Domenica 14 Agosto 2022 | 23:59

In Puglia e Basilicata

Evento in Basilicata

Senise: Agglutination, il più grande festival metal del Sud Italia

Senise: Agglutination, il più grande festival metal  del Sud Italia

Parte oggi il raduno internazionale. Fra le band gli americani Nargaroth e gli olandesi Asphix

06 Agosto 2022

Mariapaola Vergallito

SENISE (POTENZA) - «Un sogno realizzato che dura da ventisei anni. Mai avrei pensato che questo viaggio potesse essere così lungo, perché le difficoltà sono state tante ma la passione è stata più grande». Gerardo Cafaro è cresciuto con il «suo» Agglutination Metal Festival, il piccolo grande miracolo concepito nei fantastici anni Novanta nel piccolo borgo di Chiaromonte e che, negli anni, ha visto mutare tante cose, a cominciare dalla location (da Chiaromonte a Sant’Arcangelo e poi a Senise).

Tanti cambiamenti, un’unica strada maestra: quel sogno di poter portare nell’area sud della Basilicata il festival Metal più importante del Mezzogiorno d’Italia, capace di portare in terra lucana la numerosa carovana di musicisti e appassionati che, per quelle ore ha convissuto con la quotidianità dei luoghi. Lo stesso Cafaro, ricordando la strada percorsa finora per un evento che forse meriterebbe un’attenzione in più anche dal mondo istituzionale, non nasconde un velo di commozione mentre, con i suoi più stretti collaboratori, lavora per mettere a punto le ultime cose. Molti elementi della squadra da cui tutto è partito sono rimasti gli stessi. Forse è anche per questo che oggi l’Agglutination si conferma uno degli appuntamenti estivi da segnare in calendario e torna a Senise, in un’area del campo sportivo comunale. Start dalle 16.45.

Abbiamo incontrato il patron Gerardo Cafaro alla vigilia di questo ennesimo, importante appuntamento, mentre la copertura del grande palco era ancora abbassata e si stava lavorando per cercare di rendere tutto perfetto, prima dell’arrivo del pubblico e degli artisti. «Gli sforzi sono immani e ne risentiamo anche fisicamente - spiega- e a questo si aggiungono due grandi incognite: il covid che ancora incombe e che ha bloccato alcuni artisti e alcuni tecnici e lo sciopero internazionale dei voli. Ma noi siamo pronti». Già, perché l’Agglutination è anche e soprattutto musica internazionale.

A cominciare dagli americani Nargaroth e dagli olandesi Asphix, i due gruppi che chiuderanno la lunga maratona e che accompagneranno il pubblico nelle ore serali. I due gruppi di punta italiani saranno i Vanexa e i Fulci. Ma quest’anno l’Agglutination parlerà anche lucano: a scaldare il pubblico in apertura ci sarà Mirko Gisonte, il chitarrista di Corleto Perticara che, come ha raccontato di recente, ha cominciato proprio con il Metal; e il gruppo Eyelids, di giovanissimi da Senise, valsinni e Matera.

La lista delle band e degli artisti che completeranno la fitta scaletta non finisce qui: ci saranno anche i Sailing To Nowhere, Napoli Violenta e i Funeral Mantra.

«A Senise organizzammo tre edizioni straordinarie- ricorda Cafaro- con una grandissima risposta da parte del pubblico e con artisti eccezionali, di fama mondiale».

Si ritorna in terra senisese nel 2022, nell’edizione che, si spera, sia quella della definitiva ripartenza. L’attesa è finita: cancelli aperti dalle 16 di oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725