Martedì 18 Febbraio 2020 | 02:06

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Matera, 39enne si allontana da casa in auto: trovato morto in un dirupo

Matera, 39enne si allontana da casa in auto: trovato morto in un dirupo

 
Stalking
Perseguita e violenta per 4 mesi una donna: arrestato 49enne nel Tarantino

Perseguita e violenta per 4 mesi una donna: arrestato 49enne nel Tarantino

 
L'aggressione
San Severo, giovane di 32 anni accoltella anziano all'addome

San Severo, un trentaduenne accoltella anziano all'addome

 
L'inchiesta
Puglia, salvaguardare le dimore storiche: sono il nostro tesoro

Puglia, salvaguardare le dimore storiche: sono il nostro tesoro

 
L'allarme
Addio ricci di mare: sono a rischio estinzione, colpa del mare più caldo di 3 gradi

Addio ricci di mare: sono a rischio estinzione, colpa dell'acqua più calda di 3 gradi

 
La visita
Salvini arriva in Puglia: due tappe il 19 e il 20 febbraio

Salvini arriva in Puglia: due tappe il 19 e il 20 febbraio

 
AERONAUTICA MILITARE
Taranto, il 36° Stormo e l'84° Csarregalano un sorriso ai piccoli malati

Taranto, il 36° Stormo e l'84° Csar regalano un sorriso ai piccoli malati

 
Povertà
Puglia, la Giunta stanzia altri 10 milioni per il reddito di cittadinanza

Puglia, Giunta stanzia 10 mln per reddito di dignità e 60 mln per servizi territoriali

 
Il caso
Lecce, detenuto da fuoco alla sua cella: intossicati 5 agenti penitenziari

Lecce, detenuto dà fuoco alla sua cella: intossicati 5 agenti penitenziari

 
23 febbraio
Papa a Bari, 50mila persone previste in città, il sindaco: «Siamo pronti»

Papa a Bari, 50mila persone previste in città, il sindaco: «Siamo pronti»

 
Sport
Karate, super Terryanna D'Onofrio: conquista l'oro a squadre in Premier League a Dubai

Karate, super Terryanna D'Onofrio: conquista l'oro a squadre in Premier League a Dubai

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa tragedia
Matera, 39enne si allontana da casa in auto: trovato morto in un dirupo

Matera, 39enne si allontana da casa in auto: trovato morto in un dirupo

 
PotenzaL'inchiesta
Potenza, maltrattamenti in Istituto Padri Trinitari: assolti

Potenza, maltrattamenti in Istituto Padri Trinitari: assolti

 
TarantoStalking
Perseguita e violenta per 4 mesi una donna: arrestato 49enne nel Tarantino

Perseguita e violenta per 4 mesi una donna: arrestato 49enne nel Tarantino

 
FoggiaL'aggressione
San Severo, giovane di 32 anni accoltella anziano all'addome

San Severo, un trentaduenne accoltella anziano all'addome

 
LecceIl caso
Lecce, detenuto da fuoco alla sua cella: intossicati 5 agenti penitenziari

Lecce, detenuto dà fuoco alla sua cella: intossicati 5 agenti penitenziari

 
NewsweekLa storia
Barletta, il «ragazzo delle farfalle» morto sulla strada. I genitori nelle scuole: mai più

Barletta, il «ragazzo delle farfalle» morto sulla strada. I genitori nelle scuole: mai più

 
BrindisiPallacanestro
Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

 

i più letti

Trasporti

Via libera al tunnel dell’Irpinia per unire Bari con Napoli

Difficile aprirlo entro il 2026. Per il momento il progetto è stato sbloccato con l’ok del ministero dell’Ambiente e del Consiglio superiore dei lavori pubblici

incrocio di binari treni

BARI - L’ok del ministero dell’Ambiente è del 15 novembre. Il via libera del Consiglio superiore dei lavori pubblici porta invece la data dell’11 dicembre. Entrambi hanno una lunga lista di prescrizioni che, va detto subito, escludono l’apertura entro il 2026 come continua a sostenere il gruppo Fs. Ma il progetto per la galleria dell’Irpinia, il cuore dell’Alta capacità ferroviaria tra Napoli e Bari, è stato finalmente sbloccato. Dopo la conclusione delle conferenze dei servizi e la pubblicazione del decreto Cipe in Gazzetta ufficiale, il commissario straordinario Maurizio Gentile (che è anche l’amministratore delegato di Rfi) potrà avviare l’iter per la gara d’appalto della Hirpinia-Orsara, il secondo lotto funzionale della tratta Apice-Orsara: un’opera da 27 chilometri e 1,5 miliardi di euro, soldi che al momento non sono completamente disponibili.

Il tunnel sotto l’Irpinia è la tratta più sensibile dell’itinerario che un giorno dovrebbe consentire di collegare Bari e Napoli in due ore e mezza. Si tratta infatti di scavare in una zona ad alta franosità con l’utilizzo di macchine speciali (che vanno costruite ad hoc), e di realizzare un viadotto a servizio della nuova stazione Hirpinia che deve scavalcare un fiume. Il ministero dell’Ambiente ha emesso 30 prescrizioni su aspetti tecnici molto delicati, a partire dal riutilizzo dei milioni di metri cubi di materiali di risulta dello scavo. Il Consiglio superiore dei lavori pubblici (che in altre due occasioni aveva bocciato il progetto e che anche stavolta ha ritenuto superate «solo parzialmente» le criticità e le carenze già espresse) ha imposto di rivedere molti aspetti, da riesaminare in fase di verifica del progetto, ed ha ritenuto non superate le perplessità espresse sul cronoprogramma dei lavori (sono previsti 2.700 giorni, circa 7 anni e mezzo). La commissione Via lo ha detto ancora più chiaramente, prescrivendo che Rfi «provvederà a redigere un cronoprogramma aggiornato dei lavori che tenga conto degli eventuali elementi di novità che emergeranno nel corso della successiva fase di progettazione».

Si tratta, comunque, di un passaggio fondamentale, anche se il parere del Consiglio superiore ribadisce il rischio di un sensibile aumento del costo delle opere. Questo perché, ad esempio, lo scavo del tunnel (sarebbe una delle prime 10 gallerie ferroviarie del mondo per lunghezza totale) presenta elementi di complessità che potrebbero essere stati sottostimati in sede di progetto definitivo e che dovranno essere affrontati da chi si aggiudicherà i lavori (con l’appalto integrato, che prevede progettazione esecutiva e realizzazione). Già oggi il costo dell’opera è pari a 53 milioni di euro a chilometro, molto più alto della media di altri interventi simili. Il Consiglio superiore ha ordinato che tutte le criticità dovranno essere superate prima dell’appalto. Fonti ministeriali, però, fanno notare che il progetto della Napoli-Bari rappresenta una assoluta priorità e che verrà trattato come tale: pur confermando che il termine del 2026 è quasi certamente da considerare «ottimistico», garantiscono che gli ultimi tratti dell’opera verranno cantierizzati in tempi rapidi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie