Giovedì 21 Marzo 2019 | 09:01

NEWS DALLA SEZIONE

Preso nel Bresciano
Bari, preparava sequestro-rapina in Toscana: arrestato Leone «u'astat»

Bari, preparava sequestro-rapina in Toscana: arrestato Leone «u'astat»

 
Il caso
Puglia, le liste d'attesa infiammanoil Consiglio. Passa la «linea» stataleMedici verso sciopero intramoenia

Puglia, le liste d'attesa infiammano
il Consiglio. Passa la «linea» statale
Medici verso sciopero intramoenia

 
Il fatto nel 2015
Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

 
Cassazione
BARI, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

Bari, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

 
Le dichiarazioni
Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

 
Gratuito patrocinio
Bari, ex vittima stalking indagata per aver falsificato dichiarazioni dei redditi

Bari, ex vittima stalking indagata per aver falsificato dichiarazioni dei redditi

 
Nel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
A taranto
Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

 
Il 25 marzo
Xylella, ministro Lezzi convoca incontro con sindaci del Salento

Xylella, ministro Lezzi convoca incontro con sindaci del Salento

 
Nel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
Di Lucera
Operazione antidroga a Isernia: in carcere anche 3 foggiani

Operazione antidroga a Isernia: in carcere anche 3 foggiani

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
LecceIl fatto nel 2015
Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

 
BariCassazione
BARI, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

Bari, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

 
BatNel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

il presidente di Invimit

Ferrarese : «Nel Mezzogiorno
gli investitori temono di più
burocrazia che criminalità»

Ferrarese : «Nel Mezzogiorno  gli investitori  temono di più  la burocrazia che la criminalità»

Massimo Ferrarese, presidente Invimit

ROMA - “Pensavo di dover fare i conti con i tradizionali stereotipi su un Sud dominato dalla criminalità organizzata, per cui le grandi aziende preferiscono non investirvi per il timore di cadere nei ricatti delle mafie. E invece ho scoperto un aspetto ancora più inquietante”. A dirlo è Massimo Ferrarese, presidente di Invimit, il fondo immobiliare dello Stato, che spiega così i retroscena di un incontro avuto a Roma con un grande gruppo imprenditoriale internazionale interessato a effettuare investimenti importanti, nessuno dei quali nel meridione d’Italia. E lo fa inviando una lettera a governatori, parlamentari, sindaci delle regioni meridionali.

“Ho chiesto se evitassero le nostre regioni del Sud per il timore di pressioni mafiose. Mi hanno guardato sorridendo e mi hanno detto: assolutamente no. La nostra paura è di dover affrontare una pubblica amministrazione inaffidabile. Abbiamo fatto investimenti in passato al Sud, ma ci siamo trovati sempre a dover fare i conti con una burocrazia che rallenta e danneggia qualsiasi progetto. Per questo motivo, e non certo perché riteniamo che al Sud ci sia più criminalità che al nord, abbiamo deciso di evitare qualsiasi piano industriale.

"Il problema della mancanza di investimenti al Sud, dunque, più che la mafia è una lentezza burocratica che provoca maggiori danni della criminalità. Io più volte ho sottolineato a potenziali investitori che non si può fare di tutta l'erba un fascio perché abbiamo anche degli ottimi amministratori. Ma ciò purtroppo non è sufficiente. Se non si troverà il modo di adeguare le pubbliche amministrazioni delle nostre regioni a quelle del Nord, con uno snellimento delle pratiche e un maggior controllo sui tempi con cui autorizzazioni e concessioni vengono assegnati - e soprattutto la certezza di non vedersi improvvisamente annullare quanto già ottenuto - il Sud resterà sempre più isolato, respingendo non solo gli investimenti dei grandi gruppi internazionali ma anche degli imprenditori autoctoni che decideranno, anche loro, di investire all’estero".

"Per questo - conclude il presidente di Invimit  rivolgendosi ai governatori, ai parlamentari e ai pubblici amministratori delle regioni del Mezzogiorno - vi invito a individuare un percorso comune che consenta di offrire, se non agevolazioni a potenziali investitori, almeno un percorso autorizzativo che non abbia nulla da invidiare per professionalità, rapidità e certezza a quello offerto dalle pubbliche amministrazioni del Nord Italia”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400