Sabato 21 Settembre 2019 | 02:22

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Lecce Napoli, attesa per il match: ecco le probabili formazioni

Lecce Napoli, attesa per il match: ecco le probabili formazioni

 
Il rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
Finanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
Le previsioni
Puglia, torna il sereno per il week end, ma da lunedì serve l'ombrello

Puglia, torna il sereno per il week end, ma da lunedì serve l'ombrello

 
Denunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
Nel Brindisino
Falchi, gufi, gabbiani e volpi: liberati 60 esemplari a Torre Guaceto

Falchi, gufi, gabbiani e volpi: liberati 60 esemplari a Torre Guaceto

 
Il Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
Operazione Ps e vigili
Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

 
Scuola
Brindisi, troppe assenze: bocciata dai prof, riammessa dai giudici

Brindisi, troppe assenze: bocciata dai prof, riammessa dai giudici

 
Cosimo Stano
Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

 
La cantante
Emma, costretta a fermarsi per motivi di salute: «Succede e basta»

Emma, costretta a fermarsi per motivi di salute: «Succede e basta»

 

Il Biancorosso

Il match di domenica
Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 

i più letti

La richiesta

Regione Puglia, Popolari chiedono dimissioni dell'assessore Ruggeri

Scrivono in una nota: «Il gruppo non ha bisogno di uomini soli al comando o di politiche personalistiche»

Regione, rimpasto in giuntaentra Ruggeri, via la Curcuruto

BARI - Le dimissioni dell’assessore regionale al Welfare, Salvatore Ruggeri e, «in subordine, la revoca della delega da parte del presidente Emiliano» vengono chieste dai componenti del gruppo consigliare dei Popolari, Napoleone Cera, Peppino Longo , Mario Romano. L’accusa a Ruggeri, è di «non rappresentare più il Gruppo Popolari in Regione Puglia».

«Il gruppo - è detto in un documento - non ha bisogno di uomini soli al comando o di politiche personalistiche, ma di recuperare uno spirito federativo e partecipativo che è stato alla base della presentazione della coalizione nel 2015 a sostegno della candidatura, poi vittoriosa grazie anche al contributo dei Popolari, di Michele Emiliano alla guida della Regione Puglia». In un lungo documento, i Popolari fanno una analisi del voto alle europee e alle comunali da cui è emersa una «parcellizzazione del consenso in gran in parte dovuta a una serie di fattori che hanno finito per influenzare negativamente l'esito del voto popolare».

«Al dato elettorale - proseguono - occorre aggiungere un’analisi organizzativa-politica che coinvolge gli organi nazionali, ma non può prescindere da una sintesi efficace sul territorio regionale, dove la coalizione dei Popolari, pur avendo in Giunta un assessore di riferimento nella figura del sen. Salvatore Ruggeri, si è ritrovata spesso a rincorrere provvedimenti e atti che non venivano mai portati all’attenzione del Gruppo e a continuare a pagare un dazio sui territori da parte di chi è in Consiglio Regionale su mandato popolare».

Il Gruppo prende quindi atto «del fallimento dell’azione politica del suo assessore, incapace di rendersi punto di riferimento delle istanze territoriali e muovere a un maggiore coinvolgimento dei componenti del Gruppo Popolari»

EMILIANO: NESSUN RIMPASTO DI GIUNTA - «Non avrebbe nessun senso il cambiamento della Giunta a otto mesi dalla fine. È ovvio che se dovessero accadere dei fatti che non dipendono dalla mia volontà si porrà rimedio». Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha risposto a margine dell’evento di presentazione delle azioni realizzate nei quattro anni di governo, alle domande dei giornalisti sulla possibilità di un rimpasto di Giunta.

«Noi abbiamo lavorato bene e cercheremo di arrivare fino alla fine con la maggiore armonia possibile. La discordia - ha aggiunto - non è tra le categorie che costruiscono il successo di un gruppo di lavoro e noi la discordia l’abbiamo sempre tenuta a bada». «Assolutamente» ha poi risposto alla domanda esplicita sulla permanenza in Giunta dell’assessore al Welfare Salvatore Ruggeri (Popolari) del quale tre consiglieri regionali dei Popolari hanno chiesto le dimissioni. «La Giunta è quella - ha spiegato - e cambiare last minute solo per legittime questioni di equilibri interni non avrebbe senso, non è nell’interesse della giunta e non è nell’interesse della Regione Puglia», ribadendo di non aver «l'impressione che questa maggioranza sia in fibrillazione. Io credo che la maggioranza sta assolutamente insieme. Il punto è che è l’anno delle elezioni ed è normale, fisiologico che ci siano un pò di lavori preparatori in vista della campagna elettorale». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie