Martedì 23 Ottobre 2018 | 03:57

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della Caritas: arrestato

Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della ...

 
A Foggia
Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social dinner

Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social...

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni: «Pestato da buttafuor...

 
A Cerignola
Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

 
Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuo...

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari all'Asl dopo più di 10...

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà...

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
L'inchiesta
Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa per la pubblica incolumità»

Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa...

 
Quadruplice omicidio nel 2017
Strage S.M. in Lamis, dopo un anno arrestato pregiudicato. Morirono i fratelli Luciani, innocenti

Strage S.M. in Lamis, un arresto. Morirono i fratelli L...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Vico del Gargano

Ai domiciliari aggredisce
genitori e sorella: arrestato

carabinieri

VICO DEL GARGANO (FOGGIA) - I carabinieri della Compagnia di Vico del Gargano hanno arrestato a Ischitella Simone Giglio di 37 anni, agli arresti domiciliari, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I militari sono intervenuti in un’abitazione in seguito ad una segnalazione di lite in famiglia, hanno arrestato il 37enne che, in evidente stato di agitazione, aveva appena aggredito il padre, la madre disabile e la sorella non vedente, provocando loro contusioni ed escoriazioni alla testa e alle braccia.

L’uomo, che già in passato si era reso protagonista di episodi analoghi, era stato sottoposto al regime della detenzione domiciliare da circa un mese, in seguito all’esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale Ordinario di Bergamo per i reati di truffa e ricettazione. Giglio, dopo le formalità di rito, è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400