Mercoledì 24 Aprile 2019 | 20:15

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

Stupro in Cara Bari, in carcere sesto uomo gang nigeriana

 
Verso il 26 maggio
Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

Bari, due sondaggi sulle comunali: «Decaro vince al primo turno», «Ballottaggio con Di Rella»

 
A Bari
Concessione spiaggia Torre Quetta: rinvio a giudizio per 3 indagati

Concessione spiaggia Torre Quetta: rinviati a giudizio 3 indagati

 
Serie C
Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

Bari calcio, «San Nicola» boom boom: festa della resurrezione

 
Elezioni in vista
A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

A Bari e a Lecce ecco i nomi dei «figli d'arte» nelle liste politiche

 
Primo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
Nel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
Stalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
emergenza in puglia
Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanze per bloccare il batterio

Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanza per bloccare il batterio

 
La visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Mai pensato di chiudere lo stabilimento» 
Associazioni vanno via: «È teatrino»

 
La festa non autorizzara
Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

Taranto, si sballano a rave party: 17 denunciati, tra loro un minorenne

 

Il Biancorosso

IL PROGRAMMA
Stadio San Nicola, festa all'americanaIl Bari chiama a raccolta i suoi tifosi

Stadio San Nicola, festa all'americana
Il Bari chiama a raccolta i suoi tifosi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

La regionali

Basilicata al centrodestra: centrosinistra «sfrattato» dopo 24 anni, tonfo M5S 
Bardi: «Abbiamo scritto la storia»

Il centrosinistra perde la regione. Affluenza definitiva al 53,58, in crescita di 6 punti rispetto alle precedenti amministrative

Basilicata, centrodestra verso la vittoria. Exit poll: Bardi avanti (38-42%), tonfo del M5S

La Basilicata si lega a destra. Vito Bardi (Centrodestra) è il nuovo Presidente della Regione Basilicata: è stato eletto con 124.716 voti, pari al 42,2%. Lo scrutinio è terminato poco fa. Al secondo posto Carlo Trerotola (Centrosinistra; con 97.866 voti, pari al 33,11%), poi Antonio Mattia (M5S; con 60.070 voti pari al 20,32, mentre alle scorse regionali di 6 anni fa la lista prese il 9%, il candidato pentastellato meno del 14%) e Valerio Tramutoli (Basilicata possibile; con 12.912 pari al 4,37%). Primo partito il M5S con il 20,27%, seguito da Lega (19,15%) e Forza Italia (9,15%).

BARDI: «SARO' IL GOVERNATORE DI TUTTI» - «Quando sono stato contattato, ho risposto presente: lo dovevo alla mia terra, lo dovevo ai lucani. Siamo qui per costruire il presente: è un risultato straordinario che va al di là di ogni aspettativa e che premia il centrodestra unito, l’unico orizzonte possibile per il buon governo». Lo ha detto a Potenza, in una conferenza stampa, il neo presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. «E' - ha sottolineato - una giornata storica e io sarò il governatore di tutti». Il neo presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha telefonato al presidente Berlusconi. Ha ringraziato per «il forte sostegno e la grande generosità nel momento della scelta del candidato e successivamente nel corso della campagna elettorale» ed ha ricevuto «molti sinceri complimenti per l’energia e lo stile con il quale ha condotto la competizione, che ha portato un risultato storico». Berlusconi ha messo a disposizione «le competenze delle donne e degli uomini di Forza Italia perché si possa dare avvio con rapidità ed efficacia al progetto di governo della Basilicata».

La Lega ha eletto sei consiglieri regionali della Basilicata su un totale di 20 che compongono l'assemblea, tra i quali l’unica donna. La distribuzione dei seggi assegna, inoltre, tre posti ciascuno a Forza Italia e Movimento cinque stelle, due posti ciascuno a Comunità democratiche-Pd e Avanti Basilicata, uno ciascuno a Fratelli d’Italia, Idea e Bardi presidente. In Consiglio siederà anche il candidato governatore del centrosinistra, Carlo Trerotola.

PITTELLA TORNA IN CONSIGLIO - L’ex Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, è stato eletto consigliere regionale. In provincia di Potenza l’ex governatore, candidato con la lista «Avanti Basilicata», a sostegno di Carlo Trerotola, ha ottenuto 8.803 voti. In Consiglio entra una sola donna: Donatella Merra (Lega) che ha ottenuto 1.995 voti. Nell’assemblea lucana non sedeva una donna dal 2010.

RISULTATO STORICO - Per la prima volta nella storia della Regione Basilicata ci sarà un presidente espressione del centrodestra. Il profumo di vittoria del centrodestra si era avvertito già in tarda serata quando, rompendo il silenzio elettorale e ad urne aperte, lo stesso vicepremier Matteo Salvini, avrebbe parlato di governo della Lega da stasera in Basilicata. Con la vittoria in Basilicata nello scacchiere nazionale, il risultato di pareggio 10-10 fra centrodestra e centrosinistra passerebbe così 11 a 9 a favore dei primi. «La sommatoria dei voti di Lega e 5 Stelle è ancora la maggioranza assoluta in questo Paese, quindi abbiamo ancora entrambi da essere contenti. Il mio avversario è il Pd. Tutte le Regioni in cui governa la Lega erano governate dal Pd. E quindi un conto è il dato locale. Poi ci saranno il Piemonte, l’Emilia Romagna, la Toscana, le Marche, l’Umbria, la Calabria, tutte Regioni governate dalla sinistra». Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini commentando l’esito delle elezioni in Basilicata.

BERLUSCONI: FINALMENTE UN BUON GOVERNO!

COME ANDO' NEL 2013 E NEL 2010 - Alle scorse elezioni regionali del 17 e 18 novembre 2013 è andato a votare il 47,6 per cento degli aventi diritto. Marcello Pittella, risultato vincitore, ha riportato 148.696 voti, pari al 59,60%. Sei le liste collegate: Partito democratico (24,83%), Pittella presidente (16,1%), Partito socialista italiano, (7,47%) Realtà Italia (5,92%), Centro democratico (5,04%) e Italia dei valori (3,45%). Il candidato di centrodestra, Saltatore Tito Di Maggio ha ottenuto 48.370 voti, pari al 19.38%. Le liste collegate: Popolo della libertà (12,27%), Scelta civica, grande Sud e Fratelli d’Italia (5,08%), Unione di centro (3,80%), Moderati in rivoluzione (0,35%). Il candidato del Movimento 5 Stelle, Piernicola Pedicini 32.919 voti pari al 13,19%. La candidata di Sinistra Ecologia e Libertà (Sel), Maria Murante, 12.888 voti (5,16%), Florenzo Doino del Partito comunista dei lavoratori 2.178 voti (0,87%), Doriano Manuello di Matera si muove 1.917 (0,76%), Franco Grillo di Lavoro e Pensioni 1.300 (0,52%), Elisabetta Zamparutti di La Rosa nel pugno 1.215 preferenze (0,48%).

Alle regionali del 2010, infine, Vito De Filippo, candidato del centrosinistra, al suo secondo mandato consecutivo, vinse totalizzando 202.980 voti pari al 60,81%. Il primo partito fu il Pd con il 27,13%. Il candidato del centrodestra, Nicola Pagliuca, ottenne 93.204 preferenze, pari al 27,92%. Al terzo posto Magdi Cristiano Allam sostenuto da Io amo la Lucania e Io Sud con 29.107 voti (8,72%).

I dati dell'affluenza alla Regionali 2019

Ore 12

L'affluenza ai seggi (Alle 12) è del 13,31%. La provincia con l’affluenza più alta è quella di Potenza dove a mezzogiorno ha votato il 13,42% (il 21,13% a Potenza città). In provincia di Matera ha votato il 13,08% (il 15,36% a Matera città). I seggi per eleggere il presidente della Regione e i 20 componenti del consiglio regionale (13 in provincia di Potenza e sette in quella di Matera) hanno aperto alle ore 7 e rimarranno aperti fino alle ore 23, con lo scrutinio dei voti che inizierà subito dopo la chiusura dei seggi. Durante la notte inizieranno ad arrivare i primi risultati ufficiali, ma non dovrebbero mancare anche gli exit poll che proveranno ad anticipare l’esito di queste elezioni.

Ore 19

L'affluenza ai seggi registrata alle 19 è del 39,7%. Nella provincia di Potenza la quota di votanti alle 19 è stata del 39,23% (53,89 nel capoluogo). Leggermente più alta in quella di Matera (40,82%, nel capoluogo 44,39). L’affluenza finale alle precedenti regionali del 2013 era stata del 47,6%.

Ore 23

L'affluenza ai seggi registrata alle 23 è del 53,8%. Nella provincia di Potenza la quota di votanti alle 23 è stata del 52,40%: il capoluogo di provincia ha superato il 68& dei votanti. Nella provincia di Matera la percentuale dei votanti ha raggiunto il 56,22%, nel capoluogo di provincia ha votato poco meno del 60% degli aventi diritto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eleba

    25 Marzo 2019 - 09:09

    "Tonfo" del M5S che non ha mai avuto una Regione,io parlerei di disfatta del PD che da dominare il "MONDO" a breve si ritroverà a dominare solo il Nazareno e una villa da 1,3 mln a Firenze.Un'altra valanga di pop corn sta per giungere in Italia e finirà nelle case dei piddini.

    Rispondi