Giovedì 22 Agosto 2019 | 09:57

NEWS DALLA SEZIONE

ANTICIPI E POSTICIPI
Ecco tutte le date e gli orari della serie CBarion campo quasi sempre di domenica

Date e orari della serie C, Bari in campo quasi sempre di domenica

 
Controlli nel Brindisino
Rosa Marina, Cc in discoteca: 19 lavoratori in nero. Il gestore: "Tutto sanato"

Rosa Marina, Cc in discoteca: venti lavoratori in nero. Il gestore: «Tutto sanato»

 
Trasportato in codice rosso
Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

 
Musica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
LA SISAL
Scommettere sul Bari non è un affare I ragazzi di Cornacchini sono i favoriti

Scommettere sul Bari è un affare: i ragazzi di Cornacchini sono i favoriti

 
Denuncia Usb
Taranto ammorbata da puzza di gas nauseabonda: la denuncia dell'Usb

Taranto, allarme per una puzza gas ai quartieri Paolo VI e Tamburi

 
Poi donato in beneficienza
Brindisi, pesce troppo piccolo: sequestrati 120 kg dalla Guardia Costiera

Brindisi, pesce troppo piccolo: sequestrati 120 kg dalla Guardia Costiera

 
Nel centro storico
Bitonto, scippa borsa ad anziana e fugge: arrestato 33enne

Bitonto, scippa borsa ad anziana e fugge: arrestato 33enne

 
I controlli
Falsi incidenti stradali, stretta dei cc: 36 denunce in 7 mesi nel Brindisino

Falsi incidenti stradali, stretta dei cc: 36 denunce in 7 mesi nel Brindisino

 
Per la Coldiretti
Vini di Puglia, vendite al top per Primitivo e Negramaro: boom per i rosati

Vini di Puglia, vendite al top per Primitivo e Negramaro: volano i rosati

 
Estate di fuoco
Puglia piegata dagli incendi: la Murgia l'area più colpita

Puglia piegata dagli incendi: la Murgia l'area più colpita

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiControlli nel Brindisino
Rosa Marina, Cc in discoteca: 19 lavoratori in nero. Il gestore: "Tutto sanato"

Rosa Marina, Cc in discoteca: venti lavoratori in nero. Il gestore: «Tutto sanato»

 
PotenzaI controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
TarantoDomenico Bello
Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

 
MateraLe fiamme
Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

 
BariTrasportato in codice rosso
Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

 
LecceMusica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
BatL'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
FoggiaL'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

i più letti

Il caso

Intossicati nelle vigne di Turi, 20 braccianti al pronto soccorso

Sul posto sono accorse le ambulanze partite dalle centrali del 118 (il servizio di emergenza medica) di Casamassima, Turi, Rutigliano e Sammichele

Intossicati nelle vigne di Turi, 20 braccianti al pronto soccorso

BARI - Venti braccianti tutti della provincia di Brindisi, in gran parte donne, ingaggiati per il taglio dell’uva in un vigneto in territorio di Turi, sono rimasti intossicati da fitofarmaci che venivano usati in un tendone adiacente a quello dove stavano lavorando.

L’incidente è accaduto ieri mattina mentre le braccianti erano al lavoro e poteva avere conseguenze ben peggiori. Quanto accaduto riporta alla mente la morte di Paola Clemente, morta sotto i tendoni di Andria quattro anni fa. Questa volta invece, grazie anche al tempestivo allarme, tutti i lavoratori sono stati soccorsi e messi in sicurezza.
Sul posto sono arrivate le ambulanze delle postazioni 118 di Casamassima, Turi, Rutigliano e Sammichele. Gli operai intossicati sono stati ricoverati in codice verde, poi convertitosi in giallo al Miulli, e negli ospedali di Putignano, Monopoli ed alla Mater Dei di Bari. Sono sotto osservazione.
Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Turi, guidati dal maresciallo Giovanni Sacchetti per le indagini.

Dalla prima ricostruzione tutto ha inizio poco dopo le ore 7 di ieri mattina: 20 braccianti sono impegnati a lavorare sotto un tendone, intenti a tagliare l’uva dai tralci. Improvvisamente vengono investiti da una nube tossica che proviene da un tendone adiacente.

Lavorare sotto un tendone a queste temperature torride equivale a stare dentro una serra. È molto pericoloso se non si seguono determinate norma di sicurezza. Immediatamente cominciano ad avvertire un odore acre e fastidioso. Per fortuna, l’autista del pullmino, che li ha trasportati in campagna, si rende conto che la situazione è seria, carica i lavoratori sul mezzo e si allontana, per permettere loro di respirare aria più pulita, ad oltre un chilometro di distanza.
I venti braccianti avvertono i primi malesseri e allertano il 118 che si mette in azione intorno alle 7,45.
Circa 20 lavoratori, quasi tutte donne, sono intossicati da fitofarmaci che come una nube tossica li aveva avvolti.
Il soccorso medico è molto veloce. Per il luogo indicato partono un’auto medica da Casamassima con un medico a bordo, più una seconda ambulanza, oltre ad un terzo mezzo del 118 da Turi. Ma arrivare non è semplice. Inizialmente si portano lungo la strada provinciale che da Sammichele conduce a Putignano. Cercano le campagne, ma bisogna spingersi all’interno, attraverso un dedalo di strade rurali e alcune sterrate per raggiungere, in profondità, in territorio di Turi e il vigneto dove si trovano i 20 braccianti.

Il pulmino con i lavoratori è proprio lì, la maggior parte delle donne sono all’esterno del mezzo, alcune sono colte da panico. Due donne con sintomi più accentuati sono accasciate sui sedili del pullmino. Accusano nausea e sensazione di vomito, tosse, crampi addominali. La maggior parte accusa bruciore alle vie respiratorie, altri sensazione di vomito e bruciori gastrici.
Sul luogo sopraggiungono altre ambulanze da Sammichele e da Rutigliano.
Dopo i primi controlli i pazienti saranno trasportati negli ospedali di Putignano, Monopoli, Miulli, alla Mater Dei in codice verde. Una delle braccianti ha una crisi ipertensiva durante il trasferimento in ospedale e le viene effettuato un elettrocardiogramma. Tutti vengono fatti lavare, per togliere residui tossici dai capelli e sul corpo.
I carabinieri della stazione di Turi stanno svolgendo indagini e interrogando il proprietario del terreno vicino che sembra stesse pompando fitofarmaci sulle proprie piante. Bisognerà capire quali sostanze stava utilizzando e se lo faceva in maniera corretta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie