Martedì 21 Maggio 2019 | 18:46

NEWS DALLA SEZIONE

La visita in Puglia
Salvini contestato da Lecce a Bari: «Dacci indietro i 49 mln» «Noi lavoriamo voi fischiate»

Salvini contestato da Lecce a Bari: «Dacci i 49 mln» «Voi fischiate, io lavoro»
«Pugno duro per chi maltratta animali»

 
Il naufragio
Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 100 nuove parti civili

Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 61 nuove parti civili

 
I tubi scambiati
Morirono in 8 per scambio tubi in ospedale: reato va in prescrizione

Castellaneta, 8 morti in ospedale: il reato va in prescrizione

 
Nel tarantino
Martina Franca: torna nella casa vacanze e trova un occupante e lavori in corso

Martina Franca: torna nella casa vacanze e trova un occupante e lavori in corso

 
Sulla Aida Blu
Turista tedesco cade su nave da crociera: Guardia Costiera Bari lo soccorre

Turista tedesco cade su nave da crociera: Guardia Costiera Bari lo soccorre

 
La sentenza
di cosola

Bari, 27 condanne definitive per il clan Di Cosola: 21 anni al fratello del boss

 
Sanità
Politecnico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

Policlinico Bari, scacco matto a ictus e infarti: ecco l'app per i consulti a distanza

 
L'operazione
Tratteneva soldi destinati al Comune di Sava: Gdf sequestra 950mila euro di beni a società

Tratteneva soldi destinati al Comune di Sava: Gdf sequestra 950mila euro di beni a società

 
L'ecomostro
Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

Bari, sì al salvataggio Sud Fondi: «Punta Perotti verrà venduta»

 
Stilata dal Sole 24 Ore
Classifica indice salute: Taranto fanalino di coda, Puglia meglio della Basilicata

Classifica indice salute: Taranto fanalino di coda, Puglia meglio della Basilicata

 

Il Biancorosso

IL PAGELLONE
Di Cesare e Floriano campionato topPiovanello l'under più in palla

Di Cesare e Floriano campionato top
Piovanello l'under più in palla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl naufragio
Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 100 nuove parti civili

Norman Atlantic: gup Tribunale Bari ammette 61 nuove parti civili

 
TarantoI tubi scambiati
Morirono in 8 per scambio tubi in ospedale: reato va in prescrizione

Castellaneta, 8 morti in ospedale: il reato va in prescrizione

 
BrindisiIl comizio
Ostuni, botta e risposta tra Salvini e i contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

Ostuni, botta e risposta tra Salvini e contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

 
LecceIn Piazza S.oronzo
«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

 
MateraDai carabinieri
Matera: spaccia droga al parco, arrestata 38enne

Matera: spaccia droga al parco, arrestata 38enne

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 

i più letti

Il caso

Bari, nuovo «no» della Procura al salvataggio di Interporto

Udienza sul piano di ristrutturazione del debito da 120 milioni

Bari, nuovo «no» della Procura al salvataggio di Interporto

La Procura di Bari insiste per il fallimento di Interporto spa, la società della famiglia Degennaro che ha presentato un piano di ristrutturazione del debito. È quanto emerso ieri nel corso della camera di consiglio davanti al Tribunale (presidente Simone, relatore Magaletti) dove il procuratore aggiunto Lino Giorgio Bruno, insieme ai pm Savina Toscani e Ignazio Abbadessa, ha depositato una memoria di replica rispetto alle controdeduzioni dei difensori.


Il procedimento è nato a giugno proprio da una istanza della Procura, che partendo da una indagine aperta dopo una denuncia della Regione - relativa alla presunta truffa subita per i fondi europei destinati al raddoppio di Interporto e in realtà mai utilizzati - ha fatto svolgere una perizia sui conti della società rilevando numerose criticità alla base del «buco» da circa 120 milioni di euro. Interporto e la controllante Italfinance hanno risposto con una richiesta di concordato preventivo in bianco, e a dicembre hanno depositato una proposta di ristrutturazione del debito basata sull’intervento di un fondo immobiliare gestito da Prelios e sottoscritto dagli americani di Tpg Sixth Street Partners, disponibili ad acquistare l’intero complesso aziendale per 41 milioni di euro.


Tuttavia secondo la Procura di Bari non esistono i presupposti per procedere al salvataggio, a fronte delle numerose irregolarità rilevate. Una tesi fermamente avversata dai legali di Interporto e Italfinance (ieri in udienza c’erano gli avvocati Vincenzo Chionna e Maurizio Marcantonio), secondo cui alla Procura sarebbe preclusa la possibilità di intervenire in un procedimento per l’omologazione di un accordo di ristrutturazione del debito, e - inoltre - sarebbe preclusa anche la possibilità di depositare memorie non autorizzate. Ma l’aggiunto Bruno ha fatto invece rilevare il suo diritto a replicare anche al parere espresso ieri dai commissari Pino Pepe e Antonio Campobasso.


La decisione dei giudici è slittata al 4 febbraio. Dovranno stabilire se procedere con l’omologazione delle due proposte, che dovrebbero concretizzarsi entro aprile, oppure accogliere la richiesta della Procura, che si era opposta anche all’ammissione delle due società al concordato «in bianco». La proposta prevede in sintesi che il fondo immobiliare acquisterà Interporto e verrà sottoscritto interamente da una società veicolo lussemburghese per conto di Tpg Sixth Street Partner, colosso americano con 29 miliardi di patrimonio più volte apparso in operazioni di valorizzazione immobiliare.


Interporto ha dichiarato di aver raggiunto accordi con 36 creditori, che rappresentano poco meno dell’80% dei 95 milioni di debiti, mentre la controllante Italfinance ne ha chiusi 24, per il 93,7% dei 27,1 milioni di debiti, consentendo così un abbattimento complessivo dell’esposizione da 122 a 51,2 milioni. Le banche hanno in pancia crediti per 69,6 milioni nei confronti della sola Interporto: quelli di Mps (48,4 milioni) e della ex Banca Marche, verranno acquistati dal fondo immobiliare di Prelios rispettivamente per 20 e 5,3 milioni, mentre alcuni altri istituti hanno raggiunto accordi a saldo e stralcio.
La procedura riguarda anche la Regione, che è in attesa di ricevere il rimborso integrale del finanziamento per il primo stralcio dei lavori di ampliamento (altri 4,5 milioni). Proprio dalla fideiussione presentata da Interporto a garanzia della restituzione di quei soldi, risultata falsa, è nato l’interesse della Procura: l’ipotetica truffa alla Regione sui fondi europei risulterebbe comunque prescritta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400