Lunedì 22 Ottobre 2018 | 09:36

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Palermo espugna il Via del Mare, 2-1 contro il Lecce

Palermo espugna il Via del Mare, 2-1 contro il Lecce

 
In Sicilia
Scontri fra tifosi Bari e Messina dopo la trasferta pugliese a Marsala: feriti

Scontri fra tifosi Bari e Messina dopo la trasferta pug...

 
Nel Foggiano
Cinque euro all'ora per raccogliere olive: arrestato caporale sudanese

Cinque euro all'ora per raccogliere olive: arrestato ca...

 
L'evento annullato
Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la polemica

Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si fa, polemica

 
Serie A
Basket, il Brindisi sconfitto all'ultimo dalla Dinamo Sassari: 84-90

Basket, il Brindisi sconfitto dalla Dinamo Sassari: 84-...

 
Il teatro
Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... cambierà colore

Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... camb...

 
Religione
Potenza, torna per la quarta volta la Madonna di Viggiano, patrona della Lucania

Potenza, il ritorno della Madonna di Viggiano, patrona ...

 
La proposta
Giochi del Mediterraneo 2015Comune di Taranto si candida

Giochi del Mediterraneo 2025 Comune di Taranto si candi...

 
L'iniziativa
A Racale il pranzo a colori per dire noalla mensa separati del comune di Lodi

A Racale il pranzo a colori per dire no alla mensa sepa...

 
Il parco divertimenti
Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green pronta a marzo

Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green ...

 
Lo studio Ue
Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la ricerca dell'Università di Gotenborg

Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la rice...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Sprechi in sanità

Bari, lo scandalo infinito della Pet: medici pagati a peso d'oro

Il Policlinico paga 380mila per due medici esterni che costano il doppio di due assunti. «Presto i concorsi»

Bari, lo scandalo della Pet:medici pagati a peso d'oro

Medicina nucleare: ennesimo spreco

BARI - Due specialisti in medicina nucleare e un fisico medico costano al Policlinico di Bari 380mila euro l’anno, praticamente il doppio rispetto allo stipendio tabellare che sarebbe spettato a professionisti dipendenti. Una situazione motivata da «emergenze temporanee» ma che va avanti da anni, da quando cioè il reparto attinge medici attraverso una cooperativa privata lamentando di avere poco personale. Un vero e proprio spreco di denaro (se tutti gli ospedali facessero così...) a fronte del quale il commissario straordinario del Policlinico, Giancarlo Ruscitti, ha già inviato - tra l’altro - una segnalazione al rettore dell’Università in relazione alla gestione del reparto. Con l’obiettivo di non utilizzare più professionisti esterni a 64 euro l’ora.

«Ho già bandito il concorso per i due medici - spiega infatti Ruscitti - mentre per i tecnici utilizzeremo la graduatoria della Asl di Bari». Tuttavia il 31 maggio il Policlinico ha prorogato per altri tre mesi l’affidamento del «servizio di assistenza medica per le attività di reparto in medicina nucleare» alla coop Gss di Andria, che già forniva i medici e il fisico (a colpi di proroghe) da marzo 2017. «Ho dovuto prorogare questo contratto già esistente per evitare di dover chiudere il reparto - risponde Ruscitti -, chiarendo che il personale di cui parliamo non è e non sarà stabilizzabile in alcun modo».

Nel 2015, va ricordato, il Policlinico aggiudicò a una ditta di Parma la fornitura di una Pet mobile (alloggiata in un container), e chiese alla ditta anche di fornire un medico attraverso l’estensione del contratto con il cosiddetto «quinto d’obbligo». A febbraio 2017 la Pet mobile è stata smontata, il reparto di Medicina nucleare è stato trasferito nel nuovo Asclepios II (dove le Pet previste sono due, per pra è attiva solo una) ma si è continuato a chiamare due medici e un fisico da una cooperativa esterna. Eppure esistono graduatorie vigenti di altri concorsi per la medicina nucleare (Asl Bari e Asl Taranto) che potevano essere utilizzati da tempo: passare dalla cooperativa è un modo per eludere il concorso pubblico, quando ha esiti non controllabili.[m.s.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dmimmo

    26 Giugno 2018 - 08:08

    quindi non sono i cittadini a costare al SSN, ma i medici. allora bisogna cambiare la legge dell'appropriatezza.

    Rispondi