Giovedì 18 Agosto 2022 | 10:10

In Puglia e Basilicata

Agricoltura

Xylella, il ministero sblocca altri 30 milioni. Bellanova: «Acceleriamo gli aiuti»

xylella

Sicurezza: ecco 2,8 milioni alle imprese

16 Luglio 2020

Redazione Regione

ROMA - Approvata la rimodulazione delle risorse assegnate al piano di emergenza per il contenimento di Xylella in Puglia, pari a euro 30 milioni di euro a valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020. Lo fa sapere il Ministero delle politiche agricole al termine della riunione del Comitato di sorveglianza: la decisione ora dovrà essere sottoposta alle valutazioni della Cabina di Regia presso la Presidenza del Consiglio. «Vogliamo rafforzare ancora di più gli interventi a tutela dei nostri olivicoltori nella battaglia contro la Xylella, con strumenti di applicazione rapida e dando risposte concrete», ha detto la ministra Teresa Bellanova.

La ministra ha aggiunto che «semplifichiamo le procedure e concentriamo le risorse, aumentando i plafond delle misure già previste dal Psr della Puglia e allo stesso tempo lavoriamo per velocizzare l’intera attuazione del piano da 300 milioni di euro per il rilancio». I 30 milioni di euro, spiga il Mipaaf, saranno utilizzati per aumentare il plafond previsto per le misure del Psr della Regione Puglia. In particolare, 27 milioni di euro andranno a favore della sottomisura dedicata al sostegno per gli investimenti per la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende olivicole della zona infetta e i restanti 3 milioni saranno destinati alla sottomisura che riguarda il ripristino terreni e potenziale produttivo danneggiati da calamità naturali.

Da ieri, inoltre, le micro e piccole imprese operanti nel settore agricolo potranno compilare la domanda per richiedere i contributi previsti dall’avviso pubblico Isi Agricoltura con cui l’Inail stanzia 65 milioni di euro per investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Il finanziamento in conto capitale va da un minimo di 1.000 ad un massimo di 60.000 euro e copre il 40% delle spese ammissibili al netto dell’IVA, valore che per i giovani agricoltori sale sino al 50%. A darne notizia il sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate, spiegando che alla Puglia sono destinati 2,8 milioni e alla Basilicata 1,9 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725