Domenica 14 Agosto 2022 | 18:55

In Puglia e Basilicata

futuro

Carofiglio: io, la Gazzetta e i miei prossimi libri

Gianrico Carofiglio

Tornerà l’avvocato Guerrieri. E un saggio a quattro mani con la figlia

03 Luglio 2022

Enrica Simonetti

Un Telegramma al giorno: un «tweet» da circa duecento caratteri che Gianrico Carofiglio ha inviato quotidianamente alla «Gazzetta» dal 19 febbraio, data del nostro ritorno in edicola. Ora che l’esperienza si è conclusa, lo scrittore in questa intervista fa il bilancio e annuncia non solo la «ricomparsa» dell’avvocato Guerrieri in un prossimo romanzo, ma anche un libro che uscirà in autunno, scritto a quattro mani con la figlia Giorgia. «Come era previsto – dice lo scrittore barese – il mio Telegramma avrebbe accompagnato il ritorno della “Gazzetta”, un giornale a cui sono legato da grande affetto. Era un modo per accompagnare in modo amichevole il giornale verso il mare aperto, dove mi pare che adesso navighi molto bene. Devo dire che siete riusciti a raggiungere un alto profilo qualitativo, pur rimanendo fedeli alla tradizione».

Una sfida, di questi tempi. Ma ne vale la pena.

«Un bel giornale del Sud. State riuscendo in un’impresa non facile e non scontata, tenendo insieme la dimensione popolare con tutto il resto. E questo credo che sia davvero un risultato».

Telegrammi e i tweet: quanto è social Gianrico Carofiglio?
«Non sono totalmente appassionato dai social ma nemmeno annoiato. Da anni su Twitter esprimo mie idee politiche e culturali o racconto storie, anche bizzarre, come ad esempio ho fatto l’altro giorno riferendo della lettera che ho ricevuto da un editore americano, molto importante, il quale ha voluto avvisarmi di aver pubblicato il 18mo numero di una rivista sulla salute intima femminile. Gli ho risposto con un “Grazie, ma...” e poi ho scritto un tweet riferendo la storiella, che è stata molto commentata. Ecco, nei tweet cerco di non dire cose banali, di fare ironia, ma anche di affrontare problemi di cui si parla, come – per fare un altro esempio - il tema dello ius scholae che ovviamente non chiamerei mai in questo modo».
E a parte il lessico, è favorevole alla cittadinanza per gli stranieri, vero?
«Certo e non la considero una concessione, quanto invece un modo di ripristinare ciò che è già in atto. Queste sono già persone italiane. E chi si oppone lo fa per ragioni ideologiche ed elettorali».
A proposito di elezioni, secondo lei il governo rischia di cadere?
«Non credo che si andrà a votare prima della scadenza naturale e del resto se dovesse accadere sarebbe negativo».
A cosa sta lavorando in questi giorni?
«Ad un libro che uscirà per Einaudi e che firmerò con mia figlia Giorgia. Un anno e mezzo fa avevamo cominciato l’esperienza con un podcast che ha avuto molto successo e diversi editori erano interessati a crearne una prosecuzione cartacea. Il podcast s’intitolava Coffee for two e ora questo libro uscirà con il titolo L'ora del caffè. Manuale di conversazione per generazioni incompatibili».

Appunto, generazioni incompatibili. Come fate a dialogare?
«Stiamo lavorando da tempo proprio su questo tema, tanto che già con i podcast emergeva quell'apparente incompatibilità tra generazioni che invece si scioglie grazie al dialogo. Noi discutiamo su molti punti, scriviamo e poi io ci rimetto mano, per cui il risultato sarà unitario. Prendiamo spunto da quanto il mondo sia diviso in “tribù”, divisioni che esistono non solo per motivi anagrafici ma anche per cause politiche, sociali e quindi ognuno ha un suo modo di vedere. Il difetto di comunicazione nasce da qui e la forza del dialogo e delle parole vale per le fratture tra generazioni ma anche per i dissensi violentissimi: il libro ha un'ambizione teorica e gli studi compiuti da mia figlia riguardano proprio questo ambito filosofico e politico. Serve capire che mondo vedono gli altri e per questo il dialogo è utilissimo. Dovremmo applicare lo stesso meccanismo ad ogni tipo di divergenza e incomprensione».
Tv e romanzi: cosa bolle ancora in pentola? Tornerà l’avvocato Guerrieri?
«Sì, tornerà. Non so quando, ma tornerà. Anche l'esperienza televisiva ritorna e stiamo progettando le nuove puntate, sempre per argomento tematico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725