Giovedì 18 Agosto 2022 | 09:36

In Puglia e Basilicata

l'ufficialità

Benedetta Pilato passa al Circolo Aniene: «Ma non lascio la Puglia»

Benedetta Pilato passa al Circolo Aniene: «Ma non lascio la Puglia»

La stella nascente del nuoto passa alla storica società laziale, ma continuerà a vivere a Taranto

02 Ottobre 2019

Ciro Sanarica

Benedetta Pilato cambia i colori della cuffia ma non la sua identità. All’indomani della premiazione avvenuta a Bari per mano del presidente del consiglio regionale, Mario Loizzo, che ha omaggiato la quattordicenne tarantina per le straordinarie imprese estive (si è laureata vicecampionessa del mondo assoluta nei 50 metri stile rana e campionessa europea e del mondo juniores nella stessa specialità natatoria), arriva l’ufficialità del passaggio allo storico Circolo Canottieri Aniene. Il sodalizio laziale, fondato nel 1892, rappresenta una delle maggiori espressioni sportive italiane ed annovera attualmente, tra i propri ranghi, atleti del calibro di Federica Pellegrini e Simona Quadarella.
«Sono felice dell’opportunità che mi è stata offerta dal Circolo Canottieri Aniene – dice Benedetta Pilato – e sono onorata di farne parte. Hanno riposto fiducia in me nonostante la giovanissima età: questo mi inorgoglisce e spero di poterla ricambiare nel tempo».

L’ultima promessa degli sport acquatici tricolori non esita nel rivolgere un pensiero di sincera gratitudine al recente passato. «Mi sento in dovere – dice l’atleta ionica – di ringraziare la società della Fimco Sport e in particolare il presidente Gigi Mileti per la grande disponibilità dimostrata nei miei confronti negli ultimi mesi».
Come cambierà la vita della “Sirenetta dei due Mari”?
«La cosa fantastica - dice col solito ammaliante sorriso la giovane ranista – è che sostanzialmente la mia vita non cambierà affatto. Mi sarà consentito di svolgere gli allenamenti a Taranto, e quindi di non allontanarmi dalla famiglia, dalla scuola che frequento, dagli amici e dalla terra che amo».

Benedetta Pilato non lascia Taranto, non lascia la Puglia. Difenderà sempre i colori azzurri. Prenderà parte alle gare da tesserata di un prestigioso sodalizio con sede a Roma. Ma in acqua ciò si potrà notare? Farà differenza per chi ama lo sport?
«Il trasferimento al C.C. Aniene non è stato uno “scippo”, come purtroppo ho letto in giro – dice lo scopritore ed allenatore di Benedetta Pilato, Vito D’Onghia – ma il frutto di una scelta ragionata e ponderata per mettere Benedetta nelle condizioni di potersi allenare nella sua città. Benedetta non si sposta di una virgola, anzi, paradossalmente rispetto allo scorso anno ci avviciniamo perché si allena a due passi dalla scuola frequentata e non a Pulsano. Siamo contenti della scelta fatta, di comune accordo con la famiglia e siamo grati alla signorilità della Fimco Sport che non ha mai voluto speculare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725