Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 16:20

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Inchiesta da Lecce
Trani, magistrati arrestati: «Savasta modificò video per incastrare i cc»

Trani, magistrati arrestati: «Savasta modificò video per incastrare i cc»

 
Nel Foggiano
Robot umanoidi negli ospedali: parte sperimentazione a S.Giovanni Rotondo

Robot umanoidi negli ospedali: parte sperimentazione a S.Giovanni Rotondo

 
Dai cc forestali
Campo volo elicotteri a Ostuni vicino a ulivi e costa: sequestrato

Campo volo elicotteri a Ostuni vicino a ulivi e costa: sequestrato

 
In mattinata
Allarme bomba, evacuato tribunale Bari-Bitonto

Bari, sede tribunale di Bitonto, allarme bomba via mail rientrato

 
I fatti a Messina
Scontri tra tifoserie: domiciliari per ultras Bari

Scontri tra tifoserie: domiciliari per ultras Bari

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
Truffa per migliaia di euro
Si fingono dipendenti Inps e truffano anziani a Foggia: arrestati

Si fingono dipendenti Inps e truffano anziani a Foggia: arrestati

 
Nel Foggiano
Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

 
La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
Dal Montenegro in Puglia
Contrabbando bionde in Puglia, dopo 25 anni prescritta anche associazione mafiosa

Contrabbando bionde in Puglia, dopo 25 anni prescritta anche associazione mafiosa

 

Il caso

Allarme Federalberghi: «In Puglia dilaga la piaga dell'abusivismo»

Il presidente Caizzi: «chiediamo istituzione registro nazionale alloggi»

gallipoli

BARI - «Continua a dilagare la piaga dell’abusivismo nel settore ricettivo. Anche nell’estate 2018, il sommerso turistico è cresciuto in forma esponenziale e insostenibile». Lo denuncia Federarberghi.
«Ad agosto, in Puglia - si legge nella nota di Federarberghi - risultavano disponibili su Airbnb 35.694 alloggi (+94,91% rispetto ad agosto 2016), dei quali 28.843 (+80,81%) sono riferiti a interi appartamenti, 22.844 (+64%) disponibili per più di sei mesi, 23.079 (64,66%) gestiti da host che mettono in vendita più di un alloggio». I dati emergono da un monitoraggio curato da Federalberghi e da Incipit srl su dati Inside Airbnb.

I dati e gli elenchi sono ora a disposizione delle autorità competenti per stanare gli evasori. Una crescita esponenziale del sommerso, quindi, in ambito turistico e una ricerca che ha evidenziato la sussistenza di dati eclatanti nelle province di Bari e Bat. Qui, ad agosto, - secondo Federalberghi - erano disponibili 5.817 alloggi (+83,73% rispetto ad agosto 2016) di cui 3.997 (+68,71%) erano interi appartamenti; 3.785 (+65,07%) disponibili per più di sei mesi, 3.353 (+57,64%) gestiti da host che mettono in vendita più di un alloggio. Infine, Bari città ha registrato ben 1.146 alloggi disponibili (+106,48% su agosto 2016) a fronte di una lista ufficiale di appena 162.

«Da questi numeri - commenta il presidente della Federalberghi Puglia, Francesco Caizzi - deduciamo che i 'furbetti dell’appartamentinò sono oltre 200mila in Italia e hanno esercitato la propria attività completamente in nero». "Questi signori - prosegue - si stanno arricchendo indebitamente alle spalle degli operatori onesti». «Il nostro rapporto/monitoraggio - aggiunge il presidente degli albergatori baresi e pugliesi - smonta le grandi bugie della cosiddetta sharing economy. Non è vero, infatti, che si tratta di forme integrative del reddito, perché sono attività economiche a tutti gli effetti, che molto spesso fanno capo a inserzionisti che gestiscono più alloggi».

«La Federalberghi - conclude Caizzi - continua a perseguire una linea d’azione intransigente per la legalità contro l'abusivismo del settore, all’insegna del principio 'stesso mercato, stesse regolè». E tra gli interventi urgenti, Federarberghi chiede «l'istituzione del registro nazionale degli alloggi turistici e l’adozione di misure che pongano un argine allo spopolamento dei centri storici».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400