Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 10:20

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Foggiano
Borgo Mezzanone: sequestrati immobili abusivi nel ghetto dei migranti

Borgo Mezzanone: sequestrati immobili abusivi nel ghetto dei migranti FOTO

 
La storia
«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

 
Lotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 
La mobilitazione
Borgo Mezzanone, in 50 bloccano strade per protesta: «Crollano le case»

Borgo Mezzanone, bloccano strade con cassonetti per protesta: «Crollano le case»

 
La denuncia
Foggia, allarme cinghiali: raddoppiati negli ultimi dieci anni

Foggia, allarme cinghiali: raddoppiati negli ultimi dieci anni

 
Lite sulle elezioni
San Severo, scazzottata nella sede della Lega per il candidato sindaco. Due espulsi, arriva il commissario

San Severo, rissa nella sede della Lega per il candidato sindaco. Il partito li caccia

 
Nella notte
Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

 
Sfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
In via Manfredonia
Foggia, auto contro pilone, 76enne muore sul colpo

Foggia, auto contro pilone, 76enne muore sul colpo

 
A gallarate
Facevano saltare bancomat in Lombardia con dispositivo rudimentale: 3 foggiani arrestati

Facevano saltare bancomat in Lombardia con dispositivo rudimentale: 3 foggiani arrestati

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIn Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
BariMusica
Tra web e radio dilaga il rap in salsa barese

Tra web e radio dilaga il rap in salsa barese

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 
TarantoNel Tarantino
Palagiano: abusa di una minorenne e la perseguita, in manette un 65enne

Palagiano: abusa di una minorenne e la perseguita, in manette un 65enne

 
FoggiaNel Foggiano
Borgo Mezzanone: sequestrati immobili abusivi nel ghetto dei migranti

Borgo Mezzanone: sequestrati immobili abusivi nel ghetto dei migranti FOTO

 
LecceComponente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
BrindisiA Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 

L'inchiesta

Foggia, truffa fondi ricerca
«Rettore autorizzò la spesa»

Ricci, in una nota, si era detto estraneo sostenendo di non essere stato lui a firmare il progetto. La Procura: ma ha autorizza gran parte della spesa»

Foggia, truffa di 10 milionisu fondi di ricerca ad Agraria:perquisizione e indagati

Avrebbe autorizzato la spesa relativa al Pon ricerca e competitività 2007-2013 il rettore dell’Università di Foggia, Maurizio Ricci, che ieri, insieme ad altre 20 persone, è stato indagato per presunte irregolarità nella rendicontazione di alcuni progetti di ricerca finanziati dal Miur. E’ quanto si evince dal decreto di sequestro notificato agli indagati. Tra questi, oltre a Ricci, ci sono il direttore del dipartimento di Scienze Agrarie, Agostino Sevi, e l'ex Rettore Giuliano Volpe. Ricci si è detto estraneo alla vicenda in quanto ha assunto l’incarico il 1 novembre 2013 "quando il Pon al centro dell’inchiesta ha prodotto esiti ed effetti amministrativi nel periodo in cui non ero Rettore», aveva chiarito ieri in una nota. Ricci - si legge nel decreto - "risulta aver autorizzato la spesa di gran parte dell’anticipazione del 50% e tutto il restante 50% del progetto». Inoltre è «firmatario della Convenzione attualmente in vigore tra il Dare Puglia e l’Unifg, insieme all’allora presidente del Dare Puglia, Gianluca Nardone».

Di qui la necessità del sequestro da parte della Guardia di Finanza, dei computer, sistemi e supporti informatici a lui in uso, in modo tale da acquisire ulteriori elementi in merito al suo presunto coinvolgimento nella vicenda.
Nel Decreto di sequestro, tra l’altro, si legge «che nell’ambito dei progetti che rientravano nel Programma operativo nazionale - Ricerca e Competitività con specifico riferimento alla domanda di agevolazione Pon02 - 00657, gli indagati, al fine di percepire indebitamente i relativi contributi comunitari, si sarebbero resi responsabili di false attestazioni». In particolare, è emerso che i docenti subentrati ad aprile 2013 dopo la sostituzione dei due docenti denuncianti, Alessandro Del Nobile e Diego Centonze, avrebbero rendicontato falsamente nei time-sheet (prospetti delle ore lavoro dedicate al progetto) attività progettuali nell’ambito del Progetto del Dare riconducibili a quelle dei due denuncianti, «facendo risultare attività lavorativa nei progetti oggetto di finanziamento svolta anche in data antecedente al mese di aprile 2013 (mese in cui il Dipartimento sanciva di fatto la sostituzione dei professori Del Nobile e Centonze)».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400