Domenica 14 Agosto 2022 | 01:50

In Puglia e Basilicata

Bari, al via la settimana della Cultura scientifica

Gli orti botanici dell’Università di Bari saranno al centro di numerose manifestazioni, che si avviano da oggi presso il Dipartimento di Scienze delle produzioni Vegetali, con il laboratorio «Esperienze di laboratorio per le Scuole» e la conservazione della biodiversità

23 Marzo 2009

Da domani parte la «Settimana della Cultura scientifica», con variegate iniziative. Gli orti botanici dell’Università di Bari saranno al centro di numerose manifestazioni, che si avviano da oggi presso il Dipartimento di Scienze delle produzioni Vegetali, con il laboratorio «Esperienze di laboratorio per le Scuole» e la conservazione della biodiversità. 

Nei giorni seguenti seguiranno (25 marzo, ore 17,30, Dipartimento di Biologia e Patologia vegetale) il seminario di Michele Aleffi dell'Università degli Studi di Camerino su «Inferiore sarà lei ! Aspetti biologici ed ecologici delle Briofite». Sempre il 25, ore 19,30, si procederà all’apertura serale del Museo Orto Botanico, con un concerto di Marcello Mannerucci e Gianfranco Grossi, «Musica tra le foglie» (brani di E. Satie, E. Elgar, B. Godard). 

Il 26 marzo, ore 9,00, al Museo Orto Botanico Viviana Cavallaro parlerà su «Il ruolo degli orti botanici nella conservazione della biodiversità»; e alle ore 11,00, Luigi Forte parlerà su «I semi in banca: strategie di conservazione della flora spermatofitica spontanea». Il Museo del Dipartimento di Zoologia aderisce alla «Settimana della Cultura scientifica e tecnologica » proponendo visite guidate giornaliere alle ore 09.00 e alle ore 11.00. Il percorso espositivo comprende un migliaio di reperti zoologici di ambiente marino e terrestre della fauna pugliese, italiana e dell’Africa nord-orientale, una mostra di acquari, dove sono ricostruiti alcuni habitat di ambiente marino e dulcacquicolo, e tre diorami. Vi sono ancora reperti antropologici ed animali del neolitico pugliese, una collezione di antiche stampe naturalistiche di carattere didattico, un grande schermo LCD su cui sono proiettati documentari e una postazione interattiva multimediale. (Tel.: 080.5443360) Iniziative anche presso il Dipartimento di Chimica: incontri-seminari sui seguenti temi: «I colori e l’energia nella natura» con P. Cosma dell’Università di Bari (24 e 27 marzo, ore 15). 

Massimo trotta parlerà del «Mestiere più antico del mondo: la proteina» (25 marzo, ore 16.30). Di «Piccolo è bello? Nanoscienza e società» parlerà R. Comparelli (25 marzo, ore 17.30). Sarà inoltre possibile visitare il Museo presso il Dipartimento di Chimica. Tel.: 080.5442027. Anche il Museo di Scienze della Terra, in collaborazione con l’Osservatorio Sismologico, propone un percorso espositivo, in cui mostrare un semplice e comprensibile quadro dell’evoluzione della Terra e del succedersi della vita su di essa con particolare riferimento alla Puglia (dal 23 al 27 marzo, dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 16alle 19, previa prenotazione per le visite di gruppi: 080/5442558-2616 e 080/5443565-86). Il patrimonio museale è costituito da collezioni di fossili, rocce e minerali, campioni fossili provenienti dalla Puglia nonché da strumenti di interesse storico-scientifico. I principali settori sono dedicati alla Paleontologia, alla Geofisica, all’utilizzo dei materiali litici da parte dell’uomo, alla Petrografia e alla Mineralogia. Inoltre, l’esposizione si avvale di carte geologiche storiche ed esempi dell’utilizzo della pietra nel tempo. 

Una serie di laboratori aperti completano il percorso espositivo e consentono al visitatore sperimentazioni interattive per la migliore comprensione di alcuni dei fenomeni ill ustrati. Il giorno 27 marzo, a chiusura della manifestazione ( ore 21) si terrà nell’Aula Magna del Palazzo di Scienze della Terra un concerto di musica folk eseguito dai Macedonia Express.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725