Giovedì 13 Maggio 2021 | 23:05

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

 
Occupazione
Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

 
Emergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
Lotta al virus
Vaccinazioni in Puglia: utilizzato il 91% delle dosi ricevute

Vaccinazioni in Puglia: utilizzato il 91% delle dosi ricevute

 
Il bollettino nazionale
Covid in Italia, 8.085 nuovi casi e 201 morti nelle ultime 24 ore

Covid in Italia, 8.085 nuovi casi e 201 morti nelle ultime 24 ore

 
Sicurezza stradale
Foggia, tre incidenti stradali nel pomeriggio

Foggia, tre incidenti stradali nel pomeriggio

 
Il caso
Bari, detenzione di arsenale da guerra: nuovo arresto per ex gip De Benedictis

Bari, detenzione di arsenale da guerra: nuovo arresto per ex gip De Benedictis. Sparò col mitra dal balcone di casa

 
La competizione
Bari, il velista Giuseppe D’Amato terzo all'Interzonale Sud di e-sailing «Mille per una vela»

Bari, il velista Giuseppe D’Amato terzo all'Interzonale Sud di e-sailing «Mille per una vela»

 
Lutto
Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

Bari, addio a Lillino D'Erasmo storico dirigente Msi-An

 
Ambiente
Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

 
Il caso
Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

Fuga di notizie su tangenti, due avvocati di Bari rischiano processo

 

Il Biancorosso

Verso il derby
Bari, si punta a ritrovare tra i disponibili il difensore esterno Celiento

Bari, si punta a ritrovare tra i disponibili il difensore esterno Celiento

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

 
FoggiaIl caso
Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

 
PotenzaOccupazione
Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

 
HomeEmergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 
TarantoSicurezza sul lavoro
Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

 
BrindisiCarabinieri
Francavilla, le molestie corrono sul filo del telefono

Francavilla, le molestie corrono sul filo del telefono

 

i più letti

l'emergenza

Coronavirus Puglia, epidemiologo Lopalco: «Segnali positivi, contagio cresce piano»

«Al 25 marzo ci aspettavamo 2mila casi, ne abbiamo la metà. Riaprire prima al Sud? Possibile, ma con altre misure»

Coronavirus: i consigli del Ministero della Salute su sintomi e prevenzione dei contagi

Per il quinto giorno consecutivo in Puglia il numero dei nuovi casi si mantiene intorno a quota 100, stavolta con un lieve calo. La curva dei contagi, insomma, da qualche giorno è una linea retta. «In Lombardia cominciamo a vedere un rallentamento della crescita - analizza il professor Pier Luigi Lopalco, epidemiologo della task force della Regione -, mentre la situazione pugliese è in una fase di crescita costante dei casi. Speriamo non ci sia un aumento».

Tradotto dalle parole di Lopalco, è comunque una buona notizia. Perché la previsione iniziale dell’epidemiologo salentino era di gran lunga più alta. «Avevamo stimato una ondata di 2mila casi entro il 25 marzo, grazie a dio ne abbiamo registrati la metà. La risposta della Puglia è stata tarata su quella cifra, possiamo dunque dire che la Regione si è mossa in maniera molto più ampia rispetto a quello che stiamo osservando».

Ma non è il momento di abbassare la guardia. «L’epidemia italiana - spiega Lopalco - non è una unica epidemia, ma la somma di tante epidemie regionali, provinciali e addirittura comunali. Quindi dobbiamo fare massima attenzione perché al calo dei casi in una regione potrebbe essere collegato l’aumento in un altra». È il motivo per cui le misure di lockdown devono rimanere in vigore per il maggior tempo possibile: viaggi e spostamenti, anche brevi, potrebbero spostare il contagio da una parte all’altra. E questo vale soprattutto per il Sud che, ad oggi, è stato risparmiato dall’emergenza di Lombardia e Veneto. «Il problema della fuga dal Nord ha avuto un certo impatto. Abbiamo ricoverato in ospedale i genitori dei ragazzi che sono tornati a casa perché sono stati presi dal panico. Non bastano due settimane per quantificare questo fenomeno, e soprattutto stiamo vedendo la prima generazione dei casi ma bisognerà vedere se non ce ne sarà una seconda».

Ecco perché il lavoro non finisce qui. La Puglia, ricorda Lopalco, sta tentando di fare qualcosa in più. Cercare «i casi con pochi sintomi», quelli che magari non si sono presentati in ospedale avendo scambiato la febbricola per una influenza, oppure gli asintomatici, che - secondo alcune valutazioni - potrebbero essere cinque, sei o anche 10 volte più dei casi finora censiti. E se non creano carico sul sistema ospedaliero, sono però fonte costante di contagi, in famiglia e sul posto di lavoro: il test rapido (che da ieri viene sperimentato sul personale dell’Oncologico di Bari) potrebbe servire a dare una valutazione percentuale degli asintomatici. Che, una volta individuati, devono andare in quarantena.

Ma guardare avanti è inevitabile, così come fare delle valutazioni. Il nuovo decreto di Conte, che conferma il 31 luglio come termine dell’emergenza, prevede la possibilità di rimodulare le misure di contenimento anche su base geografica. E dunque una ipotesi potrebbe essere quella di cominciare a riaprire dal Sud. Ha senso? «Potrebbe - risponde Lopalco -. Ma questa è una situazione in grossa evoluzione e bisogna vedere luogo per luogo. Dipende molto anche da che misure verranno prese». Una grossa mano potrebbe arrivare proprio con la ricerca degli asintomatici, perché eliminerebbe una grande fonte di contagio. Ma servirebbe anche una stretta alle quarantene, da effettuare in strutture protette e non in casa: l’isolamento in famiglia spesso non funziona e genera altri casi. Per questo la Regione è pronta ad individuare immobili da destinare alla quarantena.

L'ESPERTO RISPONDE IN VIDEO SU SITO REGIONE - Pillole video per spiegare che cosa è il Coronavirus e come ci si difende. L’iniziativa è della Presidenza della Regione Puglia che ha affidato al professor Pier Luigi Lopalco il compito di dare indicazioni e chiarimenti su come comportarsi e prevenire il contagio. Le domande alle quali risponde in video il prof Lopalco sono quelle più frequenti e quelle più importanti per riuscire a vincere insieme questa sfida. 
I primi dieci video sono disponibili sul sito della Regione Puglia, nella sezione dedicata al Coronavirus a questo indirizzo: http://www.regione.puglia.it/coronavirus-l-esperto-risponde

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie