Sabato 19 Ottobre 2019 | 06:16

NEWS DALLA SEZIONE

La relazione
Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

 
La polemica
Bufera sul Foggia calcio, calciatori cantano «Onoriamo i diffidati». Questura analizza filmato

Bufera sul Foggia calcio, calciatori cantano «Onoriamo i diffidati». Questura analizza filmato

 
Un 67enne
Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

 
La tragedia
Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

Melendugno, gli sfugge la motosega di mano: 67enne morto dissanguato

 
L'appello
Melucci alla Regione Puglia: «per l'ex Ilva chiusura area a caldo e accordo su programma»

Melucci alla Regione Puglia: «per l'ex Ilva chiusura area a caldo e accordo su programma»

 
Lo scandalo
Appalti e favori in Regione, arrestato Cera e suo padre: martedì l'interrogatorio

Appalti e favori in Regione, in arresto Cera e suo padre: martedì l'interrogatorio

 
L'incidente
Arcelor Mittal, tragedia sfiorata a Taranto: crolla una lamiera, nessun ferito

Arcelor Mittal, tragedia sfiorata a Taranto: crolla una lamiera, nessun ferito

 
L'accordo
Foggia, intesa tra Regione e Comune per 150 case popolari

Foggia, intesa tra Regione e Comune per 150 case popolari

 
Dopo la protesta
I pescatori pugliesi sospendono lo sciopero

I pescatori pugliesi sospendono lo sciopero

 
Stalking
Bitonto, perseguitava la ex moglie: arrestato stalker 55enne

Bitonto, perseguitava la ex moglie: arrestato stalker 55enne

 
Tentato omicidio
San Severo, lite tra rivali finisce a coltellate: ferito giovane, è grave

San Severo, lite tra rivali finisce a coltellate: ferito giovane, è grave

 

Il Biancorosso

Domenica
Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa relazione
Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

Manfredonia, mafia in Comune: ecco i legami dei politici con i clan

 
TarantoDai Carabinieri
Martina, maltratta i genitori per il denaro: arrestata una 27enne

Martina, maltratta i genitori per il denaro: arrestata una 27enne

 
BariOmicidio Sifanno
Bari, falciato a raffiche di kalashinkov: 16 anni alla nipote del boss

Bari, falciato a raffiche di kalashinkov: 16 anni alla nipote del boss

 
BatAlla stazione
Trani, indagini su denuncia 12enne: «Molestata da un anziano»

Trani, indagini su denuncia 12enne: «Molestata da un anziano»

 
LecceUn 67enne
Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

Melendugno, gli sfugge motosega di mano: muore dissanguato

 
BrindisiI controlli
Operazione antidroga dei cc: due arresti per spaccio a Brindisi e Latiano

Operazione antidroga dei cc: due arresti per spaccio a Brindisi e Latiano

 
PotenzaIl caso
Truffe online ai danni di anziani ne Potentino: 3 denunce

Truffe online ai danni di anziani nel Potentino: 3 denunce

 
MateraLa struttura
Pisticci, «Pista Mattei? Si apra ai voli turistici e di affari»

Pisticci, «Pista Mattei? Si apra ai voli turistici e di affari»

 

i più letti

l'indagine

Ferrovie Sud-Est, cadono i sequestri ai creditori del concordato, Riesame sblocca 25mln di euro

La Procura aveva chiesto di bloccare i pagamenti a chi è stato ritenuto responsabile del dissesto della società

Ferrovie Sud-Est, cadono i sequestri ai creditori del concordato, Riesame sblocca 25mln di euro

foto Luca Turi

I crediti per oltre 25 milioni che alcuni degli imputati per il crac di Ferrovie Sud-Est vantano nell’ambito del concordato preventivo non potevano essere sequestrati perché «risultano “contestati” ed attualmente sub judice». Il 30 settembre il Riesame ha annullato la decisione con cui il Tribunale a giugno aveva accolto la richiesta della Procura finalizzata a evitare il pagamento di quelle somme a persone accusate di aver contribuito al dissesto della società. E così ieri i giudici della Prima sezione hanno disposto il dissequestro anche per chi non aveva fatto ricorso.

Il sequestro riguardava gli 11,6 milioni di crediti vantati dall’avvocato romano Angelo Schiano, ritenuto dall’accusa amministratore occulto di Fse, dalla famiglia Cezza che aveva ottenuto un contratto milionario per gestire l’archivio storico di Sud-Est (240mila euro), e da Sandro Simoncini, il proprietario della sede romana presa in fitto dall’ex n. 1 Luigi Fiorillo (1,8 milioni). Poi i crediti delle cinque società imputate: Centro Calcolo (3,8 milioni), Bit (5 milioni) e Entel (1,3 milioni) dell’imprenditore Ferdinando Bitonte che gestivano i servizi informatici, Prato Engineering dell’ingegnere salentino Vito Antonio Prato (600 mila euro), Svicat dell’imprenditore leccese Fabrizio Camilli, fornitore di carburante (200 mila euro). Infine le società non coinvolte nel processo per bancarotta: i 200mila euro vantati dalla Vittucci sas di Fausto Vittucci, certificatore dei bilancio di Fse (200 mila euro), poi Sil (500 mila euro) e Sintass (6 mila euro).

Il Riesame (presidente Romanazzi, relatore Romanelli) ha richiamato il principio di «fluidità» del passivo concordatario, non essendoci una fase di accertamento dei crediti che dunque non sono certi, liquidi ed esigibili. In più, Sud-Est ha avviato una serie di giudizi proprio per accertare l’insussistenza di questo e di altri crediti. Come dire che, al momento, i creditori (del concordato)-imputati (nel procedimento penale per bancarotta) non hanno modo di farsi pagare se non interverrà prima una pronuncia di un giudice sulla legittimità delle somme. Parliamo di parcelle legali (per Schiano), di progettazione (per Prato), o comunque di crediti derivanti dai contratti stipulati nel corso del tempo con l’ex amministratore Fiorillo. La Procura (il pool guidato dall’aggiunto Roberto Rossi) aveva ritenuto di chiedere il sequestro preventivo finalizzato alla confisca proprio per evitare che i soldi, ritenuti provento di reato, potessero scomparire.

Il processo per bancarotta è in corso davanti alla Prima sezione e riprenderà a breve con l’ascolto dei consulenti dell’accusa. Nel corso del tempo il Riesame e la Cassazione hanno revocato una parte delle misure cautelari emesse a gennaio 2018. L’unico maxisequestro che resta in piedi è quello, disposto in sede civile nell’ambito dell’azione di responsabilità nei confronti di Fiorillo per circa 130 milioni di euro: materialmente, però, sono stati trovati circa 10 milioni che sono anche oggetto dei sequestri penali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie