anni solo per questa grande opera. Lo dico come provocazione. Gli interventi che deve fare lo Stato per garantire gli investimenti con chi c’è o chi ci vorrebbe essere, vanno calibrati in un quadro di lungo termine, non semplicemente con una sparata elettorale di questi tempi frequente. Il Recovery fund può aiutare, ma con le idee chiare sulla proiezione futura».

Il caso Banca Popolare di Bari. Emiliano ipotizza l’ingresso della Regione nel capitale sociale dell’istituto. Che ne pensa?
«Queste proposte, fatte a tre giorni dal voto, su temi così delicati come le banche, sono da evitare per persone che hanno responsabilità. Non so cosa gli abbia detto il ministro Gualtieri, che cura il dossier, e soprattutto cosa ne pensa la Banca centrale europea… È importante e fondamentale per l’economia pugliese e del Sud avere banche sane, che facciano banca nel senso proprio e aiutino le imprese a produrre e le famiglie nei consumi. L’azionariato pubblico è qualcosa che lascia aperto spazio a politiche clientelari, non funzionali ad un corretto esercizio del credito. Discuterne a tre giorni dalle elezioni puzza un po’ di bruciato».

Che ruolo avranno le Regioni nella delicata fase di spesa del Recovery fund?
«Sono federalista convinto e il principio di responsabilità per Comuni e Regioni è essenziale, ma può essere un’arma a doppio taglio. Il “Recovery fund next generation eu” è un pieno di investimenti strategici a beneficio di chi verrà. Non può essere sperperato per regali, specie in periodo elettorale. Siamo per progetti strategici, di cui la Puglia ha disperato bisogno. Penso all’alta velocità che che incredibilmente non collega Bari».

Regionali e referendum avranno un impatto sul futuro del governo, come avvenne nel 1999 con le dimissioni di D’Alema da premier?
«D’Alema, al netto delle sue idee politiche, è un politico ed è sinceramente democratico: prese atto della volontà del popolo. Chi governa oggi non mi sembra si curi minimamente dell’opinione popolare. Del resto il Pd sconfitto nel 2018, non si è posto nessun problema di andare al governo. In una democrazia matura e consapevole il voto degli elettori dovrebbe essere sempre qualcosa di cui tenerne conto».

Che futuro per la Lega nazionale che in Puglia candida Nuccio Altieri come vicepresidente?
«Questa terrà è storicamente la punta avanzata del Sud e deve tornare a rivendicare questo ruolo, perché se il Sud non si riprende, il Paese non può farcela. Noi siamo indiscutibilmente un partito nazionale e abbiamo l’ambizione di essere il partito di riferimento nel centrodestra anche se abbiamo un elettorato trasversale e tante sensibilità all’interno della nostra comunità. La linea di continuità è sempre l’attenzione ai problemi concreti della gente, in modo pragmatico e non ideologico come fa la sinistra».

Oggi è a Bari. Tanti l’hanno definita “il Tatarella della Lega”, evocando il leader pugliese. La politica ha sempre bisogno di interpreti armoniosi…
«Ho conosciuto Tatarella in Parlamento. Tanti mi paragonano a lui. Lo prendo come un complimento. La politica implica rispetto, non capisco il clima di calunnie che vedo troppo spesso in giro. Bisogna sempre parlare con tutti. Una volta si è in maggioranza, una volta all’opposizione ma è l’interesse generale quello che conta. Per questo non ho compreso perché con pura presunzione - in questa fase difficile della crisi pandemica - il governo non ha voluto accogliere nessun contributo da parte dell’opposizione. Anche Tatarella non avrebbe apprezzato questo modus operandi».

Se il governo dovesse andare in crisi, si aprirebbero strade per soluzioni differenti, tra cui anche una possibile discesa in campo dell’ex presidente della Bce Mario Draghi?
«Non so se resta in piedi l’opzione Draghi o se è interessato. Quando si è in una situazione complicata si prende il miglior specialista in circolazione, indipendentemente dall’essere di destra o sinistra. L'attuale maggioranza, con un po’ di superbia, vuole andare avanti da sola… Ma non mi sembra che il governo Conte vada benissimo. Vedremo…».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie