Giovedì 06 Agosto 2020 | 09:08

NEWS DALLA SEZIONE

Allarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
La decisione
Il Lecce calcio licenzia Meluso, il nuovo dg è Corvino

Il Lecce calcio licenzia Meluso, il nuovo dg è Corvino

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
Maltempo
I temporali non abbandonano la Puglia: allerta gialla estesa di 48 ore

I temporali non abbandonano la Puglia: allerta gialla estesa di 48 ore. Annullato concerto del Petruzzelli

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, balzo in avanti dei contagi: 384 nuovi casi e 10 morti

Coronavirus Italia, balzo in avanti dei contagi: 384 nuovi casi e 10 morti

 
Il caso
Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

 
Verso il voto
Regionali 2020, Emiliano presenta «Futuro in corso»: «Scriviamo insieme la nuova Puglia»

Regionali 2020, Emiliano presenta «Futuro in corso»: «Scriviamo insieme la nuova Puglia»

 
Eroe per un giorno
Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

 
L'evento
Bari, Ordine Avvocati e Fratres per un pomeriggio di donazione straordinaria di sangue

Bari, Ordine Avvocati e Fratres per un pomeriggio di donazione straordinaria di sangue

 
la vicenda
Corte d'Appello annulla confisca beni per 10mln di euro a imprenditore pugliese

Corte d'Appello annulla confisca beni per 10mln di euro a imprenditore pugliese

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLe nuove professioni
Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

 
MateraAllarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
BariIl caso
In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia 

In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia

 
PotenzaL'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
LecceIl caso
È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

 
FoggiaL'iniziativa
Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

 
BatIl caso
Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

 
BrindisiAMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 

i più letti

LA LETTERA

Regionali Puglia, Conte ad Emiliano: «Urgono norme per preferenza di genere». In Commissione il 15 luglio. Emiliano replica: «È mia priorità»

Il premier in una missiva al governatore della Puglia, tra le Regioni che non hanno applicato le disposizioni della normativa elettorale

Regionali, Conte scrive ad Emiliano: «Urgono in Puglia norme per preferenza di genere»

BARI - «Ti invito con la massima urgenza ad allineare le disposizioni della normativa elettorale della tua Regione alle disposizioni» sulla doppia preferenza di genere. Lo scrive oggi il premier Giuseppe Conte in una lettera al governatore pugliese Michele Emiliano. «Le leggi elettorali di alcune Regioni, fra cui la Tua - scrive Conte - non si sono adeguate alle disposizioni di principio» volte a «garantire l'equilibrio di rappresentanza tra donne e uomini nel Consigli regionali».

«Come saprai - scrive Conte nella lettera indirizzata al presidente Emiliano - nel Consiglio dei ministri del 25 giugno il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, ha reso una informativa in relazione ad una ricognizione effettuata sulla legislazione regionale in materia di elezioni dei Consigli regionali, a seguito di sollecitazioni pervenute da associazioni di donne consigliere di parità». Conte spiega, poi, che dalla ricognizione è emerso che la Puglia è tra le Regioni che non si sono adeguate alle disposizioni di principio introdotte dalle legge 15 febbraio 2016, n.20, «volte a garantire, in attuazione dell’articolo 51 della Costituzione», l'equilibrio della rappresentanza di genere. «Tali leggi, infatti - continua Conte - non consentono l’espressione della seconda preferenza riservata a un candidato di sesso diverso o non prevedono le quote di lista». Già il 5 giugno, tramite il presidente della Conferenza delle Regioni e delle province autonome, il ministro Boccia, ricorda Conte, «ha sollecitato le Regioni interessate ad adeguarsi, senza peraltro alcun esito. Sarai d’accordo con me - aggiunge - sull'importanza, ancor più in questo particolare contesto storico in cui occorre dare nuovo impulso per costruire il futuro del nostro paese, di garantire l’equilibrio nella rappresentanza tra donne e uomini all’interno dei Consigli regionali».

LA REPLICA DI EMILIANO -  Il presidente della Puglia, Michele Emiliano, ha ringraziato il premier Conte per il sollecito inviato per lettera alle Regioni per l’introduzione della doppia preferenza come misura di parità nelle leggi elettorali regionali.
«Questo Tuo intervento - scrive Emiliano nella lettera di risposta - rappresenta pienamente la mia posizione sul tema. L'introduzione nella legge elettorale pugliese della doppia preferenza di genere per garantire una effettiva rappresentanza delle donne negli organi legislativi è un punto del nostro programma di governo della Regione. La competenza è del Consiglio regionale che, malgrado le mie ripetute sollecitazioni e richieste, non ha ritenuto finora di mettere in agenda la discussione sulla doppia preferenza. Ho immediatamente inoltrato al Presidente del Consiglio regionale la Tua lettera unitamente a una mia nota per sollecitare a intervenire».
«In caso di mancato adeguamento nell’arco dei prossimi giorni da parte del Consiglio regionale - conclude Emiliano - considero l'intervento del Governo nazionale annunciato nei giorni scorsi a favore della introduzione della doppia preferenza di genere nella prossima tornata elettorale un atto legittimo e di assoluta condivisione».

IL COMMENTO DI PARI OPPORTUNITÀ PUGLIA - «E dopo questa, davvero non ci sono più scuse»: così la Commissione Pari Opportunità della Regione Puglia commenta, su facebook, l’iniziativa del premier Giuseppe Conte che ha inviato una lettera anche al governatore Michele Emiliano per sollecitare la Puglia a inserire nella propria legge elettorale la doppia preferenza di genere.
Delle sei Regioni che ancora non hanno la norma di parità nelle proprie leggi elettorali, la Puglia e la Liguria sono le uniche due al voto in settembre.
Da anni la commissione Pari opportunità della Puglia si batte per la modifica prevista dalla legge nazionale 20 del 15 febbraio 2016, norma ricordata anche dal premier Conte nell’invitare le Regioni «con la massima urgenza ad allineare le disposizioni della normativa elettorale» alle disposizioni sulla doppia preferenza di genere: «Le leggi elettorali di alcune Regioni, fra cui la Tua - evidenzia Conte - non si sono adeguate alle disposizioni» volte a «garantire l’equilibrio di rappresentanza tra donne e uomini nel Consigli regionali».

Si dovrebbero discutere mercoledì 15 luglio in commissione le tre proposte di legge regionali, depositate in Puglia da oltre due anni, per inserire la doppia preferenza di genere nel sistema elettorale pugliese. Lo conferma il presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, che spiega le procedure: «Le tre proposte dovranno essere unificate in una e votate, dopodiché toccherà al Consiglio regionale esprimersi». Alla domanda se ci siano ancora i tempi tecnici per cambiare la legge elettorale pugliese prima delle elezioni regionali di settembre, Loizzo risponde: «Penso proprio di sì».
L’approvazione di una legge in Consiglio regionale è un passaggio obbligatorio senza il quale non potrà essere inserita la doppia preferenza. Proprio oggi, attraverso una lettera inviata al governatore Michele Emiliano, il premier Giuseppe Conte è tornato a sollecitare: «Ti invito con la massima urgenza ad allineare le disposizioni della normativa elettorale della tua Regione alle disposizioni» sulla doppia preferenza di genere. Le leggi elettorali di alcune Regioni, fra cui la Tua - scrive Conte - non si sono adeguate alle disposizioni» volte a "garantire l’equilibrio di rappresentanza tra donne e uomini nel Consigli regionali».

IL GRAZIE DEL MINISTRO BOCCIA - «Ringrazio il presidente del Consiglio per aver dato seguito in maniera tempestiva all’informativa fatta in Cdm sulla necessità di intervenire sulle leggi elettorali regionali per inserire la parità di genere. Sono sicuro che i consigli regionali inadempienti non si faranno imporre la norma ma agiranno in maniera responsabile». Lo sottolinea il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, dopo la lettera del premier Giuseppe Conte ai presidenti delle Regioni inadempienti nell’applicazione della norma della legge 20/2016.
«Anche in una democrazia matura - prosegue - quando i legislatori territoriali non riescono ad adattare le norme a dei diritti sacrosanti le forzature diventano inevitabili. È sempre avvenuto così, anche nei momenti più controversi della storia dei principali diritti negati. E il diritto di rappresentanza di genere nelle assemblee regionali è un diritto sacrosanto. Una menzione particolare - aggiunge il ministro - va al movimento '2votimegliodi1', che raccoglie decine di donne e di associazioni territoriali e nazionali, per aver sempre incalzato le istituzioni in questa che è una riforma di civiltà».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie