Martedì 23 Ottobre 2018 | 13:50

NEWS DALLA SEZIONE

Tutela ambientale
Il ministro Costa «laurea» l'Ateneo di Foggia: è il primo «plastic free»

Il ministro Costa «laurea» l'Ateneo di Foggia: è il pri...

 
Il caso
Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della Caritas: arrestato

Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della ...

 
A Foggia
Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social dinner

Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social...

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni: «Pestato da buttafuor...

 
A Cerignola
Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

 
Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuo...

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari all'Asl dopo più di 10...

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà...

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
L'inchiesta
Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa per la pubblica incolumità»

Lucera, sequestrata sede giudice di pace: «È pericolosa...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Catturato Carmine Maiorano

Vieste, latitante girava a armato
era ricercato per rapine e droga

Vieste, latitante girava a armatoera ricercato per rapine e droga

Era ricercato da circa tre mesi, inseguito da tre provvedimenti di cattura: la latitanza di Carmine Maiorano, 34 anni, di Vico del Gargano è finita a Vieste dove è stato arrestato dai Carabinieri dopo un rocambolesco inseguimento. Sul suo capo pendevano un provvedimento restrittivo del tribunale di Rimini per una rapina messa a segno a Riccione un anno fa e altri due due del tribunale di Foggia (uno per detenzione e spaccio di stupefacenti, l'altro per rapina).

Le indagini condotte dai militari dell’Arma hanno permesso di localizzare il 34enne in località Piano Piccolo di Vieste dove, a seguito di un  inseguimento a piedi nelle campagne circostanti, Maiorano è stato bloccato: indossava un paio di guanti ed era in possesso di 48 cartucce calibro 22 nonchè di una pistola Tanfoglio modello GT 23 del citato calibro, con matricola abrasa, completa di caricatore con 3 cartucce, di cui ha tentato di liberarsi.

Maiorano è accusato della rapina messa a segno in una gioielleria di Monte S. Angelo avvenuta il 18 febbraio: in quell'occasione, dopo aver estratto una pistola puntandola contro la titolare, aveva fatto entrare due complici, col volto coperto e muniti di grosse borse, che avevano svaligiato la cassaforte. Il rapinatore aveva quindi minacciato di morte la malcapitata e l’aveva colpita con calci e pugni, procurandole diverse lesioni. I tre malviventi si erano poi dileguati a piedi nelle vie del centro della cittadina garganica. Tuttavia, grazie ai fotogrammi di alcune telecamere di videosorveglianza, i carabinieri sono risaliti a Maiorano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400