Giovedì 22 Agosto 2019 | 23:08

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento
Notte della Taranta, preconcertone con i bambini di Piccola Ronda

Notte della Taranta, preconcertone con i bambini di Piccola Ronda

 
Inquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

 
Il caso
Puglia, grandinata di maggio: da Regione nessuna richiesta di calamità

Puglia, grandinata di maggio: da Regione nessuna richiesta di calamità

 
Bari, boss Montani torna in cella: sparò per vendicare morte del figlio

Bari, boss Montani torna in cella: sparò per vendicare morte del figlio

 
San Carlo
Potenza, medici malati e infortunati: chiuso reparto neonatale, disposta inchiesta

Potenza, medici malati e infortunati: chiuso reparto neonatale, disposta inchiesta

 
Operazione dei Cc
Poggiorsini, sfruttavano extracomunitari a 70 cent l'ora: arrestati due agricoltori

Poggiorsini, sfruttavano extracomunitari a 70 cent l'ora: arrestati due agricoltori

 
L'inchiesta
Bari e il turismo, viaggio fra info point chiusi o nascosti

Bari e il turismo, viaggio fra info point chiusi o nascosti

 
La condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
Il provvedimento
Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker

Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker
A Massafra in cella 46enne

 
Dai Cc
San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

San Ferdinando, aveva una pistola con cartucce: arrestato 49enne

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoInquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

 
PotenzaInquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
FoggiaLa condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
BrindisiIl provvedimento
Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker

Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker
A Massafra in cella 46enne

 
LecceSalento e movida
Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

 
MateraDalla Gdf
Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

 

i più letti

A Torre dell'Orso

Intossicati in un villaggio del Salento, ristorazione ripresa: «Maionese causa dei disturbi»

Le persone soccorse, anche una bambina di dieci anni, hanno manifestano tutte gli stessi sintomi: nausea, vomito e diarrea. Per tre di loro si è reso necessario il ricovero in ospedale

Dieci persone intossicate in un villaggio del Salento: 3 di loro ricoverati in ospedale

LECCE - Dieci persone sono rimaste intossicate dopo aver mangiato in un villaggio vacanze del Salento. E’ accaduto in serata, quando al centralino del 118 sono arrivate le prime telefonate di soccorso. Si tratta del "The Village» di Torre dell’Orso, marina di Melendugno in provincia di Lecce, che ospita al momento oltre 700 villeggianti.

Le persone soccorse, anche una bambina di dieci anni, hanno manifestano tutte gli stessi sintomi: nausea, vomito e diarrea. Per tre di loro si è reso necessario il ricovero in ospedale. Sul posto è giunto personale dell’Asl per gli accertamenti.

Una dozzina di intossicati, due ricoveri precauzionali, di cui uno ancora in atto, e numerose altre persone con malori più lievi. E’ questo il bilancio finale diffuso dall’Asl di Lecce dopo il caso di intossicazione alimentare verificatasi ieri al «The Village» un villaggio vacanze di Torre dell’Orso, Marina di Melendugno.
Dopo l’ispezione dei Nas e i controlli del Gruppo Malattie a Trasmissione Alimentare (Mta), e del Sian, un team multidisciplinare che coinvolge anche veterinari e tecnici della prevenzione, facenti capo all’Asl, è stato disposto il provvedimento di urgenza a tutela della salute pubblica, di sospensione dell’attività di ristorazione e preparazione pasti nella struttura fino a quando non saranno resi noti i risultati degli esami tossicologici effettuati su parte del cibo consumato dagli ospiti della struttura. Il sospetto, si apprende da fonti investigative, è che l’intossicazione possa essere stata causata da un piatto a base di carne servito freddo.
L’attività d’indagine sanitaria è proseguita anche stamattina. I dirigenti medici del Sian, stanno completando l'ascolto delle persone coinvolte, non solo quelle colpite da malessere ma anche quelle che non hanno accusato sintomi, così come previsto dal protocollo, in modo da individuare con precisione la tossina che ha scatenato la tossinfezione.

LA RISPOSTA DELLA STRUTTURA - «Di concerto con la ASL locale facente capo al centro direzionale di Lecce, ci siamo adoperati, per la sicurezza dei nostri ospiti e per salvaguardare il nostro operato da sempre impeccabile, al fine di effettuare tutti i controlli necessari per identificare la causa del problema». Lo rende noto la struttura The Village in una nota.

«Dal tardo pomeriggio del 23 Luglio i controlli si sono protratti fino a tarda notte e come da protocollo è stata sospesa cautelativamente l’attività ristorativa del nostro Villaggio. In data 24 Luglio per far fronte al disagio assolutamente non preventivabile e con gli esami del caso ancora in corso, la direzione del villaggio ha provveduto a garantire i pasti a tutti i nostri ospiti nei ristoranti locali al fine di evitare disservizi. Cogliamo l’occasione di ricordare che il nostro ristorante,
inaugurato nel 2018, produce giornalmente circa 2400 pasti e mai nulla di tutto questo si è verificato nei venti anni di attività della struttura. Il problema è stato individuato nella preparazione di una delle portate degli antipasti. Più specificatamente l’alimento dello squilibrio è stata la maionese utilizzata per condire una portata degli antipasti.

Abbiamo la documentazione ufficiale dell’ASL di Lecce che ha rilasciato completa e totale conformità su tutti gli esami effettuati riguardanti:

- Condizioni strutturali ed attrezzature

- Gestione rifiuti
- Approvvigionamento idrico
- Lotta agli infestanti

- Igiene del personale e lavorazione
- Condizioni di pulizia e sanificazione
- Materie prime, semilavorati e prodotti finiti

- Sistema stoccaggio
- Formazione personale

- HACCP incluse le fasi preliminari del Codez A
- Etichettatura – presentazione dei prodotti alimentari

- Rintracciabilità – Ritiro – Richiamo

Comunichiamo ufficialmente che l’attività ristorativa, pertanto, così come tutti i servizi del nostro amato Villaggio, sono operativi al 100%»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie