Mercoledì 08 Luglio 2020 | 10:15

NEWS DALLA SEZIONE

la denuncia
Gravina, mistero al cimitero: corpo di una bimba sparito dalla tomba

Gravina, mistero al cimitero: corpo di una bimba sparito dalla tomba

 
il riconoscimento
Turismo, Alberobello è capitale italiana delle vacanze in famiglia

Turismo, Alberobello è capitale italiana delle vacanze in famiglia

 
La scoperta
Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

 
Serie A
Lecce vince contro la Lazio 2-1. Patric espulso per morso a Donati

Lecce vince contro la Lazio 2-1. Patric espulso per morso a Donati

 
E' ricoverato
Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

 
L'iniziativa
Gazzetta del Mezzogiorno, costituita una coop dei poligrafici

Gazzetta del Mezzogiorno, costituita una coop dei poligrafici

 
il bollettino
Coronavirus, in Italia altri 138 casi: 30 decessi, boom di guariti (+574)

Coronavirus, in Italia altri 138 casi: 30 decessi, boom di guariti (+574)

 
per i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
ambiente
Taranto, nube di polveri in area ex Ilva: depositato esposto Comune

Taranto, nube di polveri in area ex Ilva: depositato esposto Comune

 
il gruppo pugliese
Grande distribuzione: Maiora, 70mln di investimenti per la crescita della rete al Sud

Grande distribuzione: Maiora, 70mln di investimenti per la crescita della rete al Sud

 
i risultati
Coronavirus, screening di massa su 4200 lucani, il bilancio: «Contagio contenuto»

Coronavirus, screening di massa su 4200 lucani, il bilancio: «Contagio contenuto»

 

Il Biancorosso

Serie C
Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

Gautieri: «Bari, se devo affrontarti spero sia nella partita della finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barila denuncia
Gravina, mistero al cimitero: corpo di una bimba sparito dalla tomba

Gravina, mistero al cimitero: corpo di una bimba sparito dalla tomba

 
Foggial'episodio
Foggia, scoppia la rissa in villa a tarda notte: arrestati contendenti

Foggia, scoppia la rissa in villa a tarda notte: arrestati contendenti

 
BrindisiE' ricoverato
Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

Da Milano in vacanza a Villanova: turista va in ospedale, positivo al Covid

 
TarantoPreso dai Cc
Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

Taranto, spacciatore tradito da un incidente: aveva droga in auto

 
Potenzaper 24 tifosi
Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

Tifoso Vultur Rionero investito: gup Potenza accoglie istanze per messa alla prova

 
Batper i dipendenti
Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

Asl-Bat, ecco le «ferie solidali», da cedere a colleghi in difficoltà

 
MateraIl caso
Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

Matera, pulizia nei Sassi: il progetto resta nel cassetto

 

i più letti

Il caso

Intossicati nelle vigne di Turi, 20 braccianti al pronto soccorso

Sul posto sono accorse le ambulanze partite dalle centrali del 118 (il servizio di emergenza medica) di Casamassima, Turi, Rutigliano e Sammichele

Intossicati nelle vigne di Turi, 20 braccianti al pronto soccorso

BARI - Venti braccianti tutti della provincia di Brindisi, in gran parte donne, ingaggiati per il taglio dell’uva in un vigneto in territorio di Turi, sono rimasti intossicati da fitofarmaci che venivano usati in un tendone adiacente a quello dove stavano lavorando.

L’incidente è accaduto ieri mattina mentre le braccianti erano al lavoro e poteva avere conseguenze ben peggiori. Quanto accaduto riporta alla mente la morte di Paola Clemente, morta sotto i tendoni di Andria quattro anni fa. Questa volta invece, grazie anche al tempestivo allarme, tutti i lavoratori sono stati soccorsi e messi in sicurezza.
Sul posto sono arrivate le ambulanze delle postazioni 118 di Casamassima, Turi, Rutigliano e Sammichele. Gli operai intossicati sono stati ricoverati in codice verde, poi convertitosi in giallo al Miulli, e negli ospedali di Putignano, Monopoli ed alla Mater Dei di Bari. Sono sotto osservazione.
Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Turi, guidati dal maresciallo Giovanni Sacchetti per le indagini.

Dalla prima ricostruzione tutto ha inizio poco dopo le ore 7 di ieri mattina: 20 braccianti sono impegnati a lavorare sotto un tendone, intenti a tagliare l’uva dai tralci. Improvvisamente vengono investiti da una nube tossica che proviene da un tendone adiacente.

Lavorare sotto un tendone a queste temperature torride equivale a stare dentro una serra. È molto pericoloso se non si seguono determinate norma di sicurezza. Immediatamente cominciano ad avvertire un odore acre e fastidioso. Per fortuna, l’autista del pullmino, che li ha trasportati in campagna, si rende conto che la situazione è seria, carica i lavoratori sul mezzo e si allontana, per permettere loro di respirare aria più pulita, ad oltre un chilometro di distanza.
I venti braccianti avvertono i primi malesseri e allertano il 118 che si mette in azione intorno alle 7,45.
Circa 20 lavoratori, quasi tutte donne, sono intossicati da fitofarmaci che come una nube tossica li aveva avvolti.
Il soccorso medico è molto veloce. Per il luogo indicato partono un’auto medica da Casamassima con un medico a bordo, più una seconda ambulanza, oltre ad un terzo mezzo del 118 da Turi. Ma arrivare non è semplice. Inizialmente si portano lungo la strada provinciale che da Sammichele conduce a Putignano. Cercano le campagne, ma bisogna spingersi all’interno, attraverso un dedalo di strade rurali e alcune sterrate per raggiungere, in profondità, in territorio di Turi e il vigneto dove si trovano i 20 braccianti.

Il pulmino con i lavoratori è proprio lì, la maggior parte delle donne sono all’esterno del mezzo, alcune sono colte da panico. Due donne con sintomi più accentuati sono accasciate sui sedili del pullmino. Accusano nausea e sensazione di vomito, tosse, crampi addominali. La maggior parte accusa bruciore alle vie respiratorie, altri sensazione di vomito e bruciori gastrici.
Sul luogo sopraggiungono altre ambulanze da Sammichele e da Rutigliano.
Dopo i primi controlli i pazienti saranno trasportati negli ospedali di Putignano, Monopoli, Miulli, alla Mater Dei in codice verde. Una delle braccianti ha una crisi ipertensiva durante il trasferimento in ospedale e le viene effettuato un elettrocardiogramma. Tutti vengono fatti lavare, per togliere residui tossici dai capelli e sul corpo.
I carabinieri della stazione di Turi stanno svolgendo indagini e interrogando il proprietario del terreno vicino che sembra stesse pompando fitofarmaci sulle proprie piante. Bisognerà capire quali sostanze stava utilizzando e se lo faceva in maniera corretta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie